Abbattimento barriere architettoniche: contributi pari a 1,62 milioni di euro per le case del ravennate

Arrivano finalmente sui territori i fondi del Governo per il superamento delle barriere architettoniche nelle case private, pensati per rendere le abituazioni più accessibili a disabili, persone anziane e a chiunque abbia difficoltà motorie, grazie ad ascensori, porte più larghe e bagni più ampi.

Per la provincia di Ravenna sono disponibili, nell’anno in corso, 1,36 milioni di euro ai quali si aggiungono altri 260mila euro di risorse regionali, per un totale di 1,62 milioni di euro.

I fondi nazionali sono stati stanziati, nel febbraio scorso, dall’allora ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio: “Erano quasi 15 anni che non veniva più rifinanziata la legge per il superamento delle barriere architettoniche nelle case private – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – e va dato merito al Governo Gentiloni e al ministro Delrio di essersi spesi per un provvedimento che va incontro alle esigenze delle fasce più deboli della popolazione. Si tratta di 180 milioni di euro nel triennio, 29 dei quali per l’Emilia-Romagna fino al 2020, finalmente a disposizione degli enti locali. A questi vanno aggiunti quasi 2,2 milioni di euro di fondi regionali. È dal 2014, infatti, che la Regione Emilia-Romagna stanzia ogni anno risorse proprie per questi interventi, supplendo di fatto alla lunga assenza di interventi statali. Il fondo regionale, ad oggi, ha permesso di finanziare oltre 2300 interventi di abbattimento di barriere architettoniche grazie a otto milioni di euro di contributi”. Continua a leggere →

Condividilo:

Alloggi Erp più accessibili: arrivano ascensori e montascale

Quartiere INA CaseGli alloggi di Edilizia residenziale pubblica (Erp) spesso sono vecchi di diversi lustri e perciò, in molti casi, sprovvisti di ascensore. Ma sono abitati in gran parte da persone anziane, a ridotta capacità motoria. Per risolvere questo problema l’Emilia-Romagna ha stanziato un fondo di due milioni per il 2018, e altrettanti per l’anno seguente, destinati ai Comuni proprietari degli stabili per installarvi montascale o ascensori.

“È la prima volta che la Regione adotta un provvedimento simile – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – un aiuto all’autonomia e alla vita sociale delle persone, in primo luogo anziani e disabili. I costi, che saranno coperti all’80 per cento, riguarderanno anche l’abbattimento degli ostacoli presenti in appartamenti o spazi comuni dei palazzi, come dislivelli con gradini o rampe troppo ripide, corridoi e servizi troppo stretti, pavimentazioni scivolose”. Continua a leggere →

Condividilo:

Tornano i finanziamenti contro le barriere architettoniche domestiche

Oltre 29 milioni di euro per gli interventi realizzati in Emilia-Romagna

Dopo 14 anni di stop, arrivano dallo Stato i fondi per l’abbattimento delle barriere architettoniche. E all’Emilia-Romagna toccano oltre 29 milioni di euro, quasi un sesto di tutte le risorse disponibili (180 milioni).

“Si tratta di un finanziamento importante e atteso da tempo – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – segno dell’attenzione del Governo alle esigenze delle persone disabili. Ma nel frattempo l’Emilia-Romagna non è stata con le mani in mano. Dal 2014 la Regione dispone di un proprio fondo, che ha assegnato a Comuni e Unioni di Comuni sei milioni di euro in tre anni. Lo scorso anno, con un apposito bando, abbiamo finanziato l’abbattimento di 633 interventi di abbattimento di barriere architettoniche domestiche, per un importo di due milioni di euro”. Continua a leggere →

Condividilo:

52 milioni di euro in più: approvato l’assestamento di bilancio

Risorse per la sanità, l’ambiente, le zone colpite dal sisma e dall’alluvione, la cultura e il turismo.

"Una Regione che investe sul futuro"Approvato in Assemblea legislativa l’assestamento al bilancio 2015 della Regione Emilia-Romagna, che prevede 52 milioni di euro di risorse autonome regionali destinate alla spesa corrente e agli investimenti.

Per quanto riguarda la spesa corrente, sono finanziati interventi in sanità e per migliorare la vita dei cittadini e delle categorie più deboli: 10 milioni di euro serviranno per prestazioni aggiuntive rispetto ai Livelli essenziali di assistenza (Lea) e abbattere ulteriormente le liste di attesa per le visite specialistiche; 1 milione per il sostegno alle categorie più deboli e l’eliminazione delle barriere architettoniche; 430mila euro per le agevolazioni tariffarie agli abbonamenti per il trasporto pubblico per anziani, disabili e inabili e 200mila per interventi per l’emergenza abitativa. Continua a leggere →

Condividilo:

Garantire ambienti adeguati per i disabili

Presentata una risoluzione per chiedere al Governo di rifinanziare il fondo nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Servoscala a piattaforma per carrozzine“L’abbattimento delle barriere architettoniche rappresenta una delle azioni più importanti per una comunità che intenda promuovere il contrasto all’esclusione sociale e la realizzazione di ambienti di vita accoglienti e adeguati a specifici bisogni dei cittadini disabili, e delle loro famiglie”.

Prende avvio da questa constatazione una risoluzione sottoscritta da Manuela Rontini, consigliera regionale Pd, in cui si segnala che la rimozione delle barriere architettoniche può contare su risorse e contributi di due fondi pubblici, il primo dei quali è nazionale e trova la propria disciplina nella legge 13/1989, che non viene però finanziata dal 2004.

Anche se la legge nazionale non prevede un obbligo di cofinanziamento la Regione, negli anni passati, è intervenuta per risolvere tale mancanza di fondi erogando complessivamente, dal 2002 al 2013, oltre 35 milioni di euro di risorse dal bilancio regionale. Continua a leggere →

Condividilo: