Balneazione e ristorazione, dall’Emilia-Romagna un no ai documenti Inail

“Per molte imprese e lavoratori una condanna a chiudere, fare debiti, rinunciare al lavoro”

“Distanziamento, turnazione, modalità di accoglienza e gestione della clientela. I documenti tecnici, sottoscritti anche dall’Istituto Superiore di Sanità, che Inail ha fatto circolare in materia di ristorazione e servizi balneari descrivono un’utopia insostenibile. Per alcuni, operatori e lavoratori delle centinaia di migliaia di attività in tutta Italia, sono semplicemente una condanna a chiudere, a fare debiti, alla rinuncia al lavoro.”

Questa la presa di posizione comune ai consiglieri Pd eletti nel territorio della costa dell’Emilia-Romagna.

“Senza entrare nel merito di quanto immaginato da Inail, sottolineiamo come sia mancata una condivisione di quelle indicazioni con enti, organizzazioni e rappresentanti delle comunità che dovrebbero metterle in pratica. In Regione Emilia-Romagna, visto che non si può più aspettare, stiamo facendo altro, partendo proprio dalle proposte degli operatori e dei loro rappresentanti per costruire un perimetro sostenibile e credibile di regole e di buone pratiche che consentano di lavorare in sicurezza.”

Continua a leggere →
Condividilo:

“Le nostre misure straordinarie per far ripartire tutta l’economia”

Intervista pubblicata su SetteSere dell’8 maggio 2020

Consigliera Rontini, dopo due mesi di “Covid-19” dall’emergenza sanitaria, in miglioramento, si sta passando a quella economica. Quali sono le misure più importanti contenute nel “bazooka” da 14 miliardi annunciate dal presidente Bonaccini?

Dietro quel piano, presentato nei giorni scorsi dal Presidente Bonaccini, c’è innanzitutto la convinzione che, a fronte della più grande crisi dal dopoguerra ad oggi, servano misure straordinarie a partire da robusti investimenti pubblici. Più nel dettaglio, si tratta di un programma di opere subito cantierabili (6 miliardi già entro l’anno), incentrato su cinque ambiti di intervento: salute, scuola, mobilità, imprese, ambiente e territorio. Ad esempio, 447 milioni di euro sono destinati alla realizzazione di nuove scuole e alla ristrutturazione degli edifici esistenti, con criteri antisismici e a basso impatto ambientale, mentre 350 milioni consentiranno l’apertura di cantieri contro il dissesto idrogeologico.

Continua a leggere →
Condividilo:

Agricoltura, Rontini sollecita la Regione sul settore florovivaistico

“Crisi senza precedenti, incertezza e necessità di azioni specifiche per sostenere aziende e lavoratori del settore” 

“Il settore florovivaistico è allo stremo e sconta specifiche problematiche che nella crisi generale causata dal Coronavirus e dalle contrazioni del mercato, sia interno che internazionale, aggravano ulteriormente la situazione delle aziende che coltivano e commercializzano fiori e piante in vivaio – a intervenire a riguardo è la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della commissione Politiche economiche, che sul tema ha presentato una interrogazione – Il comparto ha poi risentito anche del divieto di celebrare cerimonie come battesimi, matrimoni, lauree e funerali, nonché per la chiusura dei cimiteri e dei fiorai”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Manuela Rontini eletta Presidente della Commissione Politiche economiche

Nel corso della seconda seduta della nuova Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, riunitasi oggi in modalità telematica, la Consigliera regionale Manuela Rontini è stata eletta Presidente della Commissione Politiche economiche.

La Consigliera faentina, rieletta in Regione lo scorso 26 gennaio con quasi 7200 preferenze risultando la più votata in provincia di Ravenna, nella passata Legislatura aveva presieduto la Commissione Territorio, Ambiente e Mobilità.

È stata eletta alla guida della II Commissione assembleare con 48 voti favorevoli, sui 49 partecipanti alla seduta.

Continua a leggere →
Condividilo:

Ecobonus in fattura, risoluzione in Regione non trasformare gli artigiani in Bancomat

Le norme del Governo potrebbero penalizzare 5200 imprese nel ravennate

Quella che, a un occhio disattento, potrebbe sembrare una semplificazione, rappresenta in realtà una iattura per le imprese e l’economia, con gli artigiani trasformati in un “bancomat per conto dello Stato”. Si tratta del cosiddetto “ecobonus in fattura”, la possibilità cioè per il cittadino di ricevere subito il bonus per gli interventi di efficienza energetica e contro il rischio sismico come sconto, in fase di pagamento, anziché dallo Stato in dieci anni.

“Una possibilità questa, introdotta dal Governo all’interno del Decreto crescita, che trasformerà di fatto gli artigiani in bancomat, facendo anticipare loro soldi che lo Stato dovrebbe dare al cittadino. E che metterà inevitabilmente in crisi le piccole e medie imprese artigiane” commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria di una risoluzione in merito depositata all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna.

Continua a leggere →
Condividilo:

Sostegni regionali alle imprese, tra tradizione e innovazione

Due bandi, da due milioni di euro l’uno, per sostenere le piccole e medie imprese emiliane e romagnole.

Uno destinato all’innovazione delle Pmi, per quelle società che vogliono investire in tecnologia e innovazione, ripensando processi e prodotti.

L’altro, rivolto alle botteghe storiche e alle imprese appartenenti all’elenco regionale dell’artigianato artistico e tradizionale, per valorizzare produzioni dall’importante retaggio e in molti casi di valenza anche turistica.

I bandi sono stati pubblicati nei giorni scorsi dalla Regione Emilia-Romagna, con scadenza il 18 dicembre il primo e il 29 novembre il secondo.

“Un sostegno tra passato e futuro che conferma la vicinanza al mondo delle piccole e medie realtà imprenditoriali” commenta la consigliera regionale Manuela Rontini.

Continua a leggere →
Condividilo:

Microcredito d’emergenza: proposta di legge regionale per avviarlo già nell’anno in corso

Un prestito veloce, per far fronte a situazioni d’emergenza, rivolto a chi di prestiti non può chiederne. Si tratta del microcredito, un finanziamento di modesta entità pensato inizialmente per i paesi del terzo mondo e diffusosi negli anni anche in Occidente, dove ha lenito gli effetti della crisi economica sulle fasce più deboli della popolazione.

“Ci sono persone che, per la loro vulnerabilità sociale ed economica, sono escluse di norma dai canali commerciali del credito – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – pensiamo ai disoccupati o a chi non è autosufficiente. Il microcredito d’emergenza garantisce loro l’acquisto di beni primari, con prestiti fino a 10mila euro da restituire al massimo in cinque anni. Un modello che funziona e che, come Regione, vogliamo sostenere con una legge che stanzia risorse ad hoc”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Lavoratori senza stipendio e ammortizzatori sociali? Interviene la Regione

Ci sono lavoratori che, a causa della crisi della propria azienda, si ritrovano senza stipendio e in attesa dell’attivazione degli ammortizzatori sociali. Per garantire loro un sostegno immediato, la Regione Emilia-Romagna ha deliberato un primo stanziamento di 150mila euro.

“Questo provvedimento sosterrà quei lavoratori che si trovano a patire gli effetti di crisi drammatiche, sospesi nel limbo tra occupazione e disoccupazione, come quelli della Mercatone Uno, per fare un esempio tanto doloroso quanto recente – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini –. Si tratta di misure transitorie, pensate per fronteggiare nell’immediato delle crisi di cui, comunque, deve essere il Governo a farsi carico, attivando le misure che gli competono come la Cassa integrazione o lo sblocco del Tfr”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Agevolazioni per le zone montane: tre anni di credito di imposta dalla Regione

Nel ravennate sono 70 le imprese interessate, tutte nel Comune di Casola Valsenio

Tre anni di credito d’imposta per le imprese di montagna, una boccata d’ossigeno per chi si trova a lavorare in un contesto non facile eppure cruciale per la coesione delle comunità locali.

Lo prevede il testo di un progetto di legge della Giunta regionale che sarà presto in discussione nell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna.

“Non è il primo provvedimento della Regione in favore della montagna e certamente non sarà l’ultimo – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – basti pensare alla legge regionale apposita che, da 15 anni, sostiene lo sviluppo produttivo turistico e culturale nelle nostre zone montane. Questa nuova proposta integra la strategia regionale per la montagna, un territorio da mantenere vivo e attrattivo nell’interesse di tutti, anche della maggioranza dei cittadini che vivono altrove. L’idea alla base è quella di garantire agevolazioni economiche per un triennio, dall’anno in corso fino al 2021, stanziando in tutto 36 milioni di euro sotto forma di credito di imposta a chi opera in un Comune totalmente montano. Secondo le stime dei nostri uffici, questa nuova agevolazione potrà interessare 70 imprese nel Comune di Casola Valsenio”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Quattro bandi per una pesca sostenibile e innovativa

Quattro bandi, con tre milioni di euro di risorse, per aiutare una pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, attenta a promuovere l’innovazione e il miglioramento degli standard di sicurezza e salute sul lavoro.

Li ha varati la Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Feamp, il Fondo europeo per gli affari marittimi e della pesca. I fondi stanziati (metà da programmazione sull’utilizzo dei fondi comunitari, il 15 per cento dal bilancio della Regione e il 35 per cento da risorse nazionali) permetteranno la conversione dei motori ai biocarburanti, l’adozione di sistemi di refrigerazione e congelamento a basso consumo energetico, l’acquisto di tecnologie per comunicazioni via radio e satellite, l’installazione di dispositivi e attrezzature che migliorano la selettività degli attrezzi (con riguardo alla taglia e alla specie raccolta), e molto altro. Continua a leggere →

Condividilo: