Aiuti economici straordinari, ricerca e sperimentazione per proteggere i produttori e l’agricoltura della nostra Regione

Anche quest’estate le produzioni agricole locali sono state devastate dalla cimice asiatica. Sono ormai sette anni che questo insetto infesta le nostre campagne e, in assenza di predatori naturali, il problema non fa che ingigantirsi dato che le cimici si riproducono molto velocemente.

Come Regione Emilia-Romagna abbiamo seguito fin dall’inizio questa emergenza, stanziando (nel tempo) 13 milioni di euro per l’acquisto di reti antinsetto e finanziando la ricerca e la sperimentazione sulle azioni di contrasto. Studi da cui è emersa l’importanza dell’utilizzo di insetti antagonisti, come la vespa samurai, che però necessità ancora del via libera da parte del Ministero dell’ambiente, da noi più volte sollecitato.

Continua a leggere →
Condividilo:

Erbe aromatiche e olii essenziali, una risorsa preziosa per l’agricoltura

Le erbe aromatiche e gli olii essenziali, specie in montagna, sono una risorsa preziosa per l’agricoltura. E non solo per gli usi alimentari, bensì per la loro positiva azione sull’ambiente e in termini di opportunità economiche per gli agricoltori.

Per questo all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna è stata depositata una risoluzione per impegnare la Giunta regionale a “proseguire nelle politiche a favore della diversificazione delle attività agricole, comprendendo la diffusione delle culture delle erbe aromatiche nelle zone di montagna e ad intervenire nelle sedi opportune a livello nazionale perché sia fatta chiarezza sul nodo della commercializzazione degli olii essenziali, consentendo alle aziende agricole le possibilità di commercializzazione anche dei prodotti non alimentari”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Sostegno regionale per i mercatini degli agricoltori e gli empori a chilometro zero

Per la prima volta la Regione Emilia-Romagna ha lanciato uno specifico bando per i mercati locali e biologici, gli empori e le bancarelle “a chilometro zero” con i prodotti degli agricoltori del territorio.

“A disposizione ci sono 2,3 milioni di euro, frutto del Psr 2014-2020, per valorizzare la filiera corta, un modo di fare acquisti che permette ai consumatori di portare in tavola cibi di qualità, sicuri e a un prezzo equo – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – per non parlare degli effetti benefici sull’ambiente, grazie alla riduzione degli imballaggi e dei viaggi”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Sospetto inquinamento nelle acque irrigue della bassa ravennate: la Regione deve indagare e risarcire gli agricoltori

Un inquinamento sospetto nelle acque usate per irrigare, con danni alle colture per centinaia di migliaia di euro. Il fatto, risalente allo scorso mese di maggio, è stato lamentato da diversi agricoltori delle zone tra Boncellino, Bagnacavallo e Alfonsine, dopo aver prelevato acqua per irrigare dal canale “Fosso Vecchio”.

Per fare luce sulla vicenda, arrivando auspicabilmente al risarcimento delle imprese coinvolte, è stata depositata un’interrogazione in Regione, sottoscritta dai consiglieri regionali Mirco Bagnari e Manuela Rontini.

“Nonostante l’intervento di Arpae – spiega la consigliera regionale Rontini – allo stato attuale non si è potuto risalire precisamente al tipo di inquinante e, parimenti, non possono essere mosse contestazioni di alcun tipo”. 

Continua a leggere →
Condividilo:

Agricoltura sociale, contributi regionali per 1,4 milioni di euro

Coltivare frutta e ortaggi, coltivando allo stesso tempo le nuove generazioni e la solidarietà. Un bando della Regione Emilia-Romagna mette a disposizione degli agricoltori 1,4 milioni di euro per aprire un agri-nido o un agri-asilo, avviare progetti-pilota di contrasto alle nuove povertà (disoccupati o esodati), accogliere nuclei familiari in difficoltà con bimbi piccoli o anziani non del tutto autosufficienti, avviare tirocini formativi per l’integrazione di persone svantaggiate.

I fondi potranno essere usati per la costruzione, ristrutturazione o l’ampliamento di immobili o locali da destinare a queste attività, in convenzione con i Comuni o altri enti pubblici (Asp, Ausl, …) che si occupano di servizi alla collettività.

Continua a leggere →
Condividilo:

Per combattere la cimice asiatica servono i Samurai

Per combattere la minaccia che viene dall’Estremo Oriente non potevano che scendere in campo i samurai. Non si tratta però della casta di guerrieri del Sol levante, erede delle antiche tradizioni militari giapponesi, bensì delle vespe samurai, un imenottero parassitoide che deposita le proprie uova in quelle della cimice nutrendosi di esse. Quando le larve della vespa si sviluppano uccidono le uova della cimice, stroncando così sul nascere questo flagello per l’agricoltura locale.

“Sono diversi anni che le cimici asiatiche infestano le produzioni agricole emiliane e romagnole – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini – tanto che i primi avvistamenti di Halyomrpha halys risalgono al 2012 nel modenese. Da lì le cimici marmorate si sono diffuse ben presto in tutto il Nord Italia. Innocue per l’uomo, sono un serio pericolo per molte piante ed è difficilissimo contrastarle, dato che le norme europee e nazionali vietano la diffusione in natura di specie alloctone. Così gli agricoltori devono ricorrere a teli e protezioni fisiche. È tempo però di spingere affinché siano messi in atto nuovi mezzi di contrasto, chiedendo le deroghe del caso”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Furti di gasolio agricolo: oltre al danno, la beffa

I furti di gasolio dai mezzi agricoli sono all’ordine del giorno anche in Romagna e le vittime, in questo caso, oltre al danno subiscono anche un’ulteriore beffa.

“Nei casi di sottrazione di gasolio agricolo, l’impresa agricola che denuncia il furto, è costretta a dover risarcire i benefici fiscali di cui ha avuto diritto a seguito dell’acquisto del gasolio, ovvero l’applicazione dell’Iva al 10 per cento – spiegano la consigliera regionale Manuela Rontini –. Si tratta di una situazione paradossale, che vede le aziende agricole danneggiate due volte. Da un lato il furto del carburante, che spesso si accompagna anche a quello di altri beni della azienda, dall’altro un verbale di contestazione di benefici, di cui presumibilmente non ha nemmeno goduto, visto che il gasolio gli è stato sottratto. L’Agenzia delle dogane chiede loro di pagare l’Iva scontata poiché hanno “utilizzato gasolio ad accisa agevolata per usi agricoli in lavorazioni non autorizzate”. Siamo ai limiti della farsa”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Gelate dello scorso anno: la Regione sollecita i risarcimenti in deroga

I danni che il Burian dello scorso anno ha portato alle colture frutticole, in particolare l’albicocco in Romagna, non sono mai stati risarciti agli agricoltori.

Così la Regione Emilia-Romagna si mobilita di nuovo a supporto delle aziende agricole colpite, tra febbraio e marzo 2018, dalle gelate. Un fenomeno meteorologico che ha causato danni ingenti in particolare nella valle del Santerno e in altre zone romagnole.

Continua a leggere →
Condividilo:

Lotta alla cimice asiatica, 2,7 milioni di euro dalla Regione

Per combattere la cimice asiatica, fastidiosa nelle case ma vero flagello nei campi, la Regione scommette sulla prevenzione. Un bando aperto in questi giorni mette a disposizione degli agricoltori 2,76 milioni di euro per prevenire i danni di questo insetto che, anche se non punge e non è pericoloso per gli uomini, causa ogni anno danni gravissimi alle coltivazioni.

I guasti maggiori si concentrano sugli alberi da frutto come peri, kiwi, meli e peschi. Le risorse stanziate permetteranno agli agricoltori di intervenire sulle reti antigrandine già esistenti, chiudendole con reti laterali antinsetto.

Continua a leggere →
Condividilo:

Bando prevenzione frane e riduzione danni in agricoltura: 17 milioni di euro per imprese e territori

Danni ai campi coltivati, frane, eventi naturali eccezionali: è tempo di passare dalla conta delle rovine al potenziamento delle azioni di prevenzione. Un bando pubblicato nei giorni scorsi dalla Giunta regionale mette a disposizione delle imprese agricole (singole o associate) e degli enti pubblici, impegnati in interventi di prevenzione dei danni da frane o potenziali alluvioni, ben 16,87 milioni di euro nell’ambito del Programma di sviluppo rurale 2014-2020.

I contributi, per interventi di prevenzione compresi tra i 5mila e i 150mila euro, copriranno fino all’80 per cento delle spese ammissibili effettuate dalle singole imprese agricole, o del 100 per cento del costo dell’investimento ammissibile realizzato da più imprese agricole (progetto collettivo) o da un ente pubblico.

“I cambiamenti climatici in corso non fanno che aggravare le difficoltà degli agricoltori – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – per questo la Regione ha scelto di affiancarli in una vasta opera di prevenzione. Dopo il bando sui piccoli invasi, destinati a combattere la siccità, l’attenzione è rivolta ora alla prevenzione del dissesto idrogeologico, per una prevenzione in grado di coniugare il rispetto delle risorse naturali con la salvaguardia delle coltivazioni”. Continua a leggere →

Condividilo: