La salute è una cosa seria: novità per visite e farmacie

La salute è una cosa seria. Così come non si possono prendere sottogamba sintomi e malattie, allo stesso modo non possono essere gestiti con noncuranza gli appuntamenti per esami o prelievi. Un richiamo che vale per tutti: per il settore pubblico (impegnato a tagliare le lunghe liste di attesa) e per i cittadini.

Perciò dal 4 aprile, in caso di impedimento, bisognerà disdire le prenotazioni sanitarie specialistiche ambulatoriali almeno due giorni prima, pena una sanzione amministrativa pari all’importo del ticket per la fascia di reddito più bassa: “Una scelta fatta per una sanità più giusta, in cui dobbiamo sentirci tutti più responsabili – dichiara la consigliera regionale Manuela Rontini – e che contribuirà alla riduzione delle liste d’attesa”.

Il provvedimento fa parte delle “Norme regionali in materia di organizzazione degli esercizi farmaceutici e di prenotazioni di prestazioni specialistiche ambulatoriali” approvate questa settimana dall’Assemblea legislativa.

Un testo che contiene anche novità per le farmacie e i turni notturni delle stesse, oltre ad un potenziamento delle informazioni ai cittadini in via telematica. Attraverso un portale web saranno online infatti, in formato testuale o con grafica geo-referenziata, molte informazioni utili: turni, ferie, aperture notturne e altro.

Per la distribuzione dei medicinali in fascia notturna basterà fare una telefonata ed accordarsi per la consegna dei farmaci richiesti entro 30 minuti. Le farmacie che vorranno erogare questo servizio dovranno farne richiesta al Comune (mentre la Regione, avvalendosi delle Ausl, vigilerà sul corretto funzionamento del servizio con facoltà di sospenderlo).

Particolare attenzione è stata rivolta alle farmacie rurali, per le quali sono previsti sostegni economici. Le modalità di riparto dei fondi saranno definite dalla Regione anno per anno nell’ambito della legge di bilancio.

Tutte le farmacie dovranno dotarsi di insegna con croce verde, all’interno dei locali (nel rispetto delle normative del settore) potranno svolgere anche attività commerciali a patto che non interferiscano con la distribuzione dei farmaci. Viene inoltre semplificata la normativa in materia, revisionando le piante organiche e introducendo un concorso unico regionale per le sedi vacanti. Novità anche per la dislocazione sul territorio degli esercizi farmaceutici e per le farmacie aggiuntive nei luoghi di alto transito.

Maggiori informazioni saranno disponibili (a partire dal 14 marzo) sul sito: www.prestoebene-er.it

> L’infografica “Farmacie & prenotazioni visite in sanità: le principali novità”

> Il testo della legge

Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.