Ecobonus per le imprese, si può fare di più e meglio

Incentivare le imprese a dotarsi di mezzi di trasporto e attrezzature meno inquinanti è uno dei passi chiave per migliorare la qualità dell’aria, specie nella pianura padana. Eppure, lo scorso anno, solo 58 imprese in Emilia-Romagna hanno usufruito dell’Ecobonus (un contributo di 2.500 euro per l’acquisto di nuovi veicoli con obbligo di rottamazione dei vecchi), utilizzando un totale di 145mila euro stanziati a fronte di una disponibilità di due milioni di euro. Questo nonostante i termini per la presentazione delle domande siano stati riaperti ben tre volte.

“Bisogna cambiare passo, per raggiungere con il prossimo bando una platea di imprese più ampia – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, autrice di un’interrogazione alla Giunta – solo così l’Ecobonus 2018 sarà incisivo nella battaglia contro le emissioni inquinanti”. Continua a leggere →

Condividilo:

Fondi per aziende meno energivore

Bando da 2,3 milioni di euro rivolto alle piccole e medie imprese. Domande dal 10 aprile

Secondo il Piano energetico regionale, e assecondando il buon senso, tutti devono fare la propria parte per ridurre sprechi e consumi di energia.

Questa volta la Regione Emilia-Romagna ha focalizzato l’attenzione sul mondo produttivo, destinando 2 milioni e 228mila euro per quelle piccole o medie imprese pronte ad adottare sistemi di gestione dell’energia o che realizzino diagnosi energetiche.

Le risorse, cofinanziate dal ministero dello Sviluppo economico, potranno coprire il 50 per cento dei costi ammissibili sostenuti dall’impresa, con contributi massimi pari a 5mila euro (valutazioni di risparmio energetico) o 10mila euro per l’attuazione di sistemi di gestione dell’energia. Continua a leggere →

Condividilo:

Apicoltura fa rima con agricoltura: a bando 510mila euro

Chi salva le api salva l’agricoltura. E chi salva l’agricoltura salva l’uomo. Questi insetti infatti, per mezzo dell’impollinazione, sono responsabili di tre quarti della produzione agricola mondiale. Eppure fattori climatici e pesticidi hanno messo in serio pericolo le api, ormai a rischio di estinzione. E, con esse, è in pericolo la biodiversità.

“Senza le api l’umanità non direbbe solo addio al miele, ma a gran parte del proprio cibo – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – per questo è essenziale investire nell’apicoltura. In questi giorni la Regione Emilia-Romagna ha stanziato con un bando 510mila euro per il settore, destinati principalmente ai giovani ed al biologico, fattori chiave per il futuro dell’agricoltura e dell’umanità”. Continua a leggere →

Condividilo:

Nuova energia per gli edifici pubblici

28 milioni di euro di fondi grazie al nuovo bando regionale per la riqualificazione energetica.

Rimettere in sesto gli edifici pubblici, dal punto di vista energetico, per risparmiare sulle bollette, inquinare meno, stimolare l’economia. L’opportunità per gli Enti locali arriva dal nuovo bando del Por-Fesr (l’Asse 4 è infatti dedicato a “Promozione della low carbon economy nei territori e nel sistema produttivo”) con 28 milioni di euro di risorse pubbliche in grado di stimolare investimenti fino a 100 milioni di euro.

Il bando ha 3 obiettivi: incidere positivamente sull’economia regionale, minimizzare l’impatto sul patto di stabilità dei Comuni, garantire l’utilizzo degli incentivi nazionali.

Combinando il contributo regionale del bando con il nuovo Conto termico (che sarà attivato contestualmente) si potrà coprire tra il 70 ed il 90 per cento dei costi ammissibili.   Continua a leggere →

Condividilo:

Startup innovative: sei milioni per fare ancora di più 

L’Emilia-Romagna non si accontenta del secondo posto nazionale.

C’è un dato del quale l’Emilia-Romagna può andare giustamente orgogliosa: essere ai vertici della classifica nazionale delle startup innovative. Secondo i dati di Aster (consorzio regionale pubblico-privato per ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico) la regione è al secondo posto in Italia, seconda solo alla Lombardia, con 577 neo imprese innovative su 5.154 startup attive.

Nel caso di neo imprese nate da un’invenzione protetta da brevetto, e da collaborazioni col mondo accademico, l’Emilia-Romagna merita un’altra medaglia d’argento: 134 imprese su 1.015.

“Si tratta di dati che riconoscono quanto di buono è stato fatto fino ad oggi – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – e che spronano tutti a fare ancor meglio. La decisione della Regione di finanziare le startup innovative con 6 milioni di euro, tramite apposito bando, va in questa direzione”. Continua a leggere →

Condividilo:

Giovani e beni culturali: 100mila euro per i progetti

porto-di-classe

Valorizzare e gestire i beni culturali, valorizzare i giovani che li valorizzano. È un circolo virtuoso quello proposto dalla Regione Emilia-Romagna con la seconda edizione del bando “Giovani per il territorio”.

Le associazioni giovanili hanno tempo fino al 20 gennaio 2016 per presentare progetti innovativi di valorizzazione e gestione di beni culturali in Emilia-Romagna. Il bando dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali (Ibc) prevede 10 contributi da 10mila euro l’uno.

La proposta progettuale deve descrivere e motivare l’iniziativa presentata, spiegando nel dettaglio le modalità di realizzazione e i relativi tempi di svolgimento. Continua a leggere →

Condividilo:

Più sport per tutti

Dalla Regione un milione e 200mila euro di contributi, per l’anno 2015. Le risorse sono messe a disposizione con tre bandi: la scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 23 ottobre.

Soccer - Army Youth Sports and Fitness - CYSS - Camp Humphreys, South Korea - 111001Un milione e 200mila euro di contributi, nel 2015, per eventi e manifestazioni sportive, promozione dell’attività finalizzata al miglioramento del benessere della persona e iniziative dell’associazionismo sportivo di livello regionale.

Lo stabiliscono tre provvedimenti approvati dalla Giunta, con l’obiettivo di sostenere, attraverso altrettanti bandi, la cultura della pratica sportiva, la tutela della salute attraverso stili di vita sani, la valorizzazione del territorio.

“Crediamo che la pratica motoria e l’attività sportiva siano un mezzo efficace di prevenzione e tutela della salute fisica e psichica, oltre che uno strumento di integrazione sociale e per la formazione della persona; – spiega la consigliera Manuela Rontini – per questo motivo la Regione ha deciso di destinare il 60% di risorse in più, rispetto agli anni passati, a sostegno dello sport di base e dell’associazionismo sportivo, che rappresenta un patrimonio straordinario delle nostre comunità, ed è basato per la maggior parte sul volontariato. Una novità assoluta è il bando per le manifestazioni sportive, al cui interno è previsto un sostegno alle associazioni, anche piccole, che abbiano ottenuto riconoscimenti pubblici per la loro capacità di portare avanti ‘progetti speciali’, cioè di grande valenza per la cittadinanza e il territorio”. Continua a leggere →

Condividilo:

Api e miele: a disposizione 467mila euro per sostenere il settore

Pubblicato il bando regionale, domande entro il 13 novembre.

Honey beesProsegue il sostegno dell’Emilia-Romagna al settore dell’apicoltura colpito da ingenti perdite di alveari. Le molteplici aggressioni ambientali ed antropiche a cui questi delicati, quanto preziosi, insetti vengono sottoposti, sono oggetto di studio da anni. Nella speranza che le cause della moria delle api che sta colpendo l’intero Pianeta vengano individuate con certezza e rimosse, la Regione rilancia, con la terza annualità, gli aiuti del programma triennale 2014-2016 (dotato di circa un milione e 400mila euro). Si tratta di fondi destinati al miglioramento della produzione e della commercializzazione del miele e degli altri prodotti dell’apicoltura.

In Italia sono presenti 1.560.000 alveari, con una produzione stimata intorno alle 12.500 tonnellate per un indotto superiore ai 40 milioni di euro. Nel 2014 il valore attribuibile all’export si è aggirato oltre i 27 milioni di euro e i principali Paesi importatori sono stati Germania, Francia, Arabia Saudita e Regno Unito. Continua a leggere →

Condividilo:

Ambienti di lavoro più sicuri: via l’amianto dalle imprese

9 milioni di euro di eco-incentivi per le imprese che rimuovono e smaltiscono l’amianto presente nei luoghi lavoro. Click day il 23 settembre, con la prenotazione online delle domande di contributo.

AmiantoSono in arrivo 9 milioni di euro di eco-incentivi per le imprese che rimuovono e smaltiscono l’amianto presente nei luoghi lavoro. Le risorse, messe a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna attraverso un bando, puntano alla qualificazione ambientale e alla tutela dei lavoratori.

A partire dal prossimo 23 settembre, collegandosi al portale regionale Ambiente, le imprese potranno effettuare la prenotazione online della domanda di contributo per accedere agli incentivi previsti dal Piano di azione ambientale.

L’iniziativa, già sperimentata con successo negli anni scorsi, ha l’obiettivo di sostenere l’impegno di quelle aziende che mostrano di voler riqualificare il proprio ambiente di lavoro attraverso la rimozione di coperture o coibentazioni contenenti cemento-amianto.

“Si tratta di un bando molto atteso, – spiega Manuela Rontini, Presidente della Commissione regionale Territorio Ambienteche risponde ad una precisa richiesta degli imprenditori e delle aziende della provincia di Ravenna, per contribuire a rilanciare una crescita sostenibile ed intelligente. La Regione punta così a due obiettivi molto importanti: incentivare quelle imprese che vogliono migliorare la salubrità del proprio insediamento produttivo e dunque aumentare la sicurezza dei lavoratori, da una parte; rimettere in moto l’economia locale, privilegiando gli interventi volti ad uno sviluppo davvero compatibile con l’ambiente, dall’altra”. Continua a leggere →

Condividilo:

Risanamento delle case popolari, un bando per Comuni e Unioni di comuni

A disposizione 40 milioni di euro per il recupero di alloggi di edilizia residenziale pubblica.

"Festa di fine lavori - progetto PIPERS di via Fornarina"Al via il bando rivolto ai Comuni e alle Unioni di comuni per risanare le case popolari. La Regione Emilia-Romagna ha infatti ricevuto dal Ministero, nell’ambito del Programma di recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (Decreto Interministeriale del 16 marzo 2015), circa 40 milioni di euro. Queste risorse permetteranno non solo di aumentare la quota di alloggi da destinare alle famiglie, ma anche di fornire immobili con ridotti consumi energetici, che costituiscono una rilevante fonte di spesa per gli assegnatari.

In Emilia-Romagna gli alloggi Erp sono 56.282 (dato al 21 maggio 2015) e il numero dei nuclei familiari iscritti nelle graduatorie di edilizia residenziale pubblica sono 34.251 (dato al 31 dicembre 2014).

Il bando mette a disposizione dei Comuni ad alta tensione abitativa, a quelli con più di 10mila abitanti o che hanno subito gravi danni alle strutture abitative a causa del terremoto del maggio 2012, 35.173.991 euro per recuperare gli edifici o per svolgere interventi di manutenzione e bonifica. A questi si aggiungono altri 5 milioni di euro che saranno esclusivamente destinati a interventi di efficientamento energetico e utilizzo di fonti energetiche rinnovabili in strutture pubbliche assistenziali come le case di riposo, i centri di riabilitazione per anziani, i centri di accoglienza per anziani e disabili e le case famiglia, con l’obiettivo di ridurre di almeno il 30% i consumi. Continua a leggere →

Condividilo: