Un percorso per dare più autonomia alla Regione Emilia-Romagna

Approvato dalla Giunta un documento di indirizzi in vista del negoziato con il Governo

C’è una via, ancora poco battuta, che permette alle Regioni a statuto ordinario di aumentare le proprie competenze, vedendosi riconosciuta una maggiore autonomia. A stabilirlo sin dal 2001 è l’articolo 116, terzo comma, della Costituzione.

La Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna è intenzionata a battere questa strada e, come primo passo, ha varato un documento di indirizzi per il rafforzamento dell’autogoverno del sistema territoriale.

Se il percorso andrà a buon fine, la Regione potrà gestire direttamente quattro aree strategiche, una serie di temi sui quali fino ad oggi le decisioni dovevano avvenire di comune accordo con lo Stato. Si tratta di: lavoro e formazione; imprese, ricerca e sviluppo; tutela della salute e welfare; ambiente e governo del territorio. Continua a leggere →

Condividilo:

Emilia e Romagna insieme più forti: lo dimostrano i fatti

I Consiglieri regionali del Pd, eletti in Romagna, intervengono sulla proposta della Lega di dividere la Regione

Assieme ai Consiglieri e agli Assessori regionali romagnoli del Partito democraticoLa proposta della Lega nord che vorrebbe dividere la Romagna dall’Emilia è una posizione non solo antistorica, ma priva di buon senso.

Da due anni la nostra Regione si attesta come la prima in Italia per crescita del PIL, con il tasso di disoccupazione più basso, e un export in continua crescita.

Un sistema regionale che in questi anni ha saputo reagire alla crisi e ripartire, facendo dell’Emilia-Romagna una delle regioni locomotiva del Paese, puntando sulla qualità dei servizi pubblici e sulla valorizzazione e il sostegno del sistema economico a partire dalle proprie eccellenze, come il manifatturiero ed il turismo, da Piacenza a Rimini. Continua a leggere →

Condividilo: