Tasse sui canoni delle autorità portuali? Un’assurdità da scongiurare

Uno Stato che tassa sé stesso? Ad aprile scorso, la Commissione europea ha mosso una contestazione all’Italia secondo la quale “il mancato assoggettamento delle Autorità del Sistema portuale all’imposta sul reddito delle società configurerebbe un possibile aiuto di Stato”. Peccato che queste Autorità siano enti pubblici non economici, che amministrano il Demanio per conto dello Stato.

Per questo, in Regione Emilia-Romagna, otto consiglieri hanno depositato una risoluzione (primo firmatario Gianni Bessi) per chiedere al Governo, in particolare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a che punto sia il percorso di chiarimento avviato con la Commissione sulla questione “e per fare valere in sede comunitaria la peculiarità di questi enti pubblici che non svolgono alcuna attività economica e dunque non possono essere configurabili come soggetto imprenditoriale”. Continua a leggere →

Condividilo:

Riqualificazione energetica, dalla Regione 760mila euro per il ravennate 

Ridurre sprechi e consumi, anche nei vecchi edifici, per risparmiare denaro e guadagnare in aria pulita. Sono stati resi noti in questi giorni i progetti vincitori del bando regionale da 9,6 milioni di euro, riservato alla riqualificazione degli edifici pubblici (di proprietà degli enti locali o delle società partecipate).

In provincia di Ravenna sono state accolte 10 delle 11 domande presentate, con un contributo pubblico pari a 758.864 euro (fondi europei Por Fesr 2014-2020). A beneficiarne saranno in larga parte scuole, case popolari e residenze per anziani, dove si interverrà per ridurre i gas serra, valorizzare le fonti rinnovabili e per ridurre le dispersioni.

“Queste risorse europee stimoleranno interventi per quasi 2,9 milioni di euro nel territorio ravennate – annuncia la consigliera regionale Manuela Rontini – con benefici concreti per l’ambiente, l’efficienza energetica degli edifici e l’occupazione locale. Due interventi sono in programma a Ravenna, due a Castel Bolognese, due a Solarolo, altri a Faenza, Lugo, Conselice e Cervia”. Continua a leggere →

Condividilo:

Memoria del Novecento: oltre 76mila euro per progetti nel ravennate

Foto CorelliMantenere vitale e radicata la memoria del Novecento, un secolo i cui fatti hanno lasciato un segno radicale nella storia dei nostri territori e del nostro Paese, con una eco che tocca gli anni in cui viviamo. A questo mirava il bando regionale di sostegno ai progetti nell’ambito della legge sulla memoria e storia del Novecento, rivolto ad Associazioni, Istituzioni senza fini di lucro, Comuni e Unioni di Comuni.

La graduatoria dei vincitori è stata approvata dalla Giunta regionale nei giorni scorsi: “A Ravenna e provincia, complessivamente, sono stati riconosciuti contributi per 76.250 euro, utili a sostenere un corposo programma di attività – riporta la consigliera regionale Manuela Rontini –. Fondi destinati a progetti che hanno l’obiettivo di riannodare i fili della memoria, per non far cadere nell’oblio i fatti che hanno segnato il XX secolo e, con esso, il nostro presente”. Continua a leggere →

Condividilo:

Investimenti per 320 milioni in Emilia-Romagna. Parte del leone per il Porto di Ravenna

L'imboccatura del porto di Ravenna - Foto Cristiano Riciputi - Archivio Corriere CesenatePioggia di investimenti sull’Emilia-Romagna. Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) ha approvato opere per 290 milioni di euro, ai quali si aggiungono 32 milioni per interventi di sicurezza sismica, conservazione e valorizzazione di beni artistici e aree periferiche.

“Un via libera a opere importanti e attese – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – tra le quali spicca per importanza, e risorse concesse, il nuovo hub portuale di Ravenna. Un’opera per la quale il Cipe ha stanziato 60 milioni di euro, il 19 per cento di tutte le risorse destinate all’Emilia-Romagna. Una infrastruttura strategica per lo sviluppo dell’intera Regione, non della sola Romagna, che farà di Ravenna uno snodo fondamentale per la logistica, garantendo opportunità importanti al distretto energetico e chimico, a molte imprese locali e a tutto il settore agroalimentare regionale”.  Continua a leggere →

Condividilo:

Servono percorsi di cura adeguati per i malati di Sla

Interrogazione sull’assistenza all’ospedale di Faenza

In provincia di Ravenna circa 40 malati di Sla (Sclerosi laterale amiotrofica) non possono usufruire di percorsi di cura adeguati. Questo perché non dispongono di percorsi codificati Pdta (Percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale) in ambito sia intra-ospedaliero che extra-ospedaliero, cosa che causa loro notevoli disagi. E questa malattia neurologica, rara e degenerativa, vede ogni anno due o tre nuovi casi ogni 100mila abitanti.

Il dato emerge da un’interrogazione alla Giunta presentata dalle consigliere regionali Manuela Rontini (Pd) e Silvia Prodi (Mdp), che hanno rilanciato un ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale di Faenza. Continua a leggere →

Condividilo:

Più puntualità e sicurezza sui binari romagnoli

Interrogazione alla Giunta per migliorare le condizioni delle tratte Rimini-Ravenna-Bologna e Ancona-Bologna

Maggiore puntualità, informazioni esatte, condizioni di viaggio adeguate e sicure, in special modo nelle tratte ferroviarie che collegano la Romagna a Bologna. A chiederlo, con un’interrogazione alla Giunta, sono i consiglieri regionali del Pd Manuela Rontini e Mirco Bagnari.

Rispetto a qualche tempo fa qualche miglioramento c’è stato, ma la strada da fare è ancora molta. Ad oggi in regione circolano 910 treni ogni giorno per 45 milioni e mezzo di passeggeri trasportati ogni anno. Secondo recenti dati di monitoraggio sul sistema ferroviario il quadro è in costante miglioramento, grazie anche all’investimento di quasi 500 milioni di euro messo in atto a partire dal 2007 per l’acquisto di nuovi treni e lavori all’infrastruttura.

“Nonostante questo però – rileva Manuela Rontini, presidente della commissione Mobilità della Regione – permangono problematiche che spesso si traducono in un disagio continuato nel tempo. In particolare, le linee che collegano la costa al capoluogo come la Rimini-Ravenna-Bologna e la Ancona-Bologna, sono soggette pressoché ogni giorno a piccoli o grandi ritardi”. Continua a leggere →

Condividilo:

Potenziamento del Porto di Ravenna, depositato il progetto definitivo

Un progetto da 235 milioni di euro per potenziare una piattaforma strategica per l’intera Emilia-Romagna: il porto di Ravenna. Il progetto definitivo “Hub Portuale Ravenna 2017” è stato depositato questa settimana al Ministero delle Infrastrutture.

Si tratta di un programma articolato, che comprende l’approfondimento dei fondali della zona di accesso al porto (sino a -13,50 metri), l’approfondimento del canale Candiano (profondità fino a -12,50 metri sino a San Vitale) con il dragaggio di 4,7 milioni di metri cubi di sabbia. Prevista anche la realizzazione di una nuova banchina di oltre mille metri (che sarà raggiunta dalla linea ferroviaria) nell’area della “Penisola Trattaroli”, destinata prevalentemente a terminal container, l’adeguamento strutturale di oltre 6500 metri di banchine portuali e la realizzazione di nuove piattaforme logistiche urbanizzate e attrezzate. Continua a leggere →

Condividilo:

Dall’assestamento di bilancio risposte per il ravennate

Dal Parco della Vena del Gesso romagnola al casello di Bagnacavallo Est, passando per i danni da maltempo

Buone nuove dall’assestamento di bilancio regionale per il territorio ravennate. La manovra da 44 milioni di euro, approvata il 26 luglio dall’Assemblea legislativa, aumenta le risorse per il sociale, l’ambiente, la mobilità e le imprese, toccando alcune importanti questioni locali.

“Per il territorio di Ravenna e della sua provincia – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, presidente della commissione Territorio e Ambiente – ci sono novità importanti. La prima, è lo stanziamento di 150mila euro per la gestione del Parco regionale della Vena del Gesso romagnola. Avevo già sollecitato la Regione a intervenire, considerate le difficoltà che l’Ente Parco ha più volte sottolineato e che dipendono dall’esiguità del personale lì impiegato, ovvero due sole persone. Mi auguro che questo finanziamento possa garantire una più piena operatività dell’Ente che, attualmente, è impegnato anche nel percorso per l’inserimento dei fenomeni carsici gessosi dell’Emilia-Romagna nella World Heritage List dell’Unesco”. Continua a leggere →

Condividilo:

Inserimento lavorativo dei disabili? Da salvaguardare

Il superamento delle Province sta portando con sé qualche, inevitabile, intoppo. Ma quelli che, per qualche burocrate, potrebbero essere classificati come impedimenti di poco conto, per i cittadini rappresentano disagi o rischi non tollerabili. Specie se si parla delle fasce più deboli della popolazione.

Per questo assieme ai colleghi Mirco Bagnari e Gianni Bessi abbiamo presentato, qualche giorno fa, un’interrogazione alla Giunta sull’inserimento lavorativo dei disabili, un diritto che la Regione Emilia-Romagna promuove con apposite norme nella legge regionale sul lavoro (la 17/2005).

La materia era posta in capo alle Province, tramite i Centri per l’impiego. Ora, in questa fase di transizione istituzionale, bisogna fare di tutto per salvaguardare le esperienze in atto sui territori, evitando l’improvvisa interruzione di servizi essenziali per una piena inclusione sociale di moltissime persone. Continua a leggere →

Condividilo:

Fondi per impianti e manifestazioni sportive

Quasi 440mila euro per il territorio ravennate.

Lo sport torna al centro dell’azione regionale, con uno stanziamento di oltre 5 milioni di euro, e il territorio ravennate si prepara a ricevere finanziamenti per undici tra manifestazioni e piani di attività motoria, oltre ad un grande progetto.

“Tra i dieci impianti presi in considerazione a livello regionale – spiega la consigliera Manuela Rontini – figura la pista di atletica leggera del Campo scuola di Ravenna, che sarà ristrutturata e vedrà il ripristino della pavimentazione sportiva”.

I contributi sono stati assegnati, nei giorni scorsi, ai progetti ritenuti maggiormente coerenti con gli obiettivi regionali tra quelli candidati, nei mesi passati, dai Comuni e dalle organizzazioni sportive del territorio. Continua a leggere →

Condividilo: