Sovraffollamento dei treni regionali, problema ricorrente e da risolvere

Non si placa l’odissea dei pendolari sulla linea Piacenza-Ancona, che spesso in ogni periodo dell’anno subiscono disagi sulla tratta ferroviaria, non trovando posti a sedere o accumulando minuti di ritardo. Il problema arriva in Regione Emilia-Romagna per mezzo di un’interrogazione depositata in Assemblea legislativa.

“A fronte di un incremento del numero dei passeggeri facilmente prevedibile in occasione delle festività, abbiamo chiesto alla Regione se il gestore non abbia pensato di rafforzare il servizio con l’aggiunta di ulteriori carrozze al convoglio – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, tra i firmatari dell’atto –. Il problema si è presentato in particolar modo nella giornata del 17 aprile quando il treno regionale 2131, sulla linea Piacenza–Ancona, ha accumulato oltre 30 minuti di ritardo sulla partenza delle 16.32 dalla stazione di Bologna. La causa sarebbe da ricercare proprio nel sovraffollamento del convoglio, che ha causato malori e proteste, con i passeggeri accalcati all’interno dei vagoni e impossibilitati ad uscire per diverso tempo a causa del blocco delle porte”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Nuovi treni in arrivo sui binari emiliani e romagnoli

Nel 2019, con l’ingresso in servizio di 86 Pop e Rock, il rinnovo dei convogli destinati ai pendolari sarà totale

Qualche antipasto di futuro i viaggiatori e i pendolari emiliani e romagnoli lo hanno trovato sui binari già dallo scorso anno, con l’entrata in servizio di otto convogli Vivalto a doppio piano. Ma il pezzo forte è in programma per la primavera del 2019 con l’arrivo di 86 nuovi treni regionali, 47 di tipo Pop (media capacità) e 39 di tipo Rock (alta capacità). La fornitura dovrebbe concludersi nel giro di qualche mese, permettendo un rinnovo totale dei mezzi regionali entro la fine del 2019.

“L’Emilia-Romagna sarà la prima regione italiana ad avere in servizio questi treni – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della commissione Trasporti dell’Assemblea legislativa – come previsto dalla gara di affidamento dei servizi ferroviari regionali, vinta due anni fa da un consorzio tra Trenitalia e Tper. Considerando i Vivalto già consegnati, i nuovi Rock e Pop, gli Stadler sulle linee minori, i nuovi treni destinati all’Emilia-Romagna saranno un centinaio nel giro di pochi anni, consentendo il pensionamento delle ultratrentennali carrozze Mdve o Mdvc. Ancora molto resta da fare per migliorare la vita quotidiana dei pendolari, ma lo sforzo della Regione nei confronti di una mobilità più sostenibile non verrà meno”. Continua a leggere →

Condividilo:

Linea Faenza-Lavezzola: non servono nuovi abbonamenti

Sono cambiate, e in meglio, le modalità del servizio sulla linea Faenza-Lavezzola, ma una comunicazione carente ha causato qualche difficoltà agli studenti e ai pendolari che ogni giorno viaggiano su quel percorso, in treno o in autobus.

Tanto che, al ritorno dalle vacanze natalizie, gli utenti hanno trovato alcune fermate di bus spostate, mentre il passaggio di gestione dei bus integrativi (da Trenitalia al consorzio Mete) ha aggiunto ulteriori dubbi sul fronte dei biglietti e degli abbonamenti.

Per vederci chiaro, i consiglieri regionali Mirco Bagnari (primo firmatario) e Manuela Rontini hanno presentato alla Giunta una interrogazione a risposta immediata: “Non è la prima volta che ci troviamo ad intervenire su questo problema – precisa Manuela Rontini, presidente della commissione Mobilità dell’Assemblea legislativa – tanto che l’atto depositato è stato preceduto da un’altra interrogazione e dall’audizione in Commissione, da me richiesta, dell’Assessore Donini”. Continua a leggere →

Condividilo:

Nuovi treni per i pendolari, aspettando il rinnovo totale della flotta

conferenzastampa-treniIn un futuro prossimo, tra meno di tre anni, i treni regionali dell’Emilia-Romagna saranno rinnovati radicalmente nei materiali, grazie alla ‘Gara del ferro’ bandita dalla Regione e aggiudacata dal consorzio Tper-Trenitalia, a luglio scorso. E, per i pendolari, i convogli anni ’80 che circolano oggi saranno solo un pallido ricordo.

In attesa che si concretizzi quel maxi investimento, da 750 milioni di euro, la Regione non è stata però con le mani in mano. Già nei prossimi mesi entreranno in servizio alcuni nuovi treni, mentre entro il prossimo anno saranno 22 i nuovi mezzi in circolazione sui binari regionali (per una spesa di 150 milioni di euro).

Un assaggio di questo antipasto è stato concesso oggi al pubblico, in stazione centrale a Bologna, con la presentazione di 2 diversi treni di ultima generazione, alla presenza del presidente Stefano Bonaccini e del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio.

Si tratta di un Etr 350 (modello Flirt prodotto da Stadler, velocità massima 160 chilometri orari), destinato a Tper, e della nuova versione dei Vivalto di Trenitalia (stessa velocità massima dei Flirt ma con il doppio dei posti a sedere, 594 contro 265). Tutti i treni sono climatizzati e attrezzati per il trasporto di bicilette e disabili.  Continua a leggere →

Condividilo:

Un mese di treno gratis per i pendolari

Le sanzioni incassate dalla Regione, a causa di ritardi e inadempienze varie delle imprese ferroviarie, si trasformano in abbonamenti per i pendolari: “Il riconoscimento di una mensilità gratuita agli abbonati – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – costituisce una parziale compensazione dei disagi subiti, in special modo durante l’estate quando molti pendolari si sono trovati costretti a viaggiare su vagoni non climatizzati”.

La Regione è impegnata a migliorare il trasporto su ferro con investimenti in nuovi treni, più confortevoli e affidabili, per un impegno di 750 milioni di euro in 15 anni. Ma, in attesa di convogli più moderni (14 in arrivo già da quest’anno), non ignora certo i disagi patiti ogni giorno da chi utilizza le linee ferroviarie regionali.

L’operazione, dal costo di 2,5 milioni di euro, interesserà i titolari di abbonamento (Trenitalia o Tper), sia mensile che annuale, che abbia per origine o destinazione una località dell’Emilia-Romagna.

Continua a leggere →

Condividilo:

Treni: “Biglietti a fasce addio? Aumentiamo le self service”

Nell’interrogazione si chiede anche se, in vista dei cambiamenti che riguarderanno migliaia di viaggiatori, verrà predisposta una campagna informativa di concerto con Trenitalia.

Verso la libertàGli organi di stampa, nei giorni scorsi, hanno riportato una nota diffusa da Trenitalia in cui si annuncia la dismissione dei biglietti a fascia chilometrica, che potranno essere acquistati fino al 31 marzo e utilizzati fino al 30 giugno 2016, salvo esaurimento scorte, e l’introduzione di biglietti con “l’indicazione delle stazioni di partenza e di arrivo, utilizzabili entro un tempo determinato dal loro acquisto”, già oggi disponibili sui canali digitali: trenitalia.com e App Trenitalia.

Ne dà notizia la consigliera Manuela Rontini in un’interrogazione rivolta alla Giunta regionale, in cui segnala che l’acquisto dei nuovi titoli di viaggio può avvenire da quattro mesi fino a 20 minuti prima della partenza e che il biglietto non deve essere stampato. “In alternativa, – aggiunge – le edicole e i quattromila tabacchi delle stazioni italiane aderenti alla Fit sono già dotati di un terminale che stampa un biglietto indicante stazioni di partenza e di arrivo, con validità di due mesi; rimarranno poi operative le biglietterie tradizionali delle stazioni che ne sono provviste, così come le emettitrici self service”. Continua a leggere →

Condividilo: