Benessere delle api, verso una nuova legge regionale

Non solo sostegni economici al settore dell’apicoltura, comparto decisivo per il futuro del pianeta: dalla Regione sono in arrivo nuove regole per contrastare lo spopolamento degli alveari, assicurando il benessere delle api.

Lo prevede una proposta di legge che sarà discussa a breve in Assemblea legislativa: “Dall’inizio della legislatura gli apicoltori emiliani e romagnoli hanno avuto a disposizione risorse che sfiorano i due milioni di euro – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – comprendendo fondi nazionali e comunitari. Anche grazie a queste azioni, lo scorso anno, gli alveari sono aumentati del 10 per cento a quota 110mila, mentre la produzione di miele nell’anno in corso è stimata intorno alle 2.500 tonnellate, in risalita rispetto all’anno precedente. Ma per garantire un futuro alle api, responsabili di tre quarti della produzione agricola mondiale grazie alla loro impollinazione, servono norme al passo con i tempi. La proposta di legge che andremo a discutere prende il posto di una legge vecchia di trent’anni, varata in un tempo in cui la grande moria delle api non si era ancora manifestata. Un quadro normativo nuovo, che permetterà ai produttori di operare con regole certe e di livello europeo”. Continua a leggere →

Condividilo:

Nuovi fondi per l’apicoltura, domande al via

Il futuro delle api è legato a doppio filo a quello del pianeta. Questi piccoli insetti, infatti, sono responsabili di tre quarti della produzione agricola mondiale grazie alla loro impollinazione. A rischio di estinzione, per fattori climatici e pesticidi, negli ultimi anni hanno visto muoversi in loro soccorso Governi e Istituzioni comunitarie, con la messa al bando di principi attivi nocivi e il sostegno al mondo dell’apicoltura.

In Emilia-Romagna, dove gli alveari sono passati dai 100mila del 2016 ai 110mila del 2017, anche quest’anno sono stati stanziati fondi per la produzione e commercializzazione dei prodotti dell’alveare. In arrivo dalla Regione ci sono circa 490mila euro per lo sviluppo del settore e dei suoi prodotti, miele in primis, lo studio di nuovi trattamenti per combattere le malattie delle api e per aumentare la sicurezza per i consumatori. Continua a leggere →

Condividilo:

Dalla Regione 480mila euro a sostegno dell’apicoltura

Le api, insetti importantissimi per il futuro dell’uomo, restano in pericolo. Ma negli ultimi anni l’interesse per l’apicoltura è aumentato e il settore mostra segnali incoraggianti. Per sostenere questa crescita la Regione ha stanziato 480mila euro (risorse per metà statali e metà comunitarie), destinati prioritariamente ai giovani apicoltori, alle produzioni biologiche o integrate, alla formazione professionale degli operatori.

“Si tratta di un impegno che si inserisce nel solco di quanto già attuato negli anni scorsi – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – e che continuerà negli anni a venire. Il Programma triennale 2017-2019 per il miglioramento della produzione e commercializzazione dei prodotti dell’alveare, infatti, ha una dotazione complessiva di circa 2 milioni di euro. Un sostegno che non si limita a incoraggiare produzioni di qualità, ma che ha utili ricadute sull’impollinazione di altre produzioni e contribuisce alla tutela della biodiversità, un tema vitale per il futuro del pianeta”. Continua a leggere →

Condividilo:

Api e miele: a disposizione 467mila euro per sostenere il settore

Pubblicato il bando regionale, domande entro il 13 novembre.

Honey beesProsegue il sostegno dell’Emilia-Romagna al settore dell’apicoltura colpito da ingenti perdite di alveari. Le molteplici aggressioni ambientali ed antropiche a cui questi delicati, quanto preziosi, insetti vengono sottoposti, sono oggetto di studio da anni. Nella speranza che le cause della moria delle api che sta colpendo l’intero Pianeta vengano individuate con certezza e rimosse, la Regione rilancia, con la terza annualità, gli aiuti del programma triennale 2014-2016 (dotato di circa un milione e 400mila euro). Si tratta di fondi destinati al miglioramento della produzione e della commercializzazione del miele e degli altri prodotti dell’apicoltura.

In Italia sono presenti 1.560.000 alveari, con una produzione stimata intorno alle 12.500 tonnellate per un indotto superiore ai 40 milioni di euro. Nel 2014 il valore attribuibile all’export si è aggirato oltre i 27 milioni di euro e i principali Paesi importatori sono stati Germania, Francia, Arabia Saudita e Regno Unito. Continua a leggere →

Condividilo: