Partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche, nuova legge in Emilia-Romagna

La partecipazione dei cittadini è linfa per la democrazia e non può, non deve, limitarsi alle urne. Per promuovere il contributo dei cittadini alle politiche pubbliche, rendendoli attivi e partecipi, la Regione Emilia-Romagna ha varato una nuova legge che prende il posto di quella in vigore dal 2010.

I processi partecipativi potranno essere chiesti soggetti privati singoli o associati, per poi allargarsi nel percorso alle imprese e a tutti coloro che risiedono studiano o soggiornano nel territorio. Questi processi saranno poi sottoposti a verifica e oggetto di una specifica sessione annuale dell’Assemblea legislativa. Continua a leggere →

Il piano per gli adolescenti si apre al confronto

I tempi cambiano, la società si evolve, ma una cosa non cambia: il disagio degli adolescenti, impegnati nella difficile transizione all’età adulta. Un’inquietudine sempre nuova, comunque, che tra social e telefonini passa per le nuove strade digitali.

Per organizzare una rete sociale di azioni che mirino a promuovere, tra i più giovani, il benessere, la socializzazione, le opportunità di crescita e il protagonismo sociale, la Regione ha predisposto ora un “Piano pluriennale per l’adolescenza” per il triennio 2018-2020. Una serie di interventi e buone pratiche pensati per prevenire e ridurre l’abbandono scolastico, la dipendenza da sostanze e gioco d’azzardo, contrastare il bullismo, il cyberbullismo e la violenza tra compagni.

Il documento, approvato dalla Giunta, si apre ora al confronto con la società civile, prima di approdare in Assemblea legislativa verosimilmente entro la fine dell’anno. Continua a leggere →

Il 50esimo del premio Europa a Faenza celebrato all’Europarlamento

Un viaggio istituzionale al Parlamento Europeo per suggellare, cinquant’anni dopo, il profondo legame di Faenza con gli ideali di una Europa unita, solidale e in pace.

Le celebrazioni del 50esimo anniversario del conferimento del Premio Europa a Faenza (prima città italiana non capoluogo a ricevere tale prestigioso riconoscimento) ha vissuto in questi giorni uno dei suoi momenti più importante e simbolici: la visita di una rappresentanza faentina alla sede di Bruxelles del Parlamento europeo.

Guidata dal sindaco Giovanni Malpezzi, la delegazione comprendeva l’assessore alle politiche europee Andrea Luccaroni, la consigliera regionale Manuela Rontini in rappresentanza del presidente della Regione Stefano Bonaccini, Simona Saliera (presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna), Pietro Baccarini (nel 1968 con l’allora sindaco Elio Assirelli protagonista della premiazione, nel ruolo di assessore comunale alle pubbliche relazioni), il comandante della polizia locale Paolo Ravaioli e la responsabile progetti europei del Comune di Faenza Monica Visentin.  Continua a leggere →

L’inquinamento padano non ha confini: via libera ai diesel euro 4 aspettando Lombardia e Veneto

Come ogni autunno in Emilia-Romagna sono tornate in vigore le misure di salvaguardia della qualità dell’aria. Il provvedimento, assai articolato, prevedeva tra le altre cose lo stop infrasettimanale ai veicoli diesel fino all’euro 4 (compresi) nelle città oltre i 30mila abitanti, dal primo ottobre a fine marzo.

A seguito di un confronto tra la Regione e i sindaci emiliani e romagnoli, questo punto è stato cambiato limitando il divieto fino ai diesel euro 3 (compresi), come avveniva già negli anni scorsi e come stabilito dalle confinanti Veneto e Lombardia. Continua a leggere →

Abbattimento barriere architettoniche: contributi pari a 1,62 milioni di euro per le case del ravennate

Arrivano finalmente sui territori i fondi del Governo per il superamento delle barriere architettoniche nelle case private, pensati per rendere le abituazioni più accessibili a disabili, persone anziane e a chiunque abbia difficoltà motorie, grazie ad ascensori, porte più larghe e bagni più ampi.

Per la provincia di Ravenna sono disponibili, nell’anno in corso, 1,36 milioni di euro ai quali si aggiungono altri 260mila euro di risorse regionali, per un totale di 1,62 milioni di euro.

I fondi nazionali sono stati stanziati, nel febbraio scorso, dall’allora ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio: “Erano quasi 15 anni che non veniva più rifinanziata la legge per il superamento delle barriere architettoniche nelle case private – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – e va dato merito al Governo Gentiloni e al ministro Delrio di essersi spesi per un provvedimento che va incontro alle esigenze delle fasce più deboli della popolazione. Si tratta di 180 milioni di euro nel triennio, 29 dei quali per l’Emilia-Romagna fino al 2020, finalmente a disposizione degli enti locali. A questi vanno aggiunti quasi 2,2 milioni di euro di fondi regionali. È dal 2014, infatti, che la Regione Emilia-Romagna stanzia ogni anno risorse proprie per questi interventi, supplendo di fatto alla lunga assenza di interventi statali. Il fondo regionale, ad oggi, ha permesso di finanziare oltre 2300 interventi di abbattimento di barriere architettoniche grazie a otto milioni di euro di contributi”. Continua a leggere →

Telecamere e banche dati: il modello faentino preso a modello

Per la Regione, il sistema di videosorveglianza delle targhe auto in funzione nel territorio della Romagna faentina è un modello virtuoso da estendere a tutte le città emiliane e romagnole.

Con l’approvazione, nei giorni scorsi, di una risoluzione presentata dal Pd, l’Assemblea legislativa regionale ha chiesto al Governo specifici accordi per avviare sperimentazioni volte a favorire l’interconnessione tra le amministrazioni locali dell’Emilia-Romagna e le relative strutture di polizia, con il sistema di controllo targhe del Servizio nazionale controllo targhe e transiti presso la Polizia di Napoli, al fine di consentire una verifica in tempo reale di eventuali auto rubate. Continua a leggere →

Manifestazioni storiche faentine, 87mila euro in arrivo dalla Regione

Non viene meno e, anzi, aumenta l’impegno della Regione nei confronti delle rievocazioni storiche: dopo i 34mila euro dello scorso anno ai Rioni faentini (per progetti di conservazione, restauro e ampliamento del patrimonio costumistico), quest’anno a Faenza andranno quasi 87mila euro.

Sono i frutti di un bando che attua quella legge regionale sulle rievocazioni (numero 3/2017) che vide come proponente e relatrice la consigliera dell’Assemblea legislativa Manuela Rontini.

“Si tratta di un sostegno crescente che mira a rendere più belle e qualificate le nostre manifestazioni storiche, a partire dal Niballo e dagli eventi correlati – commenta la consigliera regionale Rontini – un biglietto da visita pregiato per la città di Faenza, in grado di coinvolgere ogni anno tantissimi faentini, a partire dai più giovani, e di stupire i turisti. Il lavoro senza sosta dei rionali, che si impegnano come volontari durante tutto l’anno, viene così valorizzato e premiato”. Continua a leggere →

Basta plastica in mare, l’impegno della Regione per salvare l’ecosistema

Presentata risoluzione per limitare il flusso di plastica e microplastiche

La plastica che finisce in mare non si limita a inquinare: uccide i pesci e avvelena l’ecosistema marino. Per questo una risoluzione presentata in Regione Emilia-Romagna (prima firmataria Lia Montalti) vuole impegnare la Giunta a limitare il flusso di plastica e microplastiche nel mare, oltre a sensibilizzare i cittadini alla pulizia dei litorali.

“Si tratta di un problema rilevante sottovalutato da molti – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria del documento – nonostante i dati siano allarmanti. Nel solo mare Adriatico infatti si toccano punte di 1.000 rifiuti di plastica per chilometro quadrato, nel Golfo di Venezia, e valori decisamente superiori alla media anche nell’area turistica della riviera romagnola. Per questo vogliamo che la Regione promuova ogni azione possibile per limitare il flusso di plastica che finisce in mare, anche aderendo a campagne informative e di comunicazione per sensibilizzare i cittadini alla pulizia dei mari”. Continua a leggere →

Commissione Ambiente in visita al Cer, l’autostrada d’acqua dell’Emilia-Romagna

Un canale d’acqua lungo 135 chilometri, più della riviera stessa, che porta l’acqua del Po dal ferrarese alla provincia di Rimini. Un’opera mastodontica, il cui primo tratto risale a inizio ‘800 (sotto il dominio napoleonico) e la cui costruzione effettiva è in corso dal 1955.

Si tratta del Canale emiliano-romagnolo (Cer), autostrada d’acqua che irriga oltre 220mila ettari di campi, distribuendo 20mila metri cubi d’acqua all’industria e 30mila ai potabilizzatori.

Il Cer è stato oggetto, giovedì 27 settembre, di un approfondimento sul campo della commissione Ambiente dell’Assemblea legislativa, presieduta da Manuela Rontini, e dalla commissione Politiche economiche. I consiglieri hanno fatto visita all’impianto di sollevamento Palantone nel comune di Bondeno (Ferrara). Continua a leggere →

Un milione e mezzo di euro per i teatri del ravennate

I teatri hanno una doppia veste: sono edifici storici da conservare e luoghi vivi, da aprire a tutti e mantenere al passo con i tempi. Un doppio canale che trova il sostegno finanziario della Regione Emilia-Romagna

Ed è un finanziamento importante, da 5.605.011,27 euro, quello che la Regione realizza per 35 progetti legati al settore dello spettacolo nel territorio emiliano e romagnolo, di cui 1.454.184,07 euro destinati al ravennate.

Le risorse, che andranno a finanziare progetti di restauro, riqualificazione e adeguamento funzionale, miglioramento acustico e sismico, ma anche l’acquisto di attrezzature e arredi dei teatri, sono state deliberate nei giorni scorsi dalla Giunta. Continua a leggere →