Fibromialgia, pronte le linee guida dell’Emilia-Romagna

Dopo un anno e mezzo di lavoro intenso, tra associazioni dei pazienti e specialisti delle Aziende sanitarie regionali, la Regione Emilia-Romagna ha emanato le linee di indirizzo per la “Diagnosi e trattamento della fibromialgia”.

Criteri di diagnosi chiari (basati su evidenze scientifiche internazionali e nazionali) per identificare una malattia subdola, caratterizzata da forti dolori muscolari ma difficile da riconoscere e, ad oggi, senza farmaci specifici in grado di curarla.

“Già nel primo anno di mandato – commenta la consigliera Manuela Rontini – presentai un’interrogazione alla Giunta in merito, chiedendo un impegno corale contro questa ‘malattia fantasma’, che colpisce quasi due milioni di italiani anche se in pochi sanno di esserne affetti. Il varo di queste linee guida rappresenta un passo avanti significativo nell’emersione della fibromialgia dalle ombre dell’inconsapevolezza”. Continua a leggere →

Condividilo:

Fibromialgia, gruppo di lavoro sulla “malattia fantasma” 

Un gruppo di lavoro tra associazioni dei pazienti e specialisti delle Aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna per proporre criteri di diagnosi chiari per identificare la Fibromialgia. Una malattia subdola, caratterizzata da forti dolori muscolari eppure difficile da diagnosticare con esattezza e, per di più, senza un farmaco specifico in grado di curarla.

“Già nel novembre scorso – commenta la consigliera Manuela Rontini – presentai con altri colleghi un’interrogazione alla Giunta in merito, chiedendo un impegno per mettere in rete tutte le realtà che si occupano di questa ‘malattia fantasma’, che colpisce quasi due milioni di italiani anche se in pochi sanno di esserne affetti. L’attivazione di questo gruppo di lavoro conferma l’importanza del nostro welfare regionale, pronto a contribuire al dibattito scientifico sul tema”.  Continua a leggere →

Condividilo:

La salute è una cosa seria: novità per visite e farmacie

La salute è una cosa seria. Così come non si possono prendere sottogamba sintomi e malattie, allo stesso modo non possono essere gestiti con noncuranza gli appuntamenti per esami o prelievi. Un richiamo che vale per tutti: per il settore pubblico (impegnato a tagliare le lunghe liste di attesa) e per i cittadini.

Perciò dal 4 aprile, in caso di impedimento, bisognerà disdire le prenotazioni sanitarie specialistiche ambulatoriali almeno due giorni prima, pena una sanzione amministrativa pari all’importo del ticket per la fascia di reddito più bassa: “Una scelta fatta per una sanità più giusta, in cui dobbiamo sentirci tutti più responsabili – dichiara la consigliera regionale Manuela Rontini – e che contribuirà alla riduzione delle liste d’attesa”.

Il provvedimento fa parte delle “Norme regionali in materia di organizzazione degli esercizi farmaceutici e di prenotazioni di prestazioni specialistiche ambulatoriali” approvate questa settimana dall’Assemblea legislativa.

Un testo che contiene anche novità per le farmacie e i turni notturni delle stesse, oltre ad un potenziamento delle informazioni ai cittadini in via telematica. Attraverso un portale web saranno online infatti, in formato testuale o con grafica geo-referenziata, molte informazioni utili: turni, ferie, aperture notturne e altro. Continua a leggere →

Condividilo:

Fibromialgia: servono cure gratuite e più consapevolezza

Deltoideus_posteriorÈ una malattia che colpisce quasi due milioni di italiani, eppure in pochi sanno di esserne affetti. È un male subdolo, difficile da diagnosticare con esattezza e senza un farmaco specifico in grado di curarlo. Si tratta della fibromialgia o sindrome fibromialgica, malattia caratterizzata da forti dolori muscolari cronici, rigidità degli arti che rendono difficoltoso il movimento, un gran numero di disturbi associati che debilitano la persona, spesso in modo invalidante.

Eppure non è riconosciuta dal Servizio sanitario nazionale: “Una condizione da malattia fantasma – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – che costringe i pazienti a sottoporsi a un gran numero di esami, in assenza di protocolli specifici, prima della diagnosi. Per questo ho firmato una interrogazione alla Giunta regionale, per chiedere l’esenzione dal ticket per le visite successive al riconoscimento della patologia e per i farmaci necessari alla cura. Il welfare dell’Emilia-Romagna ha l’occasione per confermarsi all’avanguardia, assistendo persone non più in grado di vivere appieno la propria vita lavorativa e personale”. Continua a leggere →

Condividilo:

Infermieri e 118: la salute dei cittadini prima di tutto

Il centrosinistra in Regione presenta una risoluzione per valorizzare la professionalità degli infermieri.

Ambulance-ambulanza -118 emergency-FIAT Ducato 3° serieSe tra medici e infermieri volano scintille, a rimetterci non sono gli uni o gli altri ma tutti i cittadini. La cronaca di queste settimane segnala casi di esposti e procedimenti disciplinari, promossi da certi Ordini provinciali dei medici, nei confronti di alcuni dottori ‘rei’ di aver attribuito competenze, ritenute una prerogativa esclusiva, agli infermieri in servizio sulle ambulanze del 118.

Quando si parla di gestione delle emergenze, però, le persone da curare e assistere devono venire prima di tutto. Per questo all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna il centrosinistra ha presentato una risoluzione (primo firmatario Giuseppe Paruolo, Pd) volta a valorizzare la professionalità degli infermieri. Continua a leggere →

Condividilo: