Nuovi fondi a sostegno delle Startup innovative

Per l’avvio, l’insediamento o lo sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali, in grado di promuovere la diversificazione del sistema produttivo nel settore tecnologico, o comunque ad alta innovazione, l’Emilia-Romagna ha messo a disposizione 2,3 milioni di euro di risorse nel triennio 2018-2020.

“Non viene meno il sostegno della Regione – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – alla promozione e crescita di start-up che siano in grado di aprire nuove nicchie di mercato, attraverso prodotti, servizi e sistemi di produzione ad elevato contenuto innovativo. Imprese che dovranno cogliere le ultime tendenze dei mercati, generando nuove opportunità occupazionali”.

Il bando si rivolge alle piccole e micro imprese regolarmente costituite.

Per i progetti di avvio di attività (tipologia A) possono presentare domanda le imprese costituite successivamente al 1° gennaio 2015. In questo caso sono ammessi costi riguardanti macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali; affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20 per cento del costo totale del progetto); acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne; spese di costituzione (massimo 2mila euro); spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25mila euro); consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Per i progetti di espansione di start-up già avviate (tipologia B) possono presentare domanda le imprese costituite dopo il 2 luglio 2013. Per loro sono ammessi costi riguardanti: acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali; macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali; spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20 per cento del costo totale del progetto); acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne; spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10 per cento del costo totale del progetto); consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Le domande potranno essere presentate dalla mattina del 2 luglio al pomeriggio del 15 novembre, esclusivamente online tramite l’apposito applicativo Sfinge 2020.

> Il testo del bando

> Informazioni sul bando

Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.