Rigenerazione urbana e turismo, bandi per 45 milioni di euro dalla Regione

Il turismo in Emilia e in Romagna cresce in modo costante, passando dai 45 milioni di presenze del 2014 ai 60 milioni del 2018. Un trend che la Regione intende sostenere con due bandi per 45 milioni di euro.

“Il turismo, da sempre, rappresenta una componente importante dell’economia e del modo di vivere di questa Regione, specialmente in Romagna – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della commissione Territorio, Ambiente e Mobilità dell’Assemblea legislativa – ma oggi più che mai più deve andare di pari passo con la qualità della proposta, il rispetto dei luoghi e del paesaggio. Perciò questi bandi regionali a sostegno del turismo puntano in primo luogo sulla rigenerazione urbana, secondo i principi della nuova legge urbanistica. Vogliamo migliorare e innovare senza stravolgere o cementificare, rendendo anzi le nostre destinazioni turistiche all’altezza della domanda internazionale nel rispetto dell’ambiente e dello spirito dei luoghi”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Pesca e acquacoltura, oltre 5 milioni di euro dalla Regione

Un aiuto alla pesca in mare e alle attività di acquacoltura dell’intera costa regionale, dai lidi ferraresi al riminese, con interventi per 5,27 milioni euro. Si tratta di finanziamenti del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp) destinati allo sviluppo locale, basato su azioni che vedono come protagonisti enti pubblici e associazioni imprenditoriali. In questo caso il destinatario è il Gruppo di azione locale per la pesca “Costa dell’Emilia-Romagna”, partnership mista pubblico-privata, con capofila il Gal Delta 2000, che raggruppa 31 soggetti tra cui tutti i Comuni della costa adriatica, l’Università di Ferrara, oltre alle principali associazioni delle imprese private e cooperative della pesca e dell’agroalimentare dell’Emilia-Romagna.

Dei 5,27 milioni di euro assegnati al Gal “Costa dell’Emilia-Romagna”, quattro milioni sono destinati al finanziamento di progetti per l’ammodernamento e il miglioramento della competitività delle imprese, la trasformazione dei prodotti, lo sviluppo di attività integrative come l’ittiturismo, la riqualificazione dei luoghi di imbarco e sbarco del pescato. Un milione è il budget per le spese di gestione e il lancio di campagne informative mentre i restanti 270mila euro sono riservati a progetti di collaborazione di carattere interregionale o internazionale. Continua a leggere →

Condividilo: