Elisoccorso: una risoluzione per potenziare le aree di atterraggio notturno

L’elisoccorso è un servizio in grado di fare la differenza tra la vita e la morte di una persona, quando fatti gravi accadono lontano dai grandi centri e la necessità di un soccorso immediato è vitale. Per questo la Regione, nei mesi scorsi, ha deciso di allargare a macchia d’olio entro le aree di atterraggio idonee all’elisoccorso notturno, oltre a potenziare il servizio con visori notturni già dalla scorsa estate.

Un impegno importante, ma una risoluzione presentata in Assemblea legislativa chiede alla Giunta regionale di fare di più, specie in Romagna: “I punti di atterraggio disponibili sul territorio devono essere capillari –spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria del documento – per questo vogliamo impegnare la Giunta a incrementare il numero di aree di atterraggio funzionali all’elisoccorso sanitario notturno così da aumentare, in caso di bisogno, l’accesso al servizio da parte della popolazione”.

Continua a leggere →
Condividilo:

La Regione scommette sull’Elisoccorso: aumentano a macchia d’olio le aree

L’Emilia-Romagna investe sull’elisoccorso, aumentando le aree dedicate di quasi dieci volte entro il prossimo anno.

“Entro il 2019 le aree per il decollo e l’atterraggio dell’elisoccorso passeranno da 17 a 159, ben 83 delle quali in zone montane. Nel territorio ravennate le nuove aree a servizio degli elicotteri di soccorso, anche in orario notturno, saranno Brisighella, Casola Valsenio, Alfonsine, Lugo, Faenza, Russi e Cervia, oltre a quella presso l’ospedale di Ravenna già attiva dal giugno 2017” commenta la consigliera regionale Manuela Rontini.

L’investimento della Regione, pari a 3,2 milioni di euro, va a potenziare un servizio che lo scorso anno ha visto effettuarsi 3.213 missioni e 1.960 ore di volo. Alle nuove aree si aggiungerà, dalla prossima estate, un nuovo elicottero dotato di tecnologia Nvg (Night vision goggles, visori a intensificazione di luce) che consentirà di utilizzare anche basi di atterraggio non illuminate. Continua a leggere →

Condividilo:

Elisoccorso in spiaggia, quando i minuti fanno la differenza

Chiesta l’attivazione del servizio nei lidi romagnoli

Spiagge affollate e strade congestionate sono la prassi in riviera nel periodo estivo. Condizioni che aumentano di molto il rischio d’incidenti, colpi di calore o malori in mare, rendendo al tempo stesso assai difficile l’intervento tempestivo delle ambulanze.

“Il sistema che consentirebbe di portare nel minor tempo possibile un medico, e le attrezzature di primissima rianimazione, presso il paziente è quello del soccorso con eliambulanze dotate di verricello – spiega la consigliera regionale Pd Manuela Rontini – strumento in grado di calare operatore e strumenti da un’altezza di 40 metri, senza bisogno di fare atterrare l’elicottero. In questo modo, in attesa che arrivi l’ambulanza da terra, il paziente potrebbe già ricevere le indispensabili e preziosissime prime cure evitando, in molti casi, complicanze o addirittura il decesso”. Continua a leggere →

Condividilo: