Elisoccorso: una risoluzione per potenziare le aree di atterraggio notturno

L’elisoccorso è un servizio in grado di fare la differenza tra la vita e la morte di una persona, quando fatti gravi accadono lontano dai grandi centri e la necessità di un soccorso immediato è vitale. Per questo la Regione, nei mesi scorsi, ha deciso di allargare a macchia d’olio le aree di atterraggio idonee all’elisoccorso notturno, oltre a potenziare il servizio con visori notturni già dalla scorsa estate.

Un impegno importante quello in atto, ma una risoluzione presentata in Assemblea legislativa chiede alla Giunta regionale di fare di più, specie in Romagna: “I punti di atterraggio disponibili sul territorio devono essere capillari – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria del documento – per questo vogliamo impegnare la Giunta a incrementare il numero di aree di atterraggio funzionali all’elisoccorso sanitario notturno così da aumentare, in caso di bisogno, l’accesso al servizio da parte della popolazione”.

Continua a leggere →
Condividilo:

Elisoccorso in spiaggia, quando i minuti fanno la differenza

Chiesta l’attivazione del servizio nei lidi romagnoli

Spiagge affollate e strade congestionate sono la prassi in riviera nel periodo estivo. Condizioni che aumentano di molto il rischio d’incidenti, colpi di calore o malori in mare, rendendo al tempo stesso assai difficile l’intervento tempestivo delle ambulanze.

“Il sistema che consentirebbe di portare nel minor tempo possibile un medico, e le attrezzature di primissima rianimazione, presso il paziente è quello del soccorso con eliambulanze dotate di verricello – spiega la consigliera regionale Pd Manuela Rontini – strumento in grado di calare operatore e strumenti da un’altezza di 40 metri, senza bisogno di fare atterrare l’elicottero. In questo modo, in attesa che arrivi l’ambulanza da terra, il paziente potrebbe già ricevere le indispensabili e preziosissime prime cure evitando, in molti casi, complicanze o addirittura il decesso”. Continua a leggere →

Condividilo:

Sisma in Centro Italia, dall’Emilia-Romagna altri volontari e mezzi per far fronte all’emergenza neve

La furia degli elementi continua a martoriare il Centro Italia, con nuove scosse di terremoto, frane, slavine e intense nevicate sulle zone già colpite dal sisma dell’estate e dell’autunno scorso. A dolore si aggiunge dolore, in un crescendo di angoscia. Non è tempo però di lasciarsi sopraffare dall’amarezza bensì di agire. Le istituzioni, assieme a tante persone di buona volontà, lo stanno dimostrando pur operando in condizioni difficilissime.

Anche questa volta la nostra Regione è stata tra le prime a correre in aiuto di quei territori martoriati. Lo ha fatto all’indomani delle prime scosse del 24 agosto, inviando uomini e mezzi (più di 200 persone, con attrezzature pesanti e squadre cinofile), in special modo nel comune di Montegallo (Ap). Ha continuato a supportare le popolazioni colpite all’indomani delle ulteriori forti scosse del 26 e 30 ottobre. Un impegno che non è mai venuto meno e che è stato ulteriormente rinnovato a seguito delle eccezionali nevicate, prima, e del nuovo forte sciame sismico del 18 gennaio. Continua a leggere →

Condividilo:

Caldo e siccità: raddoppia la quantità di carburante agevolato

Le aziende agricole e gli allevamenti in acque salmastre possono chiedere un’integrazione entro il 31 ottobre.

Senza titoloDopo tanto sudare arriva una buona notizia per gli agricoltori e per chi si occupa di allevamenti estensivi in acque salmastre dell’Emilia-Romagna. Qualche settimana fa, la Giunta regionale ha deliberato che potranno presentare domanda di integrazione per ottenere ulteriore carburante agevolato per uso agricolo, rispetto all’assegnazione annuale.

La carenza di precipitazioni, e le temperature che hanno raggiunto valori elevatissimi nei mesi di luglio ed agosto, hanno infatti provocato un aumento del fabbisogno idrico delle colture che ha portato a maggiori consumi di carburante rispetto a quelli normalmente previsti per far funzionare gli impianti di irrigazione. Anche negli allevamenti rivieraschi si è reso necessario prolungare le operazioni di pompaggio per consentire una maggiore ossigenazione dell’acqua, oltre a dover effettuare operazioni di escavo ed espurgo dei canali sub-lagunari per favorire la circolazione idrica e pulire i fondali dalle masse algali accumulatesi. Continua a leggere →

Condividilo:

Fiumi e torrenti: pericoli da evitare o luoghi di incontro e confronto?

Presentata un’interrogazione per promuovere i Contratti di fiume, nuovi strumenti di partecipazione per programmare un futuro sostenibile.

foto_fiume LamoneAlla vigilia della presentazione presso l’Expo di Milano dei lavori del X Tavolo nazionale dei Contratti di fiume, che si terrà nelle giornate del 15 e 16 ottobre, la presidente della Commissione Territorio Ambiente Mobilità dell’Emilia-Romagna, Manuela Rontini, con un’interrogazione ha chiesto una convinta adesione della Regione alla “Carta nazionale dei Contratti di fiume”.

“Si tratta – spiega la consigliera regionale Rontini – di un insieme di regole e principi, condivisi a livello nazionale, a cui ispirarsi nella conduzione dei singoli Contratti di fiume locali. Grazie al coordinamento scientifico della segreteria tecnica del Ministero dell’Ambiente, al percorso di condivisione avviato dalla Commissione Ambiente e Energia della Conferenza delle Regioni e all’azione propositiva di tante Associazioni di tutela ambientale, questi strumenti stanno prendendo sempre più piede in Italia”. Continua a leggere →

Condividilo:

Difesa del suolo, 100 milioni di euro per interventi in Emilia-Romagna

Presentati i dati sulle risorse rese disponibili per la difesa del territorio nei primi 100 giorni di governo della Giunta regionale.

#ForzaCasola, sopralluogo alla franaSuperano i 100 milioni di euro le risorse rese disponibili per la difesa del territorio nei primi 100 giorni di governo della Giunta regionale. 25 milioni per la prevenzione e il rischio idrogeologico, 19,5 per la prevenzione e il rischio sismico e 59 milioni per interventi in risposta alle emergenze maltempo (nevicate 2012, ottobre-novembre 2014 e febbraio 2015).
Le risorse derivano da fondi nazionali e regionali e dalle “economie”, ovvero dal recupero di fondi disponibili e non utilizzati negli anni precedenti.

“Si tratta di una cifra straordinaria e di investimenti certi, molti dei quali già attivati. Risorse che ci permettono di realizzare interventi necessari per la difesa del nostro territorio e al tempo stesso di dare un sostegno diretto all’occupazione” ha affermato il presidente Stefano Bonaccini, nel presentare i dati alla stampa.

Passare da una logica emergenziale ad un piano strutturato di prevenzione del rischio idrogeologico è uno degli obiettivi prioritari della Legislatura. – commenta Manuela Rontini, presidente della Commissione Territorio e Ambiente della Regione – Non si tratta di investimenti a spot e fatti ‘una tantum’, ma dell’inizio di un percorso pluriennale con cui, in raccordo con i territori, individueremo tutti gli interventi destinati a emergenza, manutenzione, prevenzione e opere strutturali”. Continua a leggere →

Condividilo:

Maltempo, audizione in III Commissione: oltre 3 ore di confronto tra consiglieri regionali e aziende multiservizi su blackout e disservizi

“L’obiettivo è il risarcimento al 100% dei danni subiti, al netto dei rimborsi già ottenuti dagli enti gestori e dalle assicurazioni”.

Manuela Rontini_in Commissione_audizione su emergenza maltempo

La “formazione di manicotti di ghiaccio, che aderiscono ai conduttori (i quali poi tendono a congelare), di dimensioni notevolmente superiori rispetto a quelli previsti dalle norme (sono stati rilevati spessori di ghiaccio fino a 15 centimetri contro i 12 millimetri ‘regolari’)”. Poi la neve caduta, “di particolare peso specifico”, che ha sovraccaricato “gli alberi al di fuori delle fasce di rispetto facendoli spezzare o cadere sulle linee elettriche”. E ancora: le frequenti “interruzioni viarie”, “l’impossibilità di far decollare gli elicotteri” e le “difficoltà nelle telecomunicazioni”. Eccole le ragioni all’origine dei disservizi – interruzione dell’energia elettrica e dell’acqua su tutti – che si sono registrati in vari territori dell’Emilia-Romagna in seguito al maltempo e alle nevicate del 5 e 6 febbraio scorsi, ragioni messe in fila stamattina dai rappresentanti delle società multiservizi – Enel, Terna, Iren e Hera – in audizione in Commissione regionale “Territorio Ambiente Mobilità” presieduta da Manuela Rontini. Quest’ultima, in apertura dei lavori, ha sottolineato come “da parte delle istituzioni è stato messo in campo tutto l’impegno possibile: dai 5 milioni di euro stanziati immediatamente dalla Regione per gli interventi di emergenza ai 1.200 volontari suddivisi in 270 squadre, che ringrazio, mobilitati dalla Protezione civile fino alla richiesta di stato di emergenza, che il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha firmato venerdì 13 febbraio, per un totale di 270 milioni di euro di danni (180 milioni di euro alle strutture pubbliche, circa 90 milioni ai privati e alle attività produttive, come è emerso da una prima indicazione fatta dai Comuni, in corso di integrazione)”. Continua a leggere →

Condividilo:

Maltempo, dalla Regione 2,5 milioni di euro per far fronte alle prime emergenze

Incontro a Ravenna del presidente Bonaccini con sindaci, presidenti delle Province e delle Unioni dei Comuni colpiti da maltempo e allagamenti.

Incontro con il Presidente Bonaccini e i Sindaci della Romagna per fare il punto sull'emergenza maltempo

Due milioni e mezzo per interventi urgenti per far fronte alle emergenze prioritarie dopo il maltempo che ha colpito da ieri la Regione. Ricognizione in tempi stretti dei danni per avanzare la richiesta di stato di emergenza nazionale al Governo.

È quanto stabilito oggi, nel corso dell’incontro convocato questa mattina dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini nella sede del Comune di Ravenna.

Presenti i presidenti delle Province e dei Comuni capoluogo della costa particolarmente colpiti dal maltempo e dagli allagamenti (Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini), oltre ai presidenti delle Unioni dei Comuni, agli assessori regionali alla Protezione civile Paola Gazzolo, al Bilancio Emma Petitti, al Turismo Andrea Corsini, al sottosegretario Andrea Rossi e al direttore dell’Agenzia regionale di Protezione civile Maurizio Mainetti, e a numerosi consiglieri regionali. Continua a leggere →

Condividilo: