Farmaci inutilizzati, basta sprechi

Un protocollo per evitare che farmaci importanti, non scaduti e del tutto integri, prendano la via del cestino, andando incontro piuttosto alle necessità di chi è meno fortunato.

Il documento, firmato dalla Regione, Hera e Last Minute Market (società spin-off accreditata dell’Università di Bologna, che promuove la lotta allo spreco e la sostenibilità ambientale), vuole promuovere in tutta l’Emilia-Romagna delle buone pratiche sui farmaci, evitando gli sprechi e facendo arrivare alle persone in difficoltà le agognate cure, che siano antibiotici, analgesici o medicine per patologie cardiovascolari.

Forse non tutti sanno che, per legge, le confezioni di medicinali ancora valide, integre e correttamente conservate, ma che non si utilizzano più, possono essere recuperate e consegnate a organizzazioni senza fini di lucro, che hanno finalità umanitaria o di assistenza sanitaria. Continua a leggere →

Impianti sportivi: dalla Regione 400mila euro per il PalaBubani

I contributi al territorio ravennate sono pari 2,52 milioni di euro

Importante contributo regionale per i lavori di adeguamento del PalaBubani di Faenza. Grazie al bando per gli interventi di riqualificazione degli impianti sportivi (riservato ai Comuni e chiuso nel febbraio scorso) la Regione coprirà il 50 per cento dei costi previsti dal Comune di Faenza, 400mila euro su un totale di 800mila.

Le graduatorie sono state rese note oggi dalla Giunta regionale: “Una risposta importante, e attesa, per le molte realtà sportive ospitate ogni giorno nel PalaBubani – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, che in questi anni, assieme all’Amministrazione manfreda e alle associazioni, ha seguito la vicenda dei lavori di adeguamento del palazzetto – decine di società sportive e centinaia di atleti che sono parte attiva e vitale della nostra comunità. Pensiamo che lo sport, dopo la scuola e la famiglia, sia la terza agenzia educativa del paese, per questo la Regione, fin dall’inizio della legislatura, ha investito convintamente sull’attività motoria e l’impiantistica sportiva. Un impegno crescente, se si pensa che di recente lo stanziamento a favore di questo bando, fissato inizialmente a 20 milioni di euro, è stato aumentato del 50 per cento e portato a quota 30 milioni. Il fatto che il progetto del Comune di Faenza per l’impianto intitolato a Dino Bubani rientri tra i vincitori mi riempie di soddisfazione”. Continua a leggere →

Reddito di solidarietà: cambiano le regole e cresce il contributo

Il Reddito di solidarietà, la misura voluta dalla Regione Emilia-Romagna per contrastare la povertà, nei primi otto mesi (da settembre al maggio scorso) è stato assegnato a oltre 8mila nuclei familiari, pari a circa 20mila persone.

Si tratta di un contributo economico mensile associato a un programma di reinserimento sociale e lavorativo dei beneficiari, per il quale la Regione ha stanziato 33 milioni di euro per il 2018 e 35 milioni per il 2019.

“In provincia di Ravenna è già stato concesso a 552 nuclei familiari, e altre 1137 domande sono in corso di valutazione all’Inps – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – su 2129 richieste arrivate complessivamente ai Servizi sociali del nostro territorio. I dati, aggiornati al maggio scorso, sono di uno studio dell’Università di Modena e Reggio Emilia che ha analizzato l’efficacia del Reddito di solidarietà nei suoi primi otto mesi di applicazione. Non si tratta di benefici di stampo assistenzialistico, ma di aiuti concreti limitati nel tempo a persone che hanno difficoltà economiche e si trovano in condizione di povertà estrema, tanto è vero che questa misura è abbinata ad un programma di reinserimento sociale e lavorativo. Questo perché in Emilia-Romagna continuiamo ad impegnarci per non lasciare indietro nessuno, tendendo la mano a chi si è perso per strada per rimetterlo in carreggiata ridandogli prospettive di lavoro e di vita”. Continua a leggere →

Anche l’Emilia-Romagna sostiene l’educazione civica nelle scuole

Partirà questa settimana, venerdì 20 luglio, la raccolta di firme sulla proposta di legge che mira a istituire un’ora di educazione civica alla cittadinanza, autonoma dalle altre materie, nelle scuole di ogni ordine e grado. Dovranno essere raccolte almeno 50mila firme in sei mesi.

Nata dall’impegno di diversi sindaci e dall’associazione dei Comuni (Anci), questa proposta d’iniziativa popolare trova una sponda anche nella Regione Emilia-Romagna, con una risoluzione depositata in Assemblea legislativa: “Proprio quest’anno ricorre il 60esimo anniversario della prima introduzione dello studio dell’educazione civica nelle scuole medie e superiori – ricorda la consigliera regionale Manuela Rontini, prima firmataria dell’atto – confluito in seguito nel nuovo insegnamento ‘Cittadinanza e Costituzione’. La riforma della scuola di tre anni fa ha confermato la centralità attribuita a questi ambiti educativi, e il sostegno allo sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica. Ora il Governo non deve venire meno agli impegni assunti dallo Stato attraverso la legge 107 del 2015, dando piena dignità a questi insegnamenti rendendoli materia autonoma”. Continua a leggere →

Trasporto pubblico in montagna, una risoluzione per abbatterne i costi

Istituire un fondo per il Trasporto pubblico locale in montagna per aiutare i Comuni a coprire il costo, altrimenti troppo alto, del servizio e ridurre le tariffe per gli studenti delle scuole superiori, giocoforza costretti a lunghi tragitti.

È il senso della risoluzione approvata nei giorni scorsi in commissione ‘Territorio Ambiente Mobilità’ dell’Assemblea legislativa: “Sarebbe un provvedimento importante per non penalizzare ulteriormente i residenti dei comuni montani – commenta la presidente della commissione Manuela Rontini, firmataria della proposta – a partire dagli studenti delle superiori che devono recarsi nei centri maggiori, a valle, come succede ai ragazzi che abitano a Casola Valsenio, Riolo Terme o Brisighella e vanno a scuola a Faenza”. Continua a leggere →

Eventi, progetti e impianti sportivi: aumenta il sostegno dell’Emilia-Romagna

Quando si pratica sport in maniera diffusa, come avviene in Emilia-Romagna, a vincere è la comunità intera: ci sono benefici sulla salute, la socialità, l’associazionismo. Per questo la Regione rilancia il proprio impegno in merito con la pubblicazione di due nuovi bandi.

Al primo, per la realizzazione di eventi sportivi, sono destinati 1,75 milioni di euro (500mila dei quali per eventi di carattere regionale), mentre al secondo vanno 600mila euro per i progetti sportivi. A queste somme si aggiunge l’aumento degli stanziamenti per l’impiantistica sportiva (bando rivolto alle amministrazioni pubbliche) portati da 20 a 30 milioni di euro. Continua a leggere →

Sanità: addio al superticket per redditi fino a 100mila euro

Per le famiglie numerose viene meno anche il ticket ordinario sulla prima visita

Stop alla tassa aggiuntiva sui farmaci e sulle prestazioni specialistiche in Emilia-Romagna. Fino ad oggi solo i redditi fino a 36153 euro annui erano esenti dal cosiddetto superticket sanitario. Con un provvedimento della Giunta regionale l’esenzione viene estesa anche alle due fasce successive: la RE2 (redditi fino a 70mila euro) e la RE3 (fino a 100mila euro). Continueranno a pagare il superticket i redditi superiori a 100mila euro annui (fino a tre euro a confezione con un massimo di sei euro a ricetta, 15 euro per prestazioni specialistiche, esami di laboratorio e radiologici). Continua a leggere →

Da settembre gli abbonati al treno viaggiano gratis in autobus

Stimato un risparmio medio di oltre 150 euro l’anno per 58 mila pendolari, lavoratori, studenti emiliani e romagnoli

Il primo treno RockUn trasporto pubblico accessibile e conveniente. Questa l’idea dell’Emilia-Romagna che, in attesa del rinnovo totale del materiale rotabile (2019), mette in opera un nuovo tassello per semplificare la vita a chi rinuncia ai mezzi privati: dal primo settembre l’abbonamento ferroviario permetterà di viaggiare, senza ulteriori costi, su tutti gli autobus delle città di origine e destinazione del titolo di viaggio.

L’opportunità, resa possibile da un investimento regionale di 6 milioni di euro l’anno, è valida nelle 13 città emiliane e romagnole con più di 50mila abitanti (i 10 capoluoghi provinciali più Carpi, Faenza e Imola). Per 58mila pendolari, lavoratori e studenti, comporterà un risparmio compreso tra i 110 e i 180 euro l’anno. Continua a leggere →

La competizione tra vini passa anche dall’online: fondi in arrivo per innovazione ed e-commerce

Nuovo sostegno per il settore vinicolo emiliano e romagnolo. A poche settimane di distanza dal bando che ha messo a disposizione delle imprese regionali 15,2 milioni di euro per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti, arriva un nuovo bando da 5,4 milioni di euro per l’innovazione tecnologica, la qualità e l’ammodernamento delle attrezzature in cantina.

I contributi in conto capitale (in attuazione della misura investimenti dell’Ocm vino 2019) potranno coprire fino al 40 per cento delle spese per la realizzazione dei progetti, di importo compreso tra i 40mila euro ed il milione di euro. Il contributo percentuale sarà minore nel caso di grandi aziende. Continua a leggere →

Il futuro delle edicole passa per i servizi ai cittadini

Le edicole sono state un punto di riferimento importante sul territorio per decenni, tanto che un quartiere non poteva dirsi tale senza una parrocchia, una farmacia, una bottega alimentare e un edicolante di fiducia. La crisi dei giornali degli ultimi anni, che ha travolto le aziende editoriali, ha toccato anche questi chioschi, dimezzati nell’arco di 15 anni.

Per dare nuovo lustro e nuove funzioni alle edicole, adeguandole alle sfide del 21esimo secolo, si potrebbe attuare l’intesa dell’ottobre scorso tra gli editori della Fieg e l’Anci (Comuni italiani), trasformandole in punti multifunzionali di servizi al cittadino.

Intesa sulla quale la consigliera regionale Manuela Rontini ha presentato un’interrogazione alla Giunta, chiedendo all’esecutivo regionale “Se non ritenga di intervenire promuovendo nelle sedi opportune i contenuti dell’accordo, e quali altre iniziative intenda mettere in campo per garantire il mantenimento della rete diffusa delle edicole che, oltre a rappresentare un importante presidio territoriale, garantiscono l’accesso alla carta stampata a cui, ancora oggi, i cittadini si rivolgono per approfondire le notizie lette in Rete”. Continua a leggere →