Taglio del nastro per la ciclabile di Borgo Tuliero

La tanto attesa pista ciclopedonale tra Faenza e Borgo Tuliero è realtà. Il taglio del nastro è avvenuto lo scorso sabato 28 settembre, alla presenza del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, dell’assessore ai Lavori pubblici Claudia Zivieri, della consigliera regionale Manuela Rontini (in rappresentanza del presidente Stefano Bonaccini) e dei tecnici comunali.

L’opera è stata subito “invasa” pacificamente dai partecipanti alla camminata non competitiva organizzata da Asd Atletica 85 e dalla biciclettata della Scuola dell’Infanzia Arcobaleno.

“La nuova pista ciclopedonale di Borgo Tuliero, finanziata dalla Regione Emilia-Romagna, è davvero bella – ha commentato la consigliera Rontini, presidente della commissione Territorio Ambiente e Mobilità dell’Assemblea legislativa – ma soprattutto utile. Pedoni e ciclisti possono ora percorrere in sicurezza la strada provinciale 16 Marzeno, evitando i rischi di questa insidiosa arteria. Un’opera che risponde tanto alle attese degli abitanti della frazione quanto agli appassionati di cicloturismo. Oltre a ricucire Borgo Tuliero con il tessuto urbano, infatti, questa pista connette la mobilità dolce con le aree collinari di Castel Raniero, Pergola, Pideura, l’area di Sarna, Marzeno e Pietramora”.

Nella progettazione e realizzazione è stata posta particolare attenzione all’utilizzo di tecniche e materiali per un migliore inserimento dell’intervento nel contesto paesaggistico locale (pavimentazione in conglomerato bituminoso colorato, barriere stradali in legno e metallo, uso del ciotolato negli elementi di delimitazione della pista ciclopedonale).

La pista ciclopedonale, che ha comportato l’esecuzione di importanti opere strutturali, ha una larghezza di 2,50 metri e una lunghezza di circa un chilometro e mezzo, con 300 metri che incorporano un tratto stradale in zona con divieto di superare i 30 chilometri orari, nel borgo di case di Via Don Giovanni Verità.

Il costo complessivi dei lavori, comprensivo di ogni onere, è di circa un milione di euro, co-finanziato con un contributo di 80mila euro dalla Provincia di Ravenna e di 524 mila euro dalla Regione Emilia-Romagna.

Entro la primavera prossima, inoltre, la pista appena inaugurata sarà prolungata fino alla passerella ciclopedonale adiacente al ponte Rosso, un tratto di ulteriori 110 metri dal costo stimato di 380mila euro (coperti per metà dalla Regione).

Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.