Linea Faenza-Lavezzola: non servono nuovi abbonamenti

Sono cambiate, e in meglio, le modalità del servizio sulla linea Faenza-Lavezzola, ma una comunicazione carente ha causato qualche difficoltà agli studenti e ai pendolari che ogni giorno viaggiano su quel percorso, in treno o in autobus.

Tanto che, al ritorno dalle vacanze natalizie, gli utenti hanno trovato alcune fermate di bus spostate, mentre il passaggio di gestione dei bus integrativi (da Trenitalia al consorzio Mete) ha aggiunto ulteriori dubbi sul fronte dei biglietti e degli abbonamenti.

Per vederci chiaro, i consiglieri regionali Mirco Bagnari (primo firmatario) e Manuela Rontini hanno presentato alla Giunta una interrogazione a risposta immediata: “Non è la prima volta che ci troviamo ad intervenire su questo problema – precisa Manuela Rontini, presidente della commissione Mobilità dell’Assemblea legislativa – tanto che l’atto depositato è stato preceduto da un’altra interrogazione e dall’audizione in Commissione, da me richiesta, dell’Assessore Donini”. Continua a leggere →

Condividilo: