Piccolo commercio: il futuro passa dall’innovazione

Se la grande distribuzione organizzata soffre la concorrenza dei giganti della vendita online (i grandi centri commerciali negli Stati Uniti si sono quasi dimezzati nel giro di un decennio), i piccoli negozi non se la passano meglio.

Eppure, questi negozi rappresentano spesso la storia di una comunità, in special modo di quelle più piccole. Una storia da aggiornare con gli ultimi ritrovati digitali, per fare in modo che possa continuare negli anni a venire, evitando l’impoverimento imprenditoriale delle comunità, con ricadute negative sull’occupazione e sul tessuto sociale. Continua a leggere →

Condividilo:

Finanziamenti regionali per commercio e turismo nel faentino e in Bassa Romagna

Fondi in arrivo per importanti progetti di riqualificazione urbana e di marketing territoriale

Palazzo San Giacomo, Russi (Ravenna)Sono circa 341mila euro i finanziamenti che arrivano dalla Regione a quattro enti della provincia di Ravenna per progetti di riqualificazione urbana e commerciale dei centri storici e di marketing territoriale.

“Un sostegno diretto al commercio e turismo, ma anche investimenti per migliorare la qualità della vita urbana partendo da quelle che sono le piazze più importanti di paesi e centri urbani di piccole e medie dimensioni – riporta la consigliera regionale Manuela Rontini –. A ottenere il finanziamento, infatti, sono Brisighella e Russi, entrambi comuni di meno di 25mila abitanti, che riceveranno rispettivamente 93mila e 134mila euro per la valorizzazione e riqualificazione delle aree commerciali, mercati, spazi e arredi urbani. Un impulso diretto all’economia di vicinato ma anche ad aumentare il benessere delle comunità che frequentano quelle piazze”. Continua a leggere →

Condividilo:

Il grande ruolo delle piccole attività. Verso un sostegno regionale

Progetto di legge per concedere sgravi e fondi ai piccoli esercizi polifunzionali montani

PizzicheriaNelle realtà montane, o nei piccoli centri lontani dalle grandi vie di comunicazione, le piccole attività commerciali sono più che semplici negozi: rappresentano un presidio, un punto di riferimento per la popolazione, un servizio indispensabile a molti.

Ora un progetto di legge regionale (primo firmatario Alessandro Cardinali) punta a sostenere questi piccoli esercizi polifunzionali con finanziamenti e sgravi fiscali. I benefici si applicherebbero alle realtà di piccole dimensioni collocate “in realtà montane, rurali o dove è presente una rarefazione della rete commerciale”.

“Questo progetto di legge – spiega la consigliera regionale Manuela Rontini, tra i firmatari della proposta – si inserisce nel solco dei tanti provvedimenti presi dalla Regione in favore della montagna e delle aree meno popolate del nostro territorio. Per evitare un ulteriore spopolamento, pericoloso a livello ambientale e sociale, le istituzioni hanno il dovere di intervenire a più livelli. Il sostegno ai piccoli esercizi di queste zone, dunque, è solo l’ultimo tassello di una strategia di più ampio respiro”. Continua a leggere →

Condividilo:

Quando il terziario è al primo posto

Borghi e centri storici più accoglienti e più attraenti, per i turisti e per tutti i cittadini, grazie al commercio, alla cultura e agli spettacoli. La Regione ha stanziato 14,9 milioni di euro per riqualificare alberghi, negozi, cinema e teatri, con un occhio di riguardo ai centri cittadini ed ai piccoli borghi di montagna.

I contributi pubblici potranno generare investimenti per 43 milioni di euro, premiando in particolare chi crea nuova occupazione: “Si tratta di un intervento in comparti diversi ma strategici – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – perché un turismo di qualità e l’attrattività di un territorio passano anche attraverso la competitività delle imprese e del tessuto produttivo”. Continua a leggere →

Condividilo:

La legalità si costruisce con piccoli gesti

Nuova campagna regionale contro l’abusivismo commerciale

Così come tante gocce formano il mare, allo stesso modo tanti “piccoli” atti illegali concorrono ad un giro d’affari criminale imponente, una fiumana d’acqua sporca che danneggia gli imprenditori onesti, vessa i lavoratori in nero, alimenta l’allarme sociale.

Si tratta dell’abusivismo commerciale, una pratica percepita dai più come innocua. In tanti, ancora oggi, acquistano a cuor leggero oggetti o indumenti in spiaggia da venditori abusivi. Ignari, forse, che dietro quel gesto si celano diversi traffici oscuri, oltre a pericoli per la salute dato che la merce contraffatta è realizzata con materiali scadenti e spesso tossici, in spregio ad ogni norma di tutela del consumatore.  Continua a leggere →

Condividilo: