Il caso del ConAmi approda in Regione

Da quasi sei mesi il ConAmi, consorzio pubblico da 300 milioni di euro di patrimonio, è in fase di stallo. L’ultima assemblea dei soci (il consorzio è composto da 23 Comuni, dislocati tra Emilia-Romagna e Toscana) non ha portato infatti alla nomina del nuovo Consiglio di amministrazione. Un intoppo pesante, che mantiene bloccati investimenti per oltre 40 milioni di euro sul ciclo idrico, ambiente e gestione rifiuti, innovazione energetica.

Ora il caso arriva in Regione Emilia-Romagna, con un’interrogazione nella quale si chiede se la Giunta non intenda “Intervenire quanto prima per evitare danni erariali ai territori”.

Continua a leggere →

Raddoppio dell’Ires al non profit, serve una marcia indietro

La Giunta regionale deve attivarsi presso il Governo per l’immediato ripristino dell’Ires agevolata agli enti non profit.

A chiederlo è una risoluzione presentata all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna: “Il raddoppio dell’Ires, dal 12 al 24 per cento, per gli organismi non commerciali votato in Parlamento colpirà enti di assistenza sociale e ospedalieri, società di mutuo soccorso, istituti di istruzione e ricerca senza scopo di lucro, realtà benefiche, sociali o culturali – commenta Manuela Rontini, firmataria del documento – e poco ci rassicurano le parole del vicepremier Di Maio che ha parlato di errore commesso in buona fede. Pensare di colpire coloro che fanno finto volontariato, danneggiando al contrario chi lo fa sul serio, è indice di grave pressapochismo e della totale mancanza di confronto con i soggetti interessati”.

Continua a leggere →

Lotta alla cimice asiatica, 2,7 milioni di euro dalla Regione

Per combattere la cimice asiatica, fastidiosa nelle case ma vero flagello nei campi, la Regione scommette sulla prevenzione. Un bando aperto in questi giorni mette a disposizione degli agricoltori 2,76 milioni di euro per prevenire i danni di questo insetto che, anche se non punge e non è pericoloso per gli uomini, causa ogni anno danni gravissimi alle coltivazioni.

I guasti maggiori si concentrano sugli alberi da frutto come peri, kiwi, meli e peschi. Le risorse stanziate permetteranno agli agricoltori di intervenire sulle reti antigrandine già esistenti, chiudendole con reti laterali antinsetto.

Continua a leggere →

Celiachia, buoni spendibili via tessera sanitaria ai nastri di partenza

Novità in arrivo per i celiaci emiliani e romagnoli, 17mila persone che soffrono di questa particolare intolleranza al glutine.

A quattro anni dall’avvenuta digitalizzazione dei buoni per il ritiro dei prodotti gluten free (che ha messo fine alle file agli sportelli per il ritiro dei tagliandi), la Regione Emilia-Romagna ha dato il via al nuovo percorso di dematerializzazione, per trasformare la tessera sanitaria in un vero borsellino elettronico.

Lo prevede una delibera di Giunta, approvata a fine dicembre, che supera le normative precedenti (vecchie di undici anni) e recepisce anche i nuovi tetti di spesa imposti dal Governo, in vigore dal primo gennaio. Limiti che, eccezion fatta per i bebè fino a dodici mesi, prevedono una significativa riduzione degli importi. Basti pensare che il limite mensile per un anziano passa da 140 a 89 euro.

Continua a leggere →

Auto ibride, la Regione estende il bonus sul bollo a tutto il 2019

Anche per l’anno in corso i cittadini emiliani e romagnoli che acquisteranno un’auto ad alimentazione ibrida, a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico, potranno beneficiare di contributi regionali per tre anni.

Si tratta di un contributo annuo fino a un massimo di 191 euro, erogato per un triennio, pari al valore del bollo di un’auto di media cilindrata. Le richieste potranno essere inoltrate dal 15 gennaio e fino a fine anno.

Nei primi due anni di applicazione la misura ha riscosso un grande successo, con 5.780 richieste presentate per auto immatricolate nel 2017 e nel 2018.

Continua a leggere →

Dalla Regione oltre 220mila euro per il restauro della Casa Museo di Alfredo Oriani, “Il Cardello”

Buone notizie per Casola Valsenio: sono infatti in arrivo, dalla Regione Emilia-Romagna, i fondi per la ristrutturazione della Casa Museo “Il Cardello”.

“Risorse – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini – finalizzate alla valorizzazione storica e artistica dei nostri beni culturali, messe a disposizione nell’ambito della legge 40 con un bando rivolto ai Comuni con meno di 20mila abitanti. Il progetto dell’Amministrazione comunale di Casola Valsenio è uno dei diciotto che, a livello regionale, vedrà assegnarsi un contributo per l’intervento di restauro della Casa Museo Il Cardello, l’edificio in cui Alfredo Oriani trascorse gran parte della sua vita e scrisse tutte le sue opere”.

Continua a leggere →

Nasce il Registro regionale tumori, nuova arma per la ricerca e la prevenzione

Per la prima volta in tutto il territorio emiliano e romagnolo si avrà un’acquisizione sistematica di dati sui malati oncologici, per finalità di ricerca scientifica e programmazione dell’assistenza sanitaria.

Il via libera è arrivato dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna che ha dato, all’unanimità dei presenti, parere positivo al Regolamento regionale per il funzionamento del registro tumori.

Il Registro, previsto dalla legge regionale 9 del 2017, rappresenterà un’arma in più nella lotta contro il cancro: “Disporre di dati raccolti in modo uniforme su tutto il territorio regionale, come la distribuzione dei casi, i fattori di rischio, gli esiti delle diagnosi e delle terapie – commenta la consigliera Manuela Rontini – aiuterà tanto i ricercatori sanitari quanto la programmazione dei servizi. Con uno sguardo al futuro, dato che l’Emilia-Romagna è pronta a essere collegata ad un eventuale Registro tumori nazionale”.

Continua a leggere →

Un’opera strategica per Bagnacavallo: via libera al sottopassaggio ferroviario e nuova viabilità

Un’opera attesa da molti anni a Bagnacavallo, la soppressione del passaggio a livello sulla linea ferroviaria Castel Bolognese-Ravenna, vedrà la luce grazie al contributo decisivo della Regione Emilia-Romagna.

Nel 2019 sarà bandita la gara d’appalto per la realizzazione del sottopassaggio ferroviario di collegamento tra la strada statale San Vitale e la strada provinciale Naviglio, a seguito del via libera del Consiglio comunale di Bagnacavallo alla convenzione attuativa con Rfi, Regione e Provincia, avvenuto nei giorni scorsi.

Continua a leggere →

Elisoccorso: una risoluzione per potenziare le aree di atterraggio notturno

L’elisoccorso è un servizio in grado di fare la differenza tra la vita e la morte di una persona, quando fatti gravi accadono lontano dai grandi centri e la necessità di un soccorso immediato è vitale. Per questo la Regione, nei mesi scorsi, ha deciso di allargare a macchia d’olio le aree di atterraggio idonee all’elisoccorso notturno, oltre a potenziare il servizio con visori notturni già dalla scorsa estate.

Un impegno importante quello in atto, ma una risoluzione presentata in Assemblea legislativa chiede alla Giunta regionale di fare di più, specie in Romagna: “I punti di atterraggio disponibili sul territorio devono essere capillari – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria del documento – per questo vogliamo impegnare la Giunta a incrementare il numero di aree di atterraggio funzionali all’elisoccorso sanitario notturno così da aumentare, in caso di bisogno, l’accesso al servizio da parte della popolazione”.

Continua a leggere →

Via il superticket su farmaci, visite ed esami. Nel ravennate esentate 233mila persone

L’annuncio della Regione è dell’estate scorsa: dal 2019 niente più superticket su medicine e prestazioni specialistiche per i nuclei familiari con redditi fino a 100mila euro. E addio anche al ticket base, da 23 euro, sulle prime visite specialistiche per famiglie con almeno due figli a carico. Ora, a pochi giorni dalla fine dell’anno, la misura è pronta a partire.

In tutta l’Emilia-Romagna il provvedimento interessa 1,2 milioni di persone, che non dovranno fare nulla: il codice della fascia di reddito, infatti, sarà attribuito in automatico. Sommati ai cittadini già oggi esclusi dal superticket (quelli con redditi fino a 36.152 euro), si arriva a 3,2 milioni di cittadini esentati dal pagamento aggiuntivo.

Allo stesso tempo, per un milione e centomila persone (con due o più figli a carico) sarà abolito pure il ticket sulla prima visita specialistica. La manovra farà risparmiare in tutto agli emiliani e ai romagnoli ben 34 milioni di euro, coperti interamente da risorse regionali.

Continua a leggere →