Emilia-Romagna terra del cinema: nuovi bandi e contributi in crescita

IBC - Foto Davide Minghini - Federico Fellini di fronte al Fulgor

Tre nuovi bandi per 2,4 milioni di euro, contributi in crescita di 700mila euro rispetto allo scorso anno, porte aperte e pieno supporto a chi vuole girare film o progetti audiovisivi in Emilia-Romagna.

“Il rapporto della nostra terra col cinema è profondo, basti pensare al maestro Fellini, alla splendida riqualificazione del Fulgor di Rimini o alla vivacità di festival che punteggiano l’Emilia e la Romagna. Nel triennio passato ogni euro investito in questo settore ha prodotto una ricaduta di quasi quattro euro sul territorio, per un volume complessivo pari a 40 milioni. I tre nuovi bandi appena usciti continuano a sostenere questa positiva tendenza” commenta la consigliera regionale Manuela Rontini.

I bandi, gestiti dalla Emilia-Romagna Film Commission sono destinati a imprese locali, nazionali ed estere. Il primo, da 1,5 milioni di euro, è rivolto alle produzioni italiane europee ed extraeuropee, con l’obiettivo di attirare realtà audiovisive, cinematografiche e televisive la cui presenza generi ricadute culturali, turistiche ed economiche sul territorio.

Il bando prevede due momenti di chiamata: la prima entro l’11 aprile 2018; la seconda sessione dal 4 luglio al 4 settembre 2018. La presentazione dei progetti deve avvenire unicamente a mezzo Pec (posta elettronica certificata).

Il secondo bando, più locale e destinato a imprese con sede in Emilia-Romagna, ammonta a 800mila euro. Possono presentare progetti imprese di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva con sede legale sul territorio, o con unità operativa attiva sul territorio regionale da almeno 12 mesi. Ciascuna impresa può presentare al massimo due domande di contributo per lungometraggi, opere televisive, opere web, cortometraggi e documentari, anche con tecniche di animazione. I contributi andranno dal 35 al 50 per cento delle spese ammissibili ed ogni progetto dovrà prevedere costi per almeno 15mila euro. Identiche le due finestre di presentazione delle domande rispetto al primo bando.

Il terzo bando, di 108mila euro, è destinato a imprese con sede in Emilia-Romagna impegnate nella scrittura di sceneggiature originali e nello sviluppo di lungometraggi, opere televisive, opere web, documentari. Il contributo potrà toccare un massimo di 15mila euro e l’importo verrà determinato sulla base della qualità del progetto e del costo preventivo di sviluppo. Non potrà, in ogni caso, risultare superiore all’80 per cento delle spese di sviluppo sostenute, non coperte da altro finanziamento pubblico. Saranno valutati i progetti dal carattere innovativo e con la potenzialità per essere diffuse in ambito nazionale ed estero. Per quest’ultimo bando la domanda va presentata, pena la non ammissione, entro il 30 aprile 2018.

> Informazioni e testo completo dei tre bandi

 

 

Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.