Dopo 15 anni, parte l’iter di riforma delle Polizie locali

Una riforma attesa da tempo, quella delle Polizie locali, approda in Assemblea legislativa. Oggi pomeriggio in Commissione è stato nominato il relatore del progetto di legge, d’iniziativa della Giunta regionale, pensato per rispondere alle esigenze di sicurezza dei cittadini e alle aspettative dei lavoratori del settore.

Il tema ci impegnerà nelle prossime settimane, ma già ora il testo presenta delle novità interessanti. Tra queste il concorso unico regionale per gli addetti di Polizia locale (alla cui graduatoria potranno attingere i singoli Comandi), la possibilità di poter usufruire in modo semplice di personale di altri territori (in caso di emergenze o esigenze particolari), la formazione degli operatori per affrontare situazioni critiche o traumatiche (con la possibilità di un supporto psicologico). Un fondo regionale coprirà poi eventuali spese legali che gli addetti si trovassero a dover sostenere in relazione a dei procedimenti penali attivati a seguito dell’espletamento dei loro compiti istituzionali.

Le novità riguarderanno anche gli Addetti alla sicurezza dei locali (i cosiddetti buttafuori), che potranno diventare “Street tutor”, con l’autorizzazione a contenere gli eccessi della movida negli spazi pubblici adiacenti gli esercizi commerciali su strada.

L’ambizione di questa nuova “Disciplina della Polizia amministrativa e locale e promozione di un sistema integrato di sicurezza” è quella di divenire un punto di riferimento a livello nazionale. Per questo, oltre alla legge, la Regione farà pressione sullo Stato (per mezzo della Conferenza delle Regioni) sugli aspetti che esulano dalla sua competenza, spingendo una riforma nazionale delle Polizie locali attesa da troppi anni.

Con questo provvedimento vogliamo anche migliorare il coordinamento regionale delle Polizie locali, definendo un nuovo modello di polizia più vicino ai cittadini, individuando modalità organizzative per un servizio moderno, efficace ed efficiente. Trattandosi di modifiche sostanziose alla precedente legge, e su temi importanti come quelli della sicurezza, chiedo un contributo di proposte a tutti i lettori, garantendo la consueta attenzione alle diverse istanze.

> Il testo del progetto di legge

> Le slide con le principali novità del progetto di riforma

Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.