Corsi professionali per il commercio e la somministrazione di alimenti e bevande, sbloccare la situazione

I corsi professionali per il commercio e la somministrazione di alimenti e bevande sono al centro di un’interrogazione della consigliera regionale Manuela Rontini, che ha chiesto alla Giunta “come si stia muovendo per permettere, nel minor tempo possibile, il completamento dei corsi e lo svolgimento della prova di verifica finale, bloccati da settimane a causa dell’emergenza Coronavirus, consentendo così ai partecipanti che la supereranno di ottenere l’attestato di frequenza e di poter finalmente intraprendere la nuova attività per cui hanno studiato e investito tempo e risorse, con benefici anche per la ripresa dell’economia regionale”.

Continua a leggere →

Comuni limitrofi ma in Regioni diverse, rivedere le limitazioni

“Seguiamo le regole, ma chiediamo buon senso”

Quello della riapertura dei confini regionali è un tema che si sta dibattendo a livello nazionale, ma per tante persone rappresenta un vincolo difficile da mandar giù per ragioni molto semplici e di natura squisitamente pratica.

“In una Regione estesa come l’Emilia-Romagna e che divide il Nord dal Centro Italia, sono molti i Comuni che confinano con altre Regioni – richiama la consigliera regionale Manuela Rontini –. Penso al caso limite di Marradi, che è in provincia di Firenze ma è meglio collegata ai comuni limitrofi della Romagna rispetto a quelli del territorio toscano. Ma potrei citare numerosi altri esempi. Che sia per fare la spesa o sbrigare qualche commissione, o che sia per incontrare i propri cari, che spesso risiedono a pochi chilometri dal confine, alla vigilia della riapertura delle attività commerciali del prossimo 18 maggio, che di fatto rappresenta il vero inizio di una nuova fase, mi sento di sposare in pieno la causa di chi vive in Comuni limitrofi ma in regioni diverse e ci chiede di intervenire”.

Continua a leggere →

Balneazione e ristorazione, dall’Emilia-Romagna un no ai documenti Inail

“Per molte imprese e lavoratori una condanna a chiudere, fare debiti, rinunciare al lavoro”

“Distanziamento, turnazione, modalità di accoglienza e gestione della clientela. I documenti tecnici, sottoscritti anche dall’Istituto Superiore di Sanità, che Inail ha fatto circolare in materia di ristorazione e servizi balneari descrivono un’utopia insostenibile. Per alcuni, operatori e lavoratori delle centinaia di migliaia di attività in tutta Italia, sono semplicemente una condanna a chiudere, a fare debiti, alla rinuncia al lavoro.”

Questa la presa di posizione comune ai consiglieri Pd eletti nel territorio della costa dell’Emilia-Romagna.

“Senza entrare nel merito di quanto immaginato da Inail, sottolineiamo come sia mancata una condivisione di quelle indicazioni con enti, organizzazioni e rappresentanti delle comunità che dovrebbero metterle in pratica. In Regione Emilia-Romagna, visto che non si può più aspettare, stiamo facendo altro, partendo proprio dalle proposte degli operatori e dei loro rappresentanti per costruire un perimetro sostenibile e credibile di regole e di buone pratiche che consentano di lavorare in sicurezza.”

Continua a leggere →

“Le nostre misure straordinarie per far ripartire tutta l’economia”

Intervista pubblicata su SetteSere dell’8 maggio 2020

Consigliera Rontini, dopo due mesi di “Covid-19” dall’emergenza sanitaria, in miglioramento, si sta passando a quella economica. Quali sono le misure più importanti contenute nel “bazooka” da 14 miliardi annunciate dal presidente Bonaccini?

Dietro quel piano, presentato nei giorni scorsi dal Presidente Bonaccini, c’è innanzitutto la convinzione che, a fronte della più grande crisi dal dopoguerra ad oggi, servano misure straordinarie a partire da robusti investimenti pubblici. Più nel dettaglio, si tratta di un programma di opere subito cantierabili (6 miliardi già entro l’anno), incentrato su cinque ambiti di intervento: salute, scuola, mobilità, imprese, ambiente e territorio. Ad esempio, 447 milioni di euro sono destinati alla realizzazione di nuove scuole e alla ristrutturazione degli edifici esistenti, con criteri antisismici e a basso impatto ambientale, mentre 350 milioni consentiranno l’apertura di cantieri contro il dissesto idrogeologico.

Continua a leggere →

Parrucchiere ed estetiste, valutare la riapertura prima di giugno, in sicurezza

Presentata un’interrogazione alla Giunta regionale a supporto degli occupati nel settore

Estetisti e parrucchieri sono chiusi dall’11 marzo, come moltissime attività, ma stando a quanto dichiarato dal Presidente del Consiglio Conte, saranno tra gli ultimi a riaprire, il prossimo giugno.

“Queste categorie rischiano di pagare uno dei prezzi più alti della crisi. Molte piccole attività difficilmente riusciranno a ripartire, non potendosi più permettere affitto, utenze e dipendenti. Al loro disagio, si affianca quello dei cittadini. Non è un mistero infatti che non potersi più affidare alle mani del proprio barbiere, della propria estetista o acconciatrice stia diventando un problema sentito da molti, di cui si è involontariamente fatto portavoce persino il Presidente della Repubblica Mattarella in un simpatico fuori onda” ricorda la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della Commissione Politiche economiche.

Continua a leggere →

Smartworking, dalla Regione 210mila euro per il faentino e la Bassa Romagna

Investimenti sulle infrastrutture e sulla formazione per impostare una nuova organizzazione del lavoro negli uffici pubblici e privati

Per sviluppare o consolidare lo smartworking negli uffici pubblici la Regione Emilia-Romagna ha già messo a disposizione degli Enti locali poco meno di 800mila euro, a fronte di un contributo complessivo di 2 milioni, disponibili attraverso un apposito bando che resterà aperto fino al prossimo 31 luglio.

“Di questo primo stanziamento, ben 210mila euro arriveranno in provincia di Ravenna. – riporta la consigliera regionale Manuela Rontini – Si sono infatti aggiudicati 105mila euro ciascuno, pari al 70% dell’importo, i progetti presentati dall’Unione della Romagna Faentina e dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, denominati rispettivamente ‘6RF Smartworking’ e ‘LA Bassa Romagna’, del valore complessivo di 300mila euro”.

Continua a leggere →

Sanità, il Pd in Regione chiede un bonus per tutti gli operatori delle Case residenza anziani

Il contributo già previsto per medici, infermieri e operatori del servizio sanitario regionale, va riconosciuto anche a chi lavora con anziani e persone non autosufficienti

“La Regione Emilia-Romagna garantisca un contributo economico extra anche a tutti gli operatori socio-sanitari impegnati, in questi mesi difficilissimi, nell’assistenza degli anziani accolti presso le strutture residenziali accreditate per la cura delle persone non autosufficienti”.

Continua a leggere →

Didattica a distanza e digital divide, la Regione in campo per sostenere famiglie e studenti

Al ravennate oltre 305mila euro per pc, tablet e schede internet per i minori in una condizione familiare svantaggiata

La Regione Emilia-Romagna corre in aiuto di molte famiglie che oggi sono alle prese con le difficoltà dovute al repentino passaggio dalla didattica tradizionale a quella online.

“Rispetto all’emergenza coronavirus, i bambini e i ragazzi sono forse quelli che più di tutti hanno dovuto imparare ad adattarsi a cambi repentini. Da due mesi, infatti, non possono frequentare aule e compagni e dalla scuola primaria alle superiori sono passati alle lezioni online. Uno sforzo che condividono con insegnanti e direzioni didattiche, ma che per molte famiglie è difficile da gestire. Servono infatti connessioni veloci e device. C’è chi non aveva a disposizione né le une né gli altri, chi li deve condividere con fratelli e sorelle o con mamme e papà che lavorano da casa. In tanti fanno fatica a restare al passo. – a fare il punto è Manuela Rontini, consigliera regionale Pd, che aggiunge – Ecco perché la nostra Regione è intervenuta con 5 milioni di euro”.

Continua a leggere →

Agricoltura, Rontini sollecita la Regione sul settore florovivaistico

“Crisi senza precedenti, incertezza e necessità di azioni specifiche per sostenere aziende e lavoratori del settore” 

“Il settore florovivaistico è allo stremo e sconta specifiche problematiche che nella crisi generale causata dal Coronavirus e dalle contrazioni del mercato, sia interno che internazionale, aggravano ulteriormente la situazione delle aziende che coltivano e commercializzano fiori e piante in vivaio – a intervenire a riguardo è la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della commissione Politiche economiche, che sul tema ha presentato una interrogazione – Il comparto ha poi risentito anche del divieto di celebrare cerimonie come battesimi, matrimoni, lauree e funerali, nonché per la chiusura dei cimiteri e dei fiorai”.

Continua a leggere →

Orti familiari, bisogna poter coltivare anche quelli non vicini a casa

Tante famiglie in Emilia-Romagna contano sulle coltivazioni del proprio orto per mettere a tavola qualcosa di sano e genuino, nonché per risparmiare qualche soldo e fare un po’ di salutare attività fisica all’aria aperta.

Dallo scoppio dell’emergenza Covid-19 però chi ha un orto lontano da casa, di proprietà o in un appezzamento comunale, non può più andare a coltivarlo.

Continua a leggere →