Gelate dello scorso anno: la Regione sollecita i risarcimenti in deroga

I danni che il Burian dello scorso anno ha portato alle colture frutticole, in particolare l’albicocco in Romagna, non sono mai stati risarciti agli agricoltori.

Così la Regione Emilia-Romagna si mobilita di nuovo a supporto delle aziende agricole colpite, tra febbraio e marzo 2018, dalle gelate. Un fenomeno meteorologico che ha causato danni ingenti in particolare nella valle del Santerno e in altre zone romagnole.

Continua a leggere →
Condividilo:

Lotta alla cimice asiatica, 2,7 milioni di euro dalla Regione

Per combattere la cimice asiatica, fastidiosa nelle case ma vero flagello nei campi, la Regione scommette sulla prevenzione. Un bando aperto in questi giorni mette a disposizione degli agricoltori 2,76 milioni di euro per prevenire i danni di questo insetto che, anche se non punge e non è pericoloso per gli uomini, causa ogni anno danni gravissimi alle coltivazioni.

I guasti maggiori si concentrano sugli alberi da frutto come peri, kiwi, meli e peschi. Le risorse stanziate permetteranno agli agricoltori di intervenire sulle reti antigrandine già esistenti, chiudendole con reti laterali antinsetto.

Continua a leggere →
Condividilo:

Bando prevenzione frane e riduzione danni in agricoltura: 17 milioni di euro per imprese e territori

Danni ai campi coltivati, frane, eventi naturali eccezionali: è tempo di passare dalla conta delle rovine al potenziamento delle azioni di prevenzione. Un bando pubblicato nei giorni scorsi dalla Giunta regionale mette a disposizione delle imprese agricole (singole o associate) e degli enti pubblici, impegnati in interventi di prevenzione dei danni da frane o potenziali alluvioni, ben 16,87 milioni di euro nell’ambito del Programma di sviluppo rurale 2014-2020.

I contributi, per interventi di prevenzione compresi tra i 5mila e i 150mila euro, copriranno fino all’80 per cento delle spese ammissibili effettuate dalle singole imprese agricole, o del 100 per cento del costo dell’investimento ammissibile realizzato da più imprese agricole (progetto collettivo) o da un ente pubblico.

“I cambiamenti climatici in corso non fanno che aggravare le difficoltà degli agricoltori – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – per questo la Regione ha scelto di affiancarli in una vasta opera di prevenzione. Dopo il bando sui piccoli invasi, destinati a combattere la siccità, l’attenzione è rivolta ora alla prevenzione del dissesto idrogeologico, per una prevenzione in grado di coniugare il rispetto delle risorse naturali con la salvaguardia delle coltivazioni”. Continua a leggere →

Condividilo:

Una rete di piccoli invasi per combattere la siccità: dalla Regione 18 milioni di euro

Piccoli ma preziosi e, spesso, in grado di fare la differenza tra un raccolto perso e uno salvato. Si tratta dei piccoli invasi per lo stoccaggio dell’acqua ad uso agricolo (fino a 250mila metri cubi di capacità), bacini che la Regione ha deciso di finanziare con risorse per 17,8 milioni di euro erogati attraverso due bandi del Programma regionale di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020.

Dei 18 invasi di stoccaggio previsti in Emilia-Romagna (per 2,4 milioni di metri cubi di capacità complessiva), ben otto saranno realizzati o potenziati in provincia di Ravenna: sette da parte di aziende private ed uno dal consorzio di bonifica. Continua a leggere →

Condividilo:

Benessere delle api, verso una nuova legge regionale

Non solo sostegni economici al settore dell’apicoltura, comparto decisivo per il futuro del pianeta: dalla Regione sono in arrivo nuove regole per contrastare lo spopolamento degli alveari, assicurando il benessere delle api.

Lo prevede una proposta di legge che sarà discussa a breve in Assemblea legislativa: “Dall’inizio della legislatura gli apicoltori emiliani e romagnoli hanno avuto a disposizione risorse che sfiorano i due milioni di euro – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – comprendendo fondi nazionali e comunitari. Anche grazie a queste azioni, lo scorso anno, gli alveari sono aumentati del 10 per cento a quota 110mila, mentre la produzione di miele nell’anno in corso è stimata intorno alle 2.500 tonnellate, in risalita rispetto all’anno precedente. Ma per garantire un futuro alle api, responsabili di tre quarti della produzione agricola mondiale grazie alla loro impollinazione, servono norme al passo con i tempi. La proposta di legge che andremo a discutere prende il posto di una legge vecchia di trent’anni, varata in un tempo in cui la grande moria delle api non si era ancora manifestata. Un quadro normativo nuovo, che permetterà ai produttori di operare con regole certe e di livello europeo”. Continua a leggere →

Condividilo:

Lotta alla Cimice asiatica, in arrivo nuove risorse

Un fastidio nelle case, un flagello nei campi. La cimice asiatica (Halyomorpha halys) non punge, non è pericolosa per il genere umano, ma causa gravi danni alle produzioni agricole e può diventare fastidiosa quando si annida negli edifici. Si nutre infatti di piante, danneggiando i raccolti, e in autunno migra verso abitazioni, cantine e magazzini per passare l’inverno.

In questo periodo il caldo anomalo è una delle principali cause dell’invasione di sciami di cimici, e si registrano numeri preoccupanti in diverse aree dell’Emilia-Romagna (dal riminese fino al reggiano, con punte preoccupanti nel modenese). Continua a leggere →

Condividilo:

Agricoltura, basta ritardi nei rimborsi danni: rivedere l’intero sistema assicurativo

Se gelo, grandine e condizioni meteo estreme mettono in ginocchio l’agricoltura, i ritardi biblici nei rimborsi dei danni non la fanno di certo rialzare in piedi. Un problema che si trascina da troppo tempo, affrontato di petto in una risoluzione depositata in Assemblea legislativa Manuela Rontini, presidente della Commissione Territorio, Ambiente e Mobilità.

“Danni climatici alle coltivazioni? È del tutto inefficace e diseducativo continuare ad agire sulla base di deroghe. Se vogliamo stare davvero vicini ai nostri agricoltori e difendere un settore strategico per la nostra regione occorre revisionare in maniera strutturare il sistema di gestione dei rischi”. Continua a leggere →

Condividilo:

Nuovi fondi per l’apicoltura, domande al via

Il futuro delle api è legato a doppio filo a quello del pianeta. Questi piccoli insetti, infatti, sono responsabili di tre quarti della produzione agricola mondiale grazie alla loro impollinazione. A rischio di estinzione, per fattori climatici e pesticidi, negli ultimi anni hanno visto muoversi in loro soccorso Governi e Istituzioni comunitarie, con la messa al bando di principi attivi nocivi e il sostegno al mondo dell’apicoltura.

In Emilia-Romagna, dove gli alveari sono passati dai 100mila del 2016 ai 110mila del 2017, anche quest’anno sono stati stanziati fondi per la produzione e commercializzazione dei prodotti dell’alveare. In arrivo dalla Regione ci sono circa 490mila euro per lo sviluppo del settore e dei suoi prodotti, miele in primis, lo studio di nuovi trattamenti per combattere le malattie delle api e per aumentare la sicurezza per i consumatori. Continua a leggere →

Condividilo:

Rimborsi integrali per gli agricoltori danneggiati dalla fauna selvatica

Animali sbranati a Taibo, Valle SavioGli imprenditori agricoli che abbiano subito un danno dalla fauna selvatica, con capi sbranati o coltivazioni danneggiate, non subiranno anche la beffa del rimborso parziale. L’Emilia-Romagna, infatti, sta per diventare la prima Regione in Italia a riconoscere agli agricoltori fino al 100 per cento dei danni subiti, e non solo da specie selvatiche protette (come accade oggi) ma anche da quelle non tutelate che vivono in zone protette (parchi naturali, riserve, oasi di protezione, zone di ripopolamento).

“Merito di un accordo raggiunto tra la Regione e la Commissione europea – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – un lavoro di coordinamento mirato a cambiare le regole sugli aiuti di Stato. Segno che quando si interviene in modo serio, sul merito dei problemi e lontani dai proclami, l’Europa si dimostra diversa da come la dipingono tante leggende metropolitane”. Continua a leggere →

Condividilo:

Rimborsi alle imprese colpite dal maltempo: basta burocrazia

Non un ritardo come tanti, ma la differenza tra la vita e la morte di molte aziende e del sistema che dovrebbe tutelarle: “La burocrazia ha causato una diminuzione del numero e del valore delle imprese assicurate contro i danni alle coltivazioni prodotti dal maltempo – stigmatizza la consigliera regionale Manuela Rontini – a causa dei ritardi maturati dai rimborsi del 2015. Per questo con il collega Mirco Bagnari, primo firmatario, ho presentato una risoluzione per impegnare la Giunta a superare gli intoppi attuali, che rischiano di far saltare il sistema”.

Nel documento si chiede che la Giunta si attivi “in ogni sede opportuna perché siano superati rapidamente gli ostacoli che causano gli insostenibili ritardi nell’erogazione dei fondi”. Ad oggi, infatti, dei 250 milioni stanziati nel 2015 (su risorse dell’Unione europea) solo il 40 per cento risulta erogato alle imprese, mentre nulla è arrivato sui due anni successivi. Continua a leggere →

Condividilo: