Ambulanze a Faenza: si può fare di più? Interrogazione in Regione

Dall’inizio del mese di luglio sono cambiati i nomi delle ambulanze operanti nell’area del faentino e di parte del ravennate. Il servizio invece è rimasto lo stesso, così come deciso nell’autunno scorso, con lo spostamento di un’ambulanza a Russi.

Oggi i mezzi a servizio del Comune di Faenza sono: Faenza 32 (in servizio h 24), Faenza 35 (servizio 12 ore), Riolo 34 (ex Faenza 34, in servizio h 24) e Russi 33 (ex Faenza 33, in servizio h 24). A queste si aggiunge un’auto medicalizzata posta a Faenza 24 al giorno.

Ma la copertura attuale è sufficiente? E, in ogni caso, potrebbe migliorare? A chiederlo è la consigliera regionale Manuela Rontini, autrice di un’interrogazione a risposta immediata all’assessore alla Sanità Sergio Venturi.

Continua a leggere →
Condividilo:

Memoria del Novecento: in arrivo 70mila euro per progetti in provincia di Ravenna

Prosegue l’obiettivo della legge regionale sulla Memoria

La Regione ha deliberato l’assegnazione dei fondi previsti dal bando relativo alla legge sulla Memoria del Novecento. “Nel territorio ravennate – riporta la consigliera regionale Pd, Manuela Rontini – arriveranno contributi per 70mila euro, utili a sostenere un corposo programma di attività legate alla valorizzazione dei luoghi della memoria, alla tutela e conservazione dei documenti storici, alla ricerca e alla raccolta delle testimonianze. Fondi destinati a progetti che hanno l’obiettivo di riannodare i fili della memoria, per non far cadere nell’oblio i fatti che hanno segnato il XX secolo e, con essi, il nostro presente”.

L’avviso era rivolto ad Associazioni, Istituzioni senza fini di lucro, Comuni e Unioni di Comuni ed in particolare la Regione ha voluto sostenere la realizzazione di progetti integrati, favorendo l’aggregazione e l’interazione tra i soggetti.

Nello specifico i fondi sosterranno la realizzazione di 7 progetti nel territorio della provincia di Ravenna, 2 dei quali presentati da Enti locali.

Continua a leggere →
Condividilo:

Tangenziale nord di Faenza, primo ok dalla Regione

Il progetto è stato inserito nel Prit 2025: “Via il traffico dal centro”

I numeri del traffico da e per la zona nord di Faenza sono impressionanti: sul Cavalcavia, che collega il casello autostradale e la via Naviglio con il centro della città, passano oltre 16mila veicoli al giorno per senso di marcia, con punte che superano i 19mila.

Si tratta di un milione di veicoli al mese, in media 16.589 ogni giorno verso Faenza e 16.775 in uscita. Cifre astronomiche, che impongono la ricerca di una soluzione. E la via d’uscita, grazie all’impegno di Regione e Comune, oggi appare finalmente un po’ più vicina.

Continua a leggere →
Condividilo:

Il Pd verso il 2020: persone, programmi e unità fanno la differenza

Il testo dell’intervista apparsa ieri, domenica 2 giugno 2019, nell’edizione di Ravenna-Faenza-Lugo de “Il Resto del Carlino” a firma A.V.

Con Manuela Rontini, consigliera regionale per il Pd, chiudiamo, almeno per il momento, le riflessioni dei vari partiti sull’esito delle ultime consultazioni elettorali nel nostro territorio.

Continua a leggere →
Condividilo:

Dalla Regione il nuovo bando per le rievocazioni storiche: 300mila euro per enti locali e associazioni

Approvato in Commissione il nuovo bando regionale per le rievocazioni storiche che si svolgono in Emilia-Romagna. Entro il 20 maggio, gli enti locali o le associazioni iscritte nell’apposito elenco regionale che organizzano iniziative inserite nel Calendario delle manifestazioni storiche, potranno fare domanda di contributo, esclusivamente mediante posta elettronica certificata.

“Quest’anno c’è un’importante novità – spiega la consigliera Manuela Rontini, che era stata relatrice della proposta di legge in Aula –. Per la prima volta, infatti, da quando abbiamo approvato la legge regionale sulle rievocazioni storiche, il bando è unico: a disposizione ci sono 300mila euro, sia per l’organizzazione delle manifestazioni, sia per i progetti di conservazione e restauro dei materiali necessari allo svolgimento degli eventi, che per la realizzazione di nuovi costumi”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Un altro passo avanti verso il riconoscimento Unesco della Vena del gesso

Appaiono immobili da migliaia di anni, eppure avanzano spedite verso il riconoscimento Unesco. Sono le aree carsiche gessose dell’Emilia-Romagna, candidate all’elenco italiano dei siti naturalistici patrimonio mondiale dell’umanità.

Il sito è costituito da varie aree carsiche, che si estendono dall’Appennino reggiano fino al Faentino (parco regionale della Vena del Gesso romagnola), tutte con peculiarità uniche a livello mondiale.

Il percorso di candidatura del progetto “Grotte e carsismo evaporitico dell’Emilia-Romagna” è stato condiviso di recente nella commissione Ambiente dell’Assemblea legislativa, presieduta dalla consigliera regionale Manuela Rontini, a cui sono intervenuti Massimiliano Costa (direttore dell’Ente parco e coordinatore della candidatura) e l’assessore regionale Paola Gazzolo. Qui è arrivato il primo via libera al protocollo d’intesa istituzionale della candidatura, che a seguito dell’approvazione in Giunta potrà ora continuare con rinnovato slancio il suo percorso.

Continua a leggere →
Condividilo:

Il caso del ConAmi approda in Regione

Da quasi sei mesi il ConAmi, consorzio pubblico da 300 milioni di euro di patrimonio, è in fase di stallo. L’ultima assemblea dei soci (il consorzio è composto da 23 Comuni, dislocati tra Emilia-Romagna e Toscana) non ha portato infatti alla nomina del nuovo Consiglio di amministrazione. Un intoppo pesante, che mantiene bloccati investimenti per oltre 40 milioni di euro sul ciclo idrico, ambiente e gestione rifiuti, innovazione energetica.

Ora il caso arriva in Regione Emilia-Romagna, con un’interrogazione nella quale si chiede se la Giunta non intenda “Intervenire quanto prima per evitare danni erariali ai territori”.

Continua a leggere →
Condividilo:

La pista ciclabile di Borgo Tuliero sarà completata grazie alla Regione

La pista ciclabile in costruzione tra Faenza e Borgo Tuliero permetterà finalmente agli abitanti della frazione di andare e tornare dal centro in tutta sicurezza, a piedi o sulle due ruote. Il completamento di quest’opera di 1,2 chilometri, che si allaccia ai percorsi ciclabili già esistenti, era però a rischio per la mancata realizzazione di un’opera di urbanizzazione a carico di un privato vicino al centro urbano.

Per scongiurare il pericolo di una pista incompleta, nei giorni scorsi la Regione ha deliberato anche il finanziamento dell’ultimo tratto di 110 metri, dall’incrocio della strada provinciale 16 con via San Martino in prosecuzione della ciclabile in fregio al Ponte Rosso. Continua a leggere →

Condividilo:

Il 50esimo del premio Europa a Faenza celebrato all’Europarlamento

Un viaggio istituzionale al Parlamento Europeo per suggellare, cinquant’anni dopo, il profondo legame di Faenza con gli ideali di una Europa unita, solidale e in pace.

Le celebrazioni del 50esimo anniversario del conferimento del Premio Europa a Faenza (prima città italiana non capoluogo a ricevere tale prestigioso riconoscimento) ha vissuto in questi giorni uno dei suoi momenti più importante e simbolici: la visita di una rappresentanza faentina alla sede di Bruxelles del Parlamento europeo.

Guidata dal sindaco Giovanni Malpezzi, la delegazione comprendeva l’assessore alle politiche europee Andrea Luccaroni, la consigliera regionale Manuela Rontini in rappresentanza del presidente della Regione Stefano Bonaccini, Simona Saliera (presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna), Pietro Baccarini (nel 1968 con l’allora sindaco Elio Assirelli protagonista della premiazione, nel ruolo di assessore comunale alle pubbliche relazioni), il comandante della polizia locale Paolo Ravaioli e la responsabile progetti europei del Comune di Faenza Monica Visentin.  Continua a leggere →

Condividilo:

Telecamere e banche dati: il modello faentino preso a modello

Per la Regione, il sistema di videosorveglianza delle targhe auto in funzione nel territorio della Romagna faentina è un modello virtuoso da estendere a tutte le città emiliane e romagnole.

Con l’approvazione, nei giorni scorsi, di una risoluzione presentata dal Pd, l’Assemblea legislativa regionale ha chiesto al Governo specifici accordi per avviare sperimentazioni volte a favorire l’interconnessione tra le amministrazioni locali dell’Emilia-Romagna e le relative strutture di polizia, con il sistema di controllo targhe del Servizio nazionale controllo targhe e transiti presso la Polizia di Napoli, al fine di consentire una verifica in tempo reale di eventuali auto rubate. Continua a leggere →

Condividilo: