La Motor Valley regionale romba a Montecarlo nel nome di Bandini

Un grande pilota legato al territorio faentino, prematuramente scomparso, una casa automobilistica ambasciatrice della regione e della sua Motor Valley nel mondo. Mercoledì 24 maggio a Montecarlo (Principato di Monaco) l’Emilia-Romagna è stata di casa, una volta di più, al motorhome Ferrari.

Nel quartier generale sul campo della casa di Maranello, attrezzato per il 75esimo Gran Premio monegasco di domenica 28, una delegazione della Regione ha consegnato il premio intitolato a Lorenzo Bandini, nel 50esimo della scomparsa, alla scuderia Ferrari nelle mani del team principal Maurizio Arrivabene, del direttore tecnico Mattia Binotto e dei piloti Sebastian Vettel, Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi.

“Vedere dal vivo il team Ferrari all’opera – ha commentato la consigliera regionale Manuela Rontini, membro del Comitato d’onore del Trofeo – è stata fonte di emozione e orgoglio, una squadra rodata che esprime al meglio i valori di competizione sportiva, passione per l’eccellenza e innovazione tecnologica propri dei nostri territori proiettandoli in una dimensione mondiale”.

La delegazione era composta dal presidente della Regione Stefano Bonaccini, dai consiglieri regionali Manuela Rontini e Gianni Bessi, dal sindaco di Brisighella (dove Bandini crebbe) Davide Missiroli, dal patron del premio Francesco Assirelli e dal suo vice Massimiliano Penazzi: “Proprio ad Assirelli dobbiamo tributare un ringraziamento speciale – sottolinea Rontini – dato che il grande merito di aver fatto nascere, crescere e prosperare il Trofeo Bandini è suo”.

Il premio, istituito nel 1992 per premiare personalità di spicco della Formula 1, è intitolato a Lorenzo Bandini, pilota romagnolo rimasto vittima di un incidente nel 1967 proprio durante il Gran Premio di Monte Carlo, mentre era alla guida di una monoposto Ferrari.

Dallo scorso anno il Trofeo è entrato a far parte della Motor Valley e la Regione Emilia-Romagna sostiene la manifestazione, che si svolgerà il prossimo 4 giugno a Brisighella, lungo le vie di uno dei borghi più belli d’Italia.

Nel 50esimo anniversario della scomparsa di Bandini (vincitore, tra l’altro, della 24 ore di Daytona e della 1000 chilometri di Monza), e nel 70esimo della scuderia Ferrari, la terra dei motori continua a onorare i campioni che hanno saputo ispirare intere generazioni nel mondo.


Created with flickr slideshow.
Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *