Mobilità sostenibile, in Emilia-Romagna tornano gli incentivi alla rottamazione

Un sostegno all’acquisto di una nuova auto amica dell’ambiente rottamando un vecchio mezzo inquinante. Per i cittadini emiliani e romagnoli è ancora possibile chiedere l’ecobonus regionale, grazie alla riapertura dell’apposito bando dall’8 luglio al 30 settembre.

Il contributo per chi deciderà di sostituire la propria auto potrà arrivare fino a 3mila euro e non sono vincolati al reddito o all’Isee. A questi si possono sommare gli sconti dei concessionari che hanno aderito al protocollo con la Regione, non inferiori al 15 per cento sul prezzo di listino.

“Una seria politica di mobilità sostenibile premia il trasporto pubblico, ma non può e non deve trascurare quello privato – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della Commissione Territorio Ambiente e Mobilità dell’Assemblea legislativa – specie se si ha, come in questo caso, l’occasione di svecchiare il parco auto riducendo le emissioni inquinanti”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Viaggio inaugurale per i nuovi treni regionali Pop e Rock

Un treno regionale nuovo ogni due o tre giorni in media, di qui alla fine dell’anno, sui binari dell’Emilia-Romagna. I primi due, un Pop (piano singolo) e un Rock (piano doppio) hanno compiuto oggi il loro viaggio inaugurale, uno da Rimini l’altro da Piacenza, incontrandosi alla stazione di Bologna.

“Entro l’inizio del 2020 l’intera flotta del trasporto regionale sarà rinnovata – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della Commissione Mobilità dell’Assemblea legislativa – con l’arrivo di 86 nuovi treni, 39 Rock e 47 Pop. Il 40 per cento sarà in servizio entro la fine dell’estate e un altro 40 per cento entro dicembre. Si tratta di convogli non solo moderni, sicuri e accessibili, con spazi di ricarica per bici elettriche, ma dalle ottime doti di accelerazione, doppie rispetto agli altri regionali oggi in servizio, caratteristica questa essenziale per un treno locale”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Bici elettriche, la Regione può e deve prendere spunto da Faenza

La diffusione di bici elettriche è uno dei tanti tasselli del grande puzzle della mobilità sostenibile. Un sostegno in questo senso è venuto, fino ad oggi, da alcuni Comuni emiliani e romagnoli. Tra questi figura Faenza che, proprio di recente, ha chiuso un bando per la concessione di contributi (fino ad un terzo del valore del mezzo) ai residenti per l’acquisto di una bicicletta a pedalata assistita.

Ora è tempo che anche la Regione faccia la propria parte: “Per ridurre le emissioni inquinanti derivanti dal traffico, migliorando così la qualità dell’aria, il settore pubblico ha il dovere di sostenere la mobilità ciclabile – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini –. In questo senso, oltre alle tante azioni già in atto, gli incentivi all’acquisto di biciclette elettriche potrebbero invogliare anche i più pigri a inforcare le due ruote, lasciando in garage i mezzi più inquinanti. Per questo ho depositato una risoluzione che impegna la Giunta regionale ad assumere iniziative analoghe, così da incentivare l’acquisto di bici elettriche, oggi ancora molto costose, a fasce di popolazione sempre più ampie, anche attraverso contributi agli Enti locali”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Auto ibrida? L’Emilia-Romagna toglie il bollo per tre anni

Un sostegno regionale diretto a chi sceglie un mezzo di trasporto amico dell’ambiente: fino a 191 euro (pari al costo del bollo medio) ogni anno, per tre anni, agli acquirenti di un’auto ibrida.

L’incentivo, che sarà accreditato direttamente dopo una registrazione web, è riservato ai residenti nel territorio che acquisteranno un’auto ibrida nel 2018 (di prima immatricolazione) e alle 7mila persone che l’hanno già fatto nel corso del 2017.

“Se fino a qualche anno fa le auto ibride o quelle elettriche potevano essere considerate una scelta bizzarra, di nicchia, ormai non è più così – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della commissione ‘Territorio Ambiente e Mobilità’ dell’Assemblea legislativa –. La crescita delle immatricolazioni di questi veicoli è stata costante negli anni, passando dalle quasi 2800 macchine del 2015 alle oltre 7000 del 2017. Un trend importante e da sostenere, per contare su nuovi alleati nella lotta quotidiana alle polveri sottili e all’inquinamento in genere”. Continua a leggere →

Condividilo:

Nuovi treni in arrivo sui binari emiliani e romagnoli

Nel 2019, con l’ingresso in servizio di 86 Pop e Rock, il rinnovo dei convogli destinati ai pendolari sarà totale

Qualche antipasto di futuro i viaggiatori e i pendolari emiliani e romagnoli lo hanno trovato sui binari già dallo scorso anno, con l’entrata in servizio di otto convogli Vivalto a doppio piano. Ma il pezzo forte è in programma per la primavera del 2019 con l’arrivo di 86 nuovi treni regionali, 47 di tipo Pop (media capacità) e 39 di tipo Rock (alta capacità). La fornitura dovrebbe concludersi nel giro di qualche mese, permettendo un rinnovo totale dei mezzi regionali entro la fine del 2019.

“L’Emilia-Romagna sarà la prima regione italiana ad avere in servizio questi treni – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della commissione Trasporti dell’Assemblea legislativa – come previsto dalla gara di affidamento dei servizi ferroviari regionali, vinta due anni fa da un consorzio tra Trenitalia e Tper. Considerando i Vivalto già consegnati, i nuovi Rock e Pop, gli Stadler sulle linee minori, i nuovi treni destinati all’Emilia-Romagna saranno un centinaio nel giro di pochi anni, consentendo il pensionamento delle ultratrentennali carrozze Mdve o Mdvc. Ancora molto resta da fare per migliorare la vita quotidiana dei pendolari, ma lo sforzo della Regione nei confronti di una mobilità più sostenibile non verrà meno”. Continua a leggere →

Condividilo:

Disco verde per la legge sulla mobilità ciclistica, ma adesso c’è da pedalare

Un voto unanime, una pedalata bipartisan che ha trasformato per un attimo l’Assemblea regionale dell’Emilia-Romagna in un tandem. Il testo sulla mobilità ciclistica regionale, presentato dalla Giunta, è diventato legge tagliando il traguardo il 30 maggio in un tripudio di concordia, dopo un percorso di quasi due anni che lo ha visto fare tappa attraverso un gran numero di associazioni ciclistiche e ambientali.

“Si tratta di una legge certamente ambiziosa – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della Commissione mobilità – che vuole rendere le città e i territori a misura di ciclisti e pedoni, tanto nell’utilizzo quotidiano della bicicletta quanto in chiave di valorizzazione turistica”.

Per farlo il provvedimento istituisce le ciclovie regionali (anche recuperando ferrovie dismesse o sugli argini dei fiumi), prevede un piano economico e di manutenzione per le piste ciclabili, misure per il contrasto ai furti (con i registri della marcatura) e la creazione di nuove velostazioni, che permettano una vera intermodalità con il trasporto pubblico. Continua a leggere →

Condividilo:

Sprint finale per la legge sulla mobilità ciclistica

È ormai in vista il traguardo di approvazione della prima legge regionale sulla Mobilità ciclistica, una pietra miliare per una Regione che vuole muoversi in modo veloce, efficiente e sostenibile.

Il provvedimento è stato discusso giovedì 12 gennaio nella commissione Territorio, Ambiente e Mobilità dell’Assemblea legislativa, presieduta da Manuela Rontini, alla presenza dell’assessore alla mobilità Raffaele Donini, che ha spiegato come la proposta di legge sia frutto di un lungo percorso condiviso con organizzazioni ambientaliste, federazioni ciclistiche, enti locali.

“Per favorire una mobilità sostenibile questa legge finanzierà non solo piste ciclabili, ma velostazioni, lunghe ciclovie e delle politiche di contrasto ai furti – ha commentato la consigliera Manuela Rontini –. L’obiettivo, ambizioso, è quello di raggiungere entro dieci anni il 20 per cento di spostamenti quotidiani in bici, contro il 10 per cento odierno, rendendo le due ruote a pedale una valida alternativa all’automobile. Un traguardo raggiungibile, se si pensa che, oggi, il 70 per cento degli spostamenti di emiliani e romagnoli è inferiore ai 10 chilometri”. Continua a leggere →

Condividilo:

“Bici in treno? Devono viaggiare gratis”

vagone bici

Salire sul treno con la propria bici, senza biglietti aggiuntivi o chissà quali permessi, per poi scendere alla stazione di destinazione inforcando subito i pedali. Senza complicazioni, senza ulteriori costi. Il sogno di ogni ciclista pendolare, e degli amanti delle ciclo-escursioni a lungo raggio, potrebbe diventare realtà nel nostro territorio regionale.

Il gruppo del Partito democratico all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ha presentato, infatti, una risoluzione (prima firmataria Lia Montalti) per impegnare la Giunta a verificare “la possibilità di rendere gratuito il trasporto bici su treno, anche attraverso azioni sperimentali destinate in particolare ai pendolari e ai ciclisti urbani”. Continua a leggere →

Condividilo: