Nuovo bando per le Pro loco, un volano per la valorizzazione dei piccoli centri e dei prodotti tipici

Continua il sostegno regionale alle attività delle Pro loco, presidio di persone innamorate della propria terra e dei prodotti tipici del territorio. Per l’anno in corso la Regione Emilia-Romagna ha approvato un nuovo bando per ripartire 340mila euro di contributi.

Le 296 Pro loco iscritte nel registro regionale avranno tempo fino al 20 aprile 2019 per presentare domanda, in via telematica, di accesso ai contributi. Ma per farlo dovranno aggregarsi almeno in quattro.

Continua a leggere →
Condividilo:

Valorizzare i mulini storici per riscoprire le radici del territorio

L’acqua è vita, tutti i centri abitati sono nati lungo fiumi, sorgenti o corsi d’acqua piccoli e grandi. La stessa acqua poi, per mezzo dei mulini, è stata per secoli il motore delle trasformazioni agricole e produttive, fino alla vigilia della rivoluzione industriale.

Per questo in Regione Emilia-Romagna è stata presentata una risoluzione per chiedere “di contribuire alla tutela e alla valorizzazione dei mulini storici presenti nel territorio regionale”.

“Si tratta di un modo per riscoprire le radici sociali e produttive di un territorio – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria del documento – dato che i mulini rappresentavano un elemento importante in ogni città e villaggio. Per questo, coerentemente al grande impegno che viene profuso nell’ambito della valorizzazione e promozione del patrimonio architettonico, paesaggistico e culturale, chiediamo alla Giunta di impegnarsi alla valorizzazione turistica di questi edifici”. Continua a leggere →

Condividilo:

Una legge per rimettere a nuovo l’intera costa regionale, dal ferrarese alla Romagna

Le spiagge dell’Emilia-Romagna, dalla riviera romagnola ai lidi ferraresi, sono da sempre tra i fiori all’occhiello del turismo regionale. Per mantenere alta la qualità dell’offerta turistica, la Regione vuole investire sulla costa con una legge dedicata e risorse pari a 20 milioni di euro in tre anni.

“La parola chiave in questo caso è innovazione – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini – un rinnovamento dell’offerta, in questo distretto turistico da oltre 40 milioni di presenze l’anno, che la Regione sosterrà con appositi bandi. La Giunta ha presentato il proprio progetto di legge in Assemblea legislativa, dove avremo modo di discuterne con l’obiettivo di sviluppare la competitività del turismo balneare dell’intera riviera, da Goro a Cattolica”. Continua a leggere →

Condividilo:

Quasi 120mila euro di fondi per le Pro loco del ravennate

Valorizzazione del territorio: fondi quasi triplicati rispetto allo scorso anno

Il gioco di squadra tra le Pro loco, custodi delle tradizioni dei piccoli territori, si è dimostrato vincente. Il bando regionale a sostegno delle attività di queste associazioni di cittadini innamorati del proprio paese, valorizzandone bellezze, folclore e usanze, porterà nel ravennate fondi per 120mila euro, risorse quasi triplicate rispetto allo scorso anno.
I fondi, che andranno a finanziare progetti dedicati all’animazione turistica e alla valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche e culturali del territorio regionale, sono stati assegnati nei giorni scorsi dalla Giunta.

La fetta più ingente delle risorse messe a disposizione tra tutte le Province (11 i raggruppamenti partecipanti) è andata al territorio ravennate, con uno stanziamento che copre in maniera omogenea ogni parte del territorio. Continua a leggere →

Condividilo:

Concessioni demaniali e direttiva Bolkestein, servono certezze

Da otto anni ormai la direttiva Bolkestein, sulla liberalizzazione dei servizi all’interno dell’Unione europea, tiene con il fiato sospeso gli operatori balneari. Ben 30mila imprenditori, 1500 nella sola Emilia-Romagna, che hanno investito nei propri stabilimenti e, dopo una serie di proroghe, non hanno ancora una parola certa sul proprio futuro professionale.

Una risoluzione presentata all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, primo firmatario Mirco Bagnari, vuole ora impegnare la Giunta a verificare se si può approvare una norma prima della scadenza delle concessioni nel 2020: “Bisogna sbloccare in tempi rapidi la situazione di incertezza in cui versa il settore balneare – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria del documento – che ha di fatto comportato una stasi negli investimenti degli operatori, rischiando di impoverire l’attrattività generata nel nostro territorio da un settore così rilevante per l’economia regionale. Settore che, peraltro, si è sempre connotato per innovatività e qualità dell’offerta”. Continua a leggere →

Condividilo:

Le storiche emozioni del Niballo saranno amplificate dalla Rete

Una festa antica, vissuta con il cuore nel territorio, che si apre al mondo intero grazie ai social. Si tratta della 62esima edizione del Niballo Palio di Faenza, pronto a mostrare ad appassionati e curiosi (dal vivo e in Rete) giostre, tornei ed eventi rionali al motto di “Le tue emozioni, la nostra storia”.

La giostra vera e propria si terrà domenica 24 giugno allo stadio Bruno Neri, mentre la Bigorda d’Oro si correrà sabato 9. Piazza del Popolo, invece, tornerà ad ospitare le gare delle bandiere sabato 16 e domenica 17 giugno.

“Tantissimi volontari si impegnano ogni anno per la riuscita del Palio – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – fiore all’occhiello di Faenza e della Romagna intera. Il loro lavoro è riconosciuto e sostenuto dalla legge regionale sulle rievocazioni storiche, nata dalla consapevolezza che queste manifestazioni rivestono sia a livello turistico che per le comunità locali, riproponendo in modo unico le tradizioni del passato in una forma che non cessa di meravigliare e appassionare”. Continua a leggere →

Condividilo:

Un po’ alberghi, un po’ case: arrivano i Condhotel

Il turismo cambia e con esso il concetto di albergo. Per andare incontro alle esigenze di turisti e albergatori, la Regione varerà entro l’estate il regolamento attuativo sui “Condhotel”, tipologia ricettiva già presente in molti Paesi europei.

Gli albergatori potranno vendere ai privati parte delle camere dell’hotel ottenendo risorse fresche da reinvestire per accrescere qualità e ricettività. Una leva finanziaria a disposizione delle imprese alberghiere per riqualificare le proprie strutture, allineandole sempre di più agli standard internazionali. Continua a leggere →

Condividilo:

Finanziamenti alle Pro loco: 45mila euro per il ravennate

Premiati dal bando regionale tre progetti presentati da otto enti del territorio

Un aiuto prezioso per chi si spende con passione per il proprio territorio: “45mila euro alle Pro loco della provincia di Ravenna grazie al bando indetto dalla Regione la scorsa estate e dedicato specificamente alle attività di queste associazioni di promozione sociale. La graduatoria premia tre progetti presentati dalle nostre realtà locali che hanno saputo dimostrare una buona intraprendenza e capacità di aggregazione e collaborazione” annuncia la consigliera regionale Manuela Rontini.

“Si sono aggiudicate 10mila 714 euro le Pro loco di Casola Valsenio, Brisighella e Riolo Terme per ‘Sapori e colori d’autunno nel Parco della vena del gesso romagnola’, 22mila euro sono destinati al programma di attività ‘Assaggio e paesaggio, gusti fuori dalla stagione’ presentato da Milano Marittima, Savio e Castiglione di Cervia, infine 12mila e 228 euro andranno alle Pro loco di Solarolo e Cotignola per il progetto ‘Le feste della tradizione nel paesaggio della centuriazione’ – riporta la consigliera regionale –. Sono somme certamente rilevanti per organizzare iniziative e attività ricreative e culturali sul territorio. Le Pro loco animano infatti la vita di tante comunità creando momenti di aggregazione e svago sia per i residenti, sia per i visitatori”. Continua a leggere →

Condividilo:

Finanziamenti regionali per commercio e turismo nel faentino e in Bassa Romagna

Fondi in arrivo per importanti progetti di riqualificazione urbana e di marketing territoriale

Palazzo San Giacomo, Russi (Ravenna)Sono circa 341mila euro i finanziamenti che arrivano dalla Regione a quattro enti della provincia di Ravenna per progetti di riqualificazione urbana e commerciale dei centri storici e di marketing territoriale.

“Un sostegno diretto al commercio e turismo, ma anche investimenti per migliorare la qualità della vita urbana partendo da quelle che sono le piazze più importanti di paesi e centri urbani di piccole e medie dimensioni – riporta la consigliera regionale Manuela Rontini –. A ottenere il finanziamento, infatti, sono Brisighella e Russi, entrambi comuni di meno di 25mila abitanti, che riceveranno rispettivamente 93mila e 134mila euro per la valorizzazione e riqualificazione delle aree commerciali, mercati, spazi e arredi urbani. Un impulso diretto all’economia di vicinato ma anche ad aumentare il benessere delle comunità che frequentano quelle piazze”. Continua a leggere →

Condividilo:

Ferrovie del ravennate da valorizzare

Interrogazione alla Giunta regionale per avviare un percorso di turismo consapevole e sostenibile

Valorizzare le linee ferroviarie secondarie è possibile, con ricadute positive tanto per i residenti nelle zone attraversate quanto sul turismo slow. Un esempio positivo, in questo senso, è la ferrovia Faentina che corre tra la città manfreda e Borgo San Lorenzo arrivando a Firenze. Da quando, a fine anni ’90, è stato ripristinato il tratto che passa per Vaglia (FI), sono aumentati i passeggeri e si è tornati a ragionare di ulteriori investimenti in chiave turistica.

Il “turismo lento”, ossia l’approccio consapevole e sostenibile a luoghi che si trovano al di fuori dei tradizionali itinerari turistici, passa anche per il recupero delle linee ferroviarie dismesse, sospese o poco utilizzate, che spesso si connotano per il particolare pregio naturalistico, storico o archeologico.

Su questo tema i consiglieri regionali Pd Manuela Rontini e Mirco Bagnari (primo firmatario) hanno presentato alla Giunta regionale un’interrogazione per sapere: “quali siano nel territorio ravennate le tratte di pregio dismesse o in dismissione e se la Giunta intenda aprire un dialogo col ministero per i Beni culturali e ambientali affinché sia possibile inserire nel relativo elenco quelle di maggior pregio”. Continua a leggere →

Condividilo: