Rette meno care al Nido grazie ai contributi regionali

Nel ravennate arriveranno oltre 1,6 milioni di euro a beneficio di 2560 bambini

Asili nido più accessibili grazie ai contributi regionali. In Emilia-Romagna sarà possibile, già dall’avvio del prossimo anno educativo 2019/2020, grazie a 18,25 milioni di euro stanziati dalla Regione a questo scopo.

“I servizi educativi per la prima infanzia sono un supporto indispensabile alle famiglie nel difficile bilanciamento dei tempi di vita e lavoro – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – oltre a rappresentare un’opportunità di crescita importante per i bimbi da zero a tre anni. Eppure il loro costo, pari in media a diverse centinaia di euro ogni mese, scoraggia molti genitori. Per questo l’Emilia-Romagna ha varato l’iniziativa ‘Al Nido con la Regione’, per dare nuove opportunità di accesso alle esperienze di educazione e cura abbattendo le rette o tariffe di frequenza che, in certi casi, potranno persino azzerarsi”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Qualificare gli asili nido e abbassare le tariffe

Investimento statale senza precedenti: 20 milioni di euro in arrivo per l’Emilia-Romagna

Servizi migliori e rette più basse negli asili dell’Emilia-Romagna, in special modo per nidi destinati ai bambini da tre mesi a tre anni. Lo promette la Regione grazie all’arrivo di un finanziamento statale di oltre 20 milioni di euro, frutto della cosiddetta riforma zero-sei anni il cui decreto attuativo risale all’aprile scorso.

Le somme, destinate agli enti locali, si aggiungono al già cospicuo impegno di spesa regionale per il settore dei servizi educativi, pari a 7 milioni di euro. Saranno i Comuni a decidere come investirli, abbassando le tariffe, potenziando i servizi esistenti o siglando nuove convenzioni.

I fondi in arrivo dallo Stato sono stati ripartiti dalla Regione in base al numero di bimbi iscritti. Alle scuole della provincia di Ravenna spettano circa 1,7 milioni di euro. Continua a leggere →

Condividilo:

Passi avanti per la riforma dei servizi educativi 0-3 anni

Via libera in Commissione al testo della Giunta che riforma il sistema educativo per la prima infanzia e l’organizzazione delle singole strutture: nidi, micro-nidi e servizi integrativi.

Nuove direttive e nuove risorse per asili nido di qualità. Dall’arredo all’organizzazione, dalla soddisfazione delle famiglie alla qualificazione degli operatori, con un occhio di riguardo alla prevenzione degli abusi. Procede la riforma regionale del sistema dei nidi, micro-nidi e servizi integrativi, disegnata dalla nuova “Direttiva in materia di requisiti strutturali e organizzativi dei servizi educativi per la prima infanzia” (da 0 a 3 anni). Dopo il parere favorevole della Commissione assembleare, sarà approvata dalla Giunta entro la fine mese.

“L’Emilia-Romagna si è distinta da sempre per la quantità e la qualità del suo sistema di nidi – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – con oltre 32500 iscritti fino a 3 anni, 2900 dei quali nel ravennate, e 40mila posti disponibili. Con questa riforma la Regione intende proseguire in un percorso che la vede eccellere a livello nazionale, garantendo al tempo stesso adeguate risorse agli enti locali. Investire sulla crescita dei più piccoli e sul sostegno alle famiglie, permettendo loro di conciliare tempi di cura e di lavoro, significa investire al tempo stesso sul futuro e sul presente della nostra società”. Continua a leggere →

Condividilo: