Soste forzate e treni stracolmi: interrogazione sulla linea Ravenna-Bologna

Disagi e ritardi, tra treni strapieni e corse soppresse. In attesa dei miglioramenti in arrivo un domani (col rinnovo della flotta su ferro entro l’anno) la Regione non può non occuparsi dell’oggi, un presente che vede i pendolari costretti a viaggiare su treni vecchi, carrozze sovraffollate e in orari che non coincidono con le esigenze di lavoro e studio.

Sul tema, la consigliera regionale Manuela Rontini ha presentato una nuova interrogazione alla Giunta, dopo i disagi segnalati il 26 febbraio scorso nella stazione di Lugo, con un treno fermo mezz’ora causa sovraffollamento.

Continua a leggere →
Condividilo:

Riqualificazione energetica, dalla Regione 760mila euro per il ravennate 

Ridurre sprechi e consumi, anche nei vecchi edifici, per risparmiare denaro e guadagnare in aria pulita. Sono stati resi noti in questi giorni i progetti vincitori del bando regionale da 9,6 milioni di euro, riservato alla riqualificazione degli edifici pubblici (di proprietà degli enti locali o delle società partecipate).

In provincia di Ravenna sono state accolte 10 delle 11 domande presentate, con un contributo pubblico pari a 758.864 euro (fondi europei Por Fesr 2014-2020). A beneficiarne saranno in larga parte scuole, case popolari e residenze per anziani, dove si interverrà per ridurre i gas serra, valorizzare le fonti rinnovabili e per ridurre le dispersioni.

“Queste risorse europee stimoleranno interventi per quasi 2,9 milioni di euro nel territorio ravennate – annuncia la consigliera regionale Manuela Rontini – con benefici concreti per l’ambiente, l’efficienza energetica degli edifici e l’occupazione locale. Due interventi sono in programma a Ravenna, due a Castel Bolognese, due a Solarolo, altri a Faenza, Lugo, Conselice e Cervia”. Continua a leggere →

Condividilo:

A pieno regime i punti nascita di Faenza e Lugo

Manuela Rontini e Giovanni MalpezziUn punto fermo sui punti nascita di Faenza e Lugo: non solo il loro futuro è garantito, ma la funzionalità di questi è tornata a pieno regime. La notizia, messa nero su bianco dall’Ausl Romagna in una propria circolare già effettivamente operativa, è stata data oggi a Faenza in conferenza stampa dal sindaco Giovanni Malpezzi e dalla consigliera regionale Manuela Rontini: “La Regione, in risposta ad un mio question time, aveva già escluso nel 2016 ogni ipotesi di chiusura per bocca dell’assessore alla Sanità Sergio Venturi – ha spiegato Rontini –. Oggi, al termine di un percorso di sperimentazione nel quale buona parte dei cesarei è stata programmata a Ravenna, anche questo tipo di nascite torna a pieno titolo a Faenza e Lugo”. Continua a leggere →

Condividilo:

Biglietteria di stazione aperta solo il lunedì? La politica si mobilita per Lugo

Interrogazione in Regione per uno scalo ferroviario che è punto di riferimento per la Bassa Romagna

Da cinque giorni di apertura settimanali a uno solo, il lunedì, dalle 6,30 alle 13,30. Sono i nuovi orari della biglietteria della stazione ferroviaria di Lugo, che viaggiatori e pendolari hanno trovato riportati in un cartello apparso in questi giorni. La misura dovrebbe scattare dal prossimo sei novembre: “Si tratta di una notizia difficile da digerire e che per di più, dopo aver colto alcune indiscrezioni, si inserisce in un’azione più ampia da parte di Trenitalia. Pare infatti che vogliano chiudere anche altre biglietterie in Emilia-Romagna” commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, autrice con il collega Bagnari di un’interrogazione alla Giunta su questo tema.

“Per questo ci siamo immediatamente attivati per depositare un documento con il quale chiediamo alla Regione di approfondire la questione e se intenda attivarsi, nei confronti di Trenitalia, per chiedere di sospendere e riconsiderare il piano di chiusura delle biglietterie delle stazioni ferroviarie in Emilia-Romagna, trovando soluzioni alternative che tutelino maggiormente i viaggiatori”. Continua a leggere →

Condividilo:

Ospedali di Faenza e Lugo: molte conferme importanti, ma serve di più

Ospedale di FaenzaLa seduta odierna della commissione Sanità della Regione è stata tutta dedicata all’Ausl Romagna e, in particolare, agli ospedali di Faenza e Lugo.

È stata approvata una risoluzione del Partito democratico, a firma dei consiglieri regionali Mirco Bagnari, Gianni Bessi e Manuela Rontini, per rafforzare la sinergia organizzativa tra gli ospedali di Lugo e Faenza, conservare le attuali prestazioni e specialità dei presidi (compresi i punti nascita), garantire a Faenza la continuità assistenziale pediatrica nelle 24 ore (completando la copertura dell’organico), rafforzare la medicina territoriale e assicurare la piena partecipazione degli enti locali nella programmazione sanitaria, nonché nella verifica dei risultati e nel monitoraggio dell’andamento del processo di riorganizzazione. Continua a leggere →

Condividilo:

Linea Faenza-Lavezzola: non servono nuovi abbonamenti

Sono cambiate, e in meglio, le modalità del servizio sulla linea Faenza-Lavezzola, ma una comunicazione carente ha causato qualche difficoltà agli studenti e ai pendolari che ogni giorno viaggiano su quel percorso, in treno o in autobus.

Tanto che, al ritorno dalle vacanze natalizie, gli utenti hanno trovato alcune fermate di bus spostate, mentre il passaggio di gestione dei bus integrativi (da Trenitalia al consorzio Mete) ha aggiunto ulteriori dubbi sul fronte dei biglietti e degli abbonamenti.

Per vederci chiaro, i consiglieri regionali Mirco Bagnari (primo firmatario) e Manuela Rontini hanno presentato alla Giunta una interrogazione a risposta immediata: “Non è la prima volta che ci troviamo ad intervenire su questo problema – precisa Manuela Rontini, presidente della commissione Mobilità dell’Assemblea legislativa – tanto che l’atto depositato è stato preceduto da un’altra interrogazione e dall’audizione in Commissione, da me richiesta, dell’Assessore Donini”. Continua a leggere →

Condividilo:

Turismo e cultura. Finanziati progetti per 32 milioni di euro

Fondi pari a 5 milioni di euro per i progetti del territorio ravennate

Piazza del Popolo, FaenzaCultura fa rima con natura ed entrambi i termini vanno a braccetto con l’appetibilità di un territorio. Importanti sul piano turistico, importanti per i cittadini: vivere tra monumenti, luoghi di eventi e aree verdi giova assai al corpo ed allo spirito.

Va in questo senso lo stanziamento della Regione di 32 milioni di euro per le aree naturali e il patrimonio culturale.

Fondi che in provincia di Ravenna vanno a Cervia (2,85 milioni di euro per il recupero del magazzino Darsena per la valorizzazione della cultura del sale), a Faenza (740mila euro per il restauro dell’Arengo) ed ai Comuni di Lugo, Bagnacavallo e Fusignano (riqualificazione integrata del Pavaglione, Villa Malerbi, teatro Goldoni e Museo San Rocco per 1,41 milioni di euro), per un totale di 5 milioni di euro. Continua a leggere →

Condividilo:

Tratta Faenza-Lugo-Lavezzola: trasporto più efficiente già da inizio anno scolastico

Il treno e il casolare...Le difficoltà di chi deve spostarsi con mezzi pubblici lungo il tragitto Faenza-Lugo-Lavezzola sono note da tempo e colpiscono in particolare gli studenti: affollamento, servizi di trasporto gestiti da soggetti diversi, che in alcuni momenti della giornata si sovrappongono e in altri sono completamente assenti, nessuna integrazione rispetto alle tariffe.

“Avevo portato la questione in Regione presentando un’interrogazione alla Giunta – spiega Manuela Rontini, Presidente delle commissione Territorio ambiente e mobilità dell’Assemblea Legislativa – raccogliendo le sollecitazione di alcune centinaia di studenti che avevano firmato una petizione ai sindaci del territorio. Qualche giorno fa l’assessore regionale ai Trasporti e mobilità Raffaele Donini ha aggiornato sul tema la Commissione competente, come da me richiesto. E le notizie sono buone: già dall’inizio di questo anno scolastico, infatti, il servizio sarà migliorato. La Regione ha convocato Trenitalia, che fino a luglio garantiva quattro corse ferroviarie e 12 corse bus sostitutive al giorno, Ambra e il Consorzio Mete per procedere alla riorganizzazione dei servizi alla cittadinanza”. Continua a leggere →

Condividilo:

Carisp Cesena, fare chiarezza sul recente passato

Assemblea dei soci della Cassa di Risparmio di Cesena al Carisport, domenica 3 luglio 2016L’aumento di capitale della Cassa di Risparmio di Cesena, operazione che ha portato il valore delle azioni dell’istituto a 50 centesimi dai 14-16 euro precedenti, ha rappresentato per molti un colpo durissimo.

Lo è stato di certo per i piccoli azionisti che, con titoli spesso ereditati dai padri o dai nonni, si ritrovano oggi in mano azioni dal valore quasi nullo. Stessa sorte è toccata alle Fondazioni bancarie che, da azioniste di maggioranza della Cassa, passano a percentuali di partecipazione insignificanti. Avrebbero dovuto comunque perdere il controllo della banca entro 5 anni, secondo quanto concordato tra ministero dell’Economia e Acri, ma farlo in questo modo è stato assai traumatico.

A detta dei nuovi vertici della Carisp, insediatisi nel febbraio scorso, il varo di un maxi aumento di capitale era indispensabile per accantonare somme a copertura dei prestiti “in sofferenza”. Solo così il Fondo interbancario di Tutela dei depositi (partecipato dalle maggiori banche italiane e nuovo azionista di maggioranza) sarebbe potuto entrare in gioco. Continua a leggere →

Condividilo: