Defibrillatori negli impianti sportivi: 100mila euro dalla Regione

Centomila euro per avere cento nuovi defibrillatori negli impianti sportivi dell’Emilia-Romagna, un presidio salvavita in luoghi frequentati da atleti e non.

I fondi, messi a disposizione dalla Regione, saranno distribuiti alle società sportive con un bando in modalità click day giovedì 24 ottobre.

“Potranno concorrere sia le società dilettantistiche che gestiscono impianti sportivi pubblici non dotati di defibrillatore, che quelle dotate di una apparecchiatura di vecchio tipo non più efficiente – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini –. Le società sportive, ricchezza del territorio con i loro volontari di tutte le età, dovranno presentare un progetto in grado di prevedere la promozione dell’attività fisica e la tutela di chi fa sport, comprendendo anche la formazione all’uso del defibrillatore”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Nuovi bandi per l’attività sportiva: due milioni e mezzo di euro dalla Regione per gli eventi sul territorio

Due nuovi bandi per continuare a far vincere lo sport, l’attività fisica e i valori legati a queste buone pratiche, così diffuse nel territorio emiliano e romagnolo.

La Regione ha messo sul piatto 1,8 milioni di euro per la realizzazione di eventi sportivi e 700mila euro per progetti capaci di contribuire al rafforzamento della pratica motoria o sportiva.

“Quando si parla di sport o di attività fisica, in Emilia-Romagna, si parla di un tema che tocca da vicino moltissime persone – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – tanto sono numerose le associazioni sportive nei nostri territori. Questi bandi investono sui progetti che, grazie alla pratica dell’attività sportiva, siano in grado di diffondere corretti stili di vita con benefici per l’intera comunità”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Laureati in scienze motorie: serve un riconoscimento professionale

È tempo che i laureati in Scienze motorie vengano professionalmente riconosciuti a tutti gli effetti e che i costi sostenuti dai cittadini per la prescrizione medica dell’attività fisica e motoria possano diventare fiscalmente detraibili, al pari di altre spese mediche.

Questo l’obiettivo di una risoluzione presentata in Assemblea legislativa, che chiede alla Giunta regionale di attivarsi nei confronti del Governo perché il riconoscimento avvenga con un provvedimento legislativo nel più breve tempo possibile. Continua a leggere →

Condividilo:

Impianti sportivi: dalla Regione 400mila euro per il PalaBubani

I contributi al territorio ravennate sono pari 2,52 milioni di euro

Importante contributo regionale per i lavori di adeguamento del PalaBubani di Faenza. Grazie al bando per gli interventi di riqualificazione degli impianti sportivi (riservato ai Comuni e chiuso nel febbraio scorso) la Regione coprirà il 50 per cento dei costi previsti dal Comune di Faenza, 400mila euro su un totale di 800mila.

Le graduatorie sono state rese note oggi dalla Giunta regionale: “Una risposta importante, e attesa, per le molte realtà sportive ospitate ogni giorno nel PalaBubani – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, che in questi anni, assieme all’Amministrazione manfreda e alle associazioni, ha seguito la vicenda dei lavori di adeguamento del palazzetto – decine di società sportive e centinaia di atleti che sono parte attiva e vitale della nostra comunità. Pensiamo che lo sport, dopo la scuola e la famiglia, sia la terza agenzia educativa del paese, per questo la Regione, fin dall’inizio della legislatura, ha investito convintamente sull’attività motoria e l’impiantistica sportiva. Un impegno crescente, se si pensa che di recente lo stanziamento a favore di questo bando, fissato inizialmente a 20 milioni di euro, è stato aumentato del 50 per cento e portato a quota 30 milioni. Il fatto che il progetto del Comune di Faenza per l’impianto intitolato a Dino Bubani rientri tra i vincitori mi riempie di soddisfazione”. Continua a leggere →

Condividilo:

Eventi, progetti e impianti sportivi: aumenta il sostegno dell’Emilia-Romagna

Quando si pratica sport in maniera diffusa, come avviene in Emilia-Romagna, a vincere è la comunità intera: ci sono benefici sulla salute, la socialità, l’associazionismo. Per questo la Regione rilancia il proprio impegno in merito con la pubblicazione di due nuovi bandi.

Al primo, per la realizzazione di eventi sportivi, sono destinati 1,75 milioni di euro (500mila dei quali per eventi di carattere regionale), mentre al secondo vanno 600mila euro per i progetti sportivi. A queste somme si aggiunge l’aumento degli stanziamenti per l’impiantistica sportiva (bando rivolto alle amministrazioni pubbliche) portati da 20 a 30 milioni di euro. Continua a leggere →

Condividilo:

Una legge regionale per uno sport che sia davvero bene comune

Più opportunità di praticare sport e attività fisica, impianti rinnovati, meno burocrazia, mano dura contro il doping e chi si muove fuori dalle regole, un occhio di riguardo ai giovani e al coinvolgimento delle scuole.

La nuova legge regionale sullo sport, approvata a larga maggioranza dall’Assemblea legislativa, e senza voti contrari, prende di petto l’attività fisica per una società più attiva, sana e coesa.

“Fare attività sportiva è importante non solo dal punto di vista della salute, come elemento principe nella prevenzione di molte patologie – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – ma porta con sé il valore della socialità, dell’aggregazione, della condivisione di regole e della crescita comune. Una società sana ha un tessuto sportivo diffuso, e forse per questo che una regione come l’Emilia-Romagna conta ben 870mila iscritti agli enti di promozione sportiva, 370mila atleti aderenti alle federazioni e circa 3 milioni di cittadini che praticano attività motorie”. Continua a leggere →

Condividilo:

Piccoli cambiamenti per grandi benefici

Al via campagna regionale su attività fisica e buone abitudini

Muoviti che ti fa bene

Chi non sarebbe disposto a fare un piccolo investimento a fronte della garanzia di grandi guadagni? Eppure quando si parla di salute in tanti storcono il naso di fronte a gesti modesti che, pur garantendoci fior di benefici, si vanno a scontrare con il muro della pigrizia e dell’abitudine.

Così, per stimolare i cittadini a guadagnare in salute, la Regione ha dato il via ad una campagna per promuovere l’attività fisica: “Dai gruppi di cammino alla bicicletta, passando lo stretching da ufficio, sono molte le piccole occasioni quotidiane che possiamo cogliere per stare meglio – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – e lo dico in primo luogo a me stessa, dato che spesso mi ritrovo a indulgere nella comodità degli ascensori o di un tran tran quotidiano che non lascia molto spazio al moto”. Continua a leggere →

Condividilo:

Sostegno allo sport: verso una nuova legge regionale per il settore

Un sostegno allo sport a tutti i livelli, da chi si muove per diletto o passione fino ai grandi eventi. La Giunta regionale ha preparato un progetto di legge, ora al vaglio dell’Assemblea legislativa, per finanziare le associazioni sportive (con una ‘tagliola’ in caso di doping), rinnovare spazi e impianti, ampliare i progetti nelle scuole per strappare i ragazzi al mondo virtuale.

L’Emilia-Romagna è una terra attiva e i numeri di chi pratica sport, o semplicemente si muove, sono imponenti: tre milioni le persone impegnate in attività motorie, 800mila gli iscritti a enti di promozione sportiva, quasi 370mila atleti aderenti a federazioni. A tutti loro, e ai turisti interessati agli eventi sportivi, si rivolge la nuova legge.

“Si tratta di una semplificazione delle norme esistenti – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini – per rendere anche più chiari e accessibili i sostegni allo sport nel nostro territorio, facendo sì che l’attività fisica coinvolga sempre più persone, nel rispetto della legalità e dei valori che lo sport incarna. Ci sono 20 milioni di euro a disposizione, senza spazio alcuno per chi vuole aggirare le regole: i contributi saranno revocati, con l’impossibilità ad accedervi per almeno cinque anni, a chi ha indotto o consentito l’assunzione di prodotti dopanti”. Continua a leggere →

Condividilo:

Cento defibrillatori per gli impianti sportivi regionali

Avere un defibrillatore vicino, in caso di arresto cardiaco, può davvero fare la differenza tra la vita e la morte. Per dotare gli impianti sportivi comunali di questi apparecchi salvavita, la Regione ha messo a disposizione 100mila euro per 100 installazioni.

“Un importante presidio di sicurezza per i tanti sportivi della nostra regione – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – basti pensare che sono tre milioni i praticanti di attività motorie, tra cui 370mila atleti e 800mila iscritti ad enti di promozione sportiva”.

Gli enti locali interessati potranno fare domanda unicamente giovedì 27 ottobre. In questo click day la Regione prenderà in considerazione le prime 100 richieste giunte via Pec, tra le 8 e le 18, da Comuni titolari di impianti affidati ad associazioni sportive dilettantistiche non a scopo di lucro. Continua a leggere →

Condividilo:

La Regione incontra la Toro Rosso

Assieme agli assessori regionali Palma Costi e Andrea Corsini, al sindaco Giovanni Malpezzi abbiamo visitato un’eccellenza faentina: la Toro Rosso, scuderia automobilistica di Formula unoPomeriggio alla scuderia di Formula uno Toro Rosso, con sede a Faenza, per la Consigliera regionale Manuela Rontini, gli Assessori regionali al turismo e alle attività produttive Andrea Corsini e Palma Costi, il sindaco della città manfreda Giovanni Malpezzi.

Toro Rosso, con i suoi 480 addetti nei periodi di massima produttività, oltre che un Team emergente nel mondo delle corse automobilistiche, si sta confermando una grande realtà industriale per il comprensorio faentino e per la Regione Emilia-Romagna; territorio non di certo nuovo ad ospitare esperienze di successo nel mondo dei motori.

Nata sulle spoglie dello storico team “Minardi F1” e ampliata di recente, grazie ai consistenti investimenti e all’importanza riconosciuta alla ricerca e allo sviluppo dal gruppo dirigente, la nuova fabbrica spinge la scuderia Toro Rosso a grande velocità nei circuiti del mondo e si presenta allo stesso tempo come secondo team italiano di Formula 1 nel gruppo delle squadre di vertice. Almeno come infrastrutture e realtà industriale.

La Formula uno non è solamente progettazione, costruzione e corse, ma è anche storia, emozioni e passione. La visibilità portata dalla Scuderia alla città è indubbia. Con i suoi nove milioni di spettatori ad evento, rimane ancora oggi uno degli sport più seguiti e amati al mondo e pertanto può essere grande fattore di sviluppo per il territorio. Continua a leggere →

Condividilo: