Fibromialgia, pronte le linee guida dell’Emilia-Romagna

Dopo un anno e mezzo di lavoro intenso, tra associazioni dei pazienti e specialisti delle Aziende sanitarie regionali, la Regione Emilia-Romagna ha emanato le linee di indirizzo per la “Diagnosi e trattamento della fibromialgia”.

Criteri di diagnosi chiari (basati su evidenze scientifiche internazionali e nazionali) per identificare una malattia subdola, caratterizzata da forti dolori muscolari ma difficile da riconoscere e, ad oggi, senza farmaci specifici in grado di curarla.

“Già nel primo anno di mandato – commenta la consigliera Manuela Rontini – presentai un’interrogazione alla Giunta in merito, chiedendo un impegno corale contro questa ‘malattia fantasma’, che colpisce quasi due milioni di italiani anche se in pochi sanno di esserne affetti. Il varo di queste linee guida rappresenta un passo avanti significativo nell’emersione della fibromialgia dalle ombre dell’inconsapevolezza”. Continua a leggere →

Condividilo:

Sanità nazionale, l’Emilia-Romagna ha fatto scuola

Varati dal Governo i nuovi Livelli di assistenza ed un Piano nazionale vaccini. Estese al resto del Paese prestazioni che in Emilia-Romagna sono da tempo un diritto per tutti

Cure, esami, visite e vaccini che in Emilia-Romagna sono garantiti da tempo gratuitamente, o tramite ticket, vengono ora estesi in tutta Italia.

Lo si deve al provvedimento del Governo sui Lea (Livelli essenziali di assistenza) varato venerdì scorso, che aggiorna norme vecchie di 15 anni. E lo fa “ispirandosi”, in molti casi, all’esperienza della sanità emiliana e romagnola che già oggi garantisce a tutti i controlli nel corso della gravidanza fisiologica, visite ed esami per la fecondazione eterologa e omologa, cure odontoiatriche per chi è affetto da patologie invalidanti o è in difficoltà economica, trattamenti di adroterapia per la cura dei tumori. Continua a leggere →

Condividilo: