Memoria del Novecento, nuove risorse per 1,2 milioni di euro

Per mantenere la memoria dei fatti del Novecento, il “secolo breve” che ha visto realizzarsi gli orrori dei totalitarismi, non bisogna smettere di ricordare e fare iniziative: “Solo con una ideale staffetta tra generazioni si potrà ricordare l’orrore di ciò che è stato per cercare di costruire un futuro migliore” sottolinea la consigliera regionale Manuela Rontini.

A questo fine, per il terzo anno di fila, la Regione Emilia-Romagna ha approvato il bando 2019 per il sostegno ad iniziative di valorizzazione e divulgazione della memoria e della storia del Novecento promosse da Istituzioni, Fondazioni e associazioni senza fine di lucro e da Comuni e Unioni di comuni (ai sensi della legge 3/2016 “Memoria del Novecento. Promozione e sostegno alle attività di valorizzazione della storia del Novecento in Emilia-Romagna”). 

A disposizione ci sono 1,2 milioni di euro per progetti, da realizzare nell’anno solare in corso, di importo compreso tra i 15mila e i 50mila euro. Godranno di un sostegno fino al 40 per cento delle spese ammissibili, non cumulabile ad altri benefici regionali.

Saranno dichiarati ammissibili al contributo regionale i progetti che raggiungeranno un punteggio non inferiore ai 36 punti. Al termine delle procedure di valutazione saranno redatte le graduatorie che consentiranno di finanziare i progetti. 

Il progetto e la domanda di contributo dovranno essere compilate esclusivamente per via telematica tramite l’applicativo web Sib@c, dalle 10 del 7 marzo alle ore 15 del 4 aprile 2019. 

> Il portale regionale con le modalità di presentazione della domanda

> Il testo del bando

[Foto CC]

Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.