Bando periferie: Governo banderuola, progetti al palo

Oltre 120 milioni a rischio per l’Emilia-Romagna di cui 12,8 milioni a Ravenna

Il Governo del cambiamento ha di nuovo cambiato idea: restano bloccati i soldi che hanno tolto al bando periferie: 1,6 miliardi di euro in Italia, 120 milioni per l’Emilia-Romagna. Questo nonostante l’impegno assunto dal Capo del Governo Giuseppe Conte appena una settimana fa. Una giravolta, l’ennesima, che ha fatto abbandonare il tavolo di trattative ai Comuni italiani: l’Anci ha sospeso le relazioni istituzionali con il Governo.

“Siamo di fronte ad un vero e proprio furto ai danni delle comunità, è impensabile che il Governo scippi ai territori fondi che garantiscono sicurezza e miglioramento della vita dei cittadini – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini –. Proprio per ribadire il sostegno ai Comuni nella battaglia per il bando delle periferie avevamo chiesto, attraverso una risoluzione (prima firmataria la consigliera Nadia Rossi), l’impegno della Regione in tutte le sedi istituzionali affinché gli enti locali non fossero privati dei fondi necessari per rendere più sicure e vivibili le aree urbane che soffrono situazioni di degrado economico e sociale. Così non è stato: non solo il Milleproroghe non è stato modificato, ma il Presidente del Consiglio ha fatto dietrofront sull’impegno di correggere per decreto la questione”. Continua a leggere →

Condividilo:

Concessioni demaniali e direttiva Bolkestein, servono certezze

The beachDa otto anni ormai la direttiva Bolkestein, sulla liberalizzazione dei servizi all’interno dell’Unione europea, tiene con il fiato sospeso gli operatori balneari. Ben 30mila imprenditori, 1500 nella sola Emilia-Romagna, che hanno investito nei propri stabilimenti e, dopo una serie di proroghe, non hanno ancora una parola certa sul proprio futuro professionale.

Una risoluzione presentata all’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, primo firmatario Mirco Bagnari, vuole ora impegnare la Giunta a verificare se si può approvare una norma prima della scadenza delle concessioni nel 2020: “Bisogna sbloccare in tempi rapidi la situazione di incertezza in cui versa il settore balneare – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini, firmataria del documento – che ha di fatto comportato una stasi negli investimenti degli operatori, rischiando di impoverire l’attrattività generata nel nostro territorio da un settore così rilevante per l’economia regionale. Settore che, peraltro, si è sempre connotato per innovatività e qualità dell’offerta”. Continua a leggere →

Condividilo:

In arrivo 3,75 milioni di euro per il settore musicale

Far risuonare l’Emilia-Romagna di nuova musica, da ascoltare e apprezzare appieno. Due nuovi bandi della Regione sosterranno il settore musicale con 3,75 milioni di euro, in tre anni, per la produzione di musica originale e progetti per l’alfabetizzazione musicale.

Se la buona musica tocca immediatamente le corde del cuore, questa per essere gustata compiutamente ha bisogno di ascoltatori consapevoli e appassionati. A loro si rivolge il bando per progetti di educazione all’ascolto. Sosterrà corsi che abbiano una durata non inferiore a otto mesi per anno scolastico, svolti da docenti con diploma di Conservatorio. Continua a leggere →

Condividilo:

Aumentano i fondi per il porto canale di Cervia 

Infrastruttura chiave per la pesca e per il turismo, al porto canale di Cervia sono state garantite nuove risorse: dalla Regione sono in arrivo altri 55mila euro per il dragaggio dello stesso.

A darne notizia è la consigliera regionale Pd Manuela Rontini, presidente della Commissione Territorio Ambiente e Mobilità: “Lo stanziamento approvato in Commissione – sottolinea la consigliera Rontini – va ad integrare il contributo di 50mila euro già assegnato lo scorso luglio, per un totale di 105mila euro equivalenti al 44,87 per cento del costo dell’intervento”. Continua a leggere →

Condividilo:

Agricoltura, basta ritardi nei rimborsi danni: rivedere l’intero sistema assicurativo

Se gelo, grandine e condizioni meteo estreme mettono in ginocchio l’agricoltura, i ritardi biblici nei rimborsi dei danni non la fanno di certo rialzare in piedi. Un problema che si trascina da troppo tempo, affrontato di petto in una risoluzione depositata in Assemblea legislativa Manuela Rontini, presidente della Commissione Territorio, Ambiente e Mobilità.

“Danni climatici alle coltivazioni? È del tutto inefficace e diseducativo continuare ad agire sulla base di deroghe. Se vogliamo stare davvero vicini ai nostri agricoltori e difendere un settore strategico per la nostra regione occorre revisionare in maniera strutturare il sistema di gestione dei rischi”. Continua a leggere →

Condividilo:

Tasse sui canoni delle autorità portuali? Un’assurdità da scongiurare

Uno Stato che tassa sé stesso? Ad aprile scorso, la Commissione europea ha mosso una contestazione all’Italia secondo la quale “il mancato assoggettamento delle Autorità del Sistema portuale all’imposta sul reddito delle società configurerebbe un possibile aiuto di Stato”. Peccato che queste Autorità siano enti pubblici non economici, che amministrano il Demanio per conto dello Stato.

Per questo, in Regione Emilia-Romagna, otto consiglieri hanno depositato una risoluzione (primo firmatario Gianni Bessi) per chiedere al Governo, in particolare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a che punto sia il percorso di chiarimento avviato con la Commissione sulla questione “e per fare valere in sede comunitaria la peculiarità di questi enti pubblici che non svolgono alcuna attività economica e dunque non possono essere configurabili come soggetto imprenditoriale”. Continua a leggere →

Condividilo:

Politiche giovanili, 120mila euro di risorse per il ravennate

Aggregazione giovanile, spazi per i giovani, avvicinamento al mondo del lavoro, cittadinanza attiva. In provincia di Ravenna sono stati concessi dalla Regione 120mila euro di contributi per nove progetti che pongono al centro dell’attenzione il protagonismo dei giovani.

Cifre lusinghiere, che riguardano l’esito di tre bandi pubblici del giugno scorso (collegati alla legge regionale 14/2008: “Norme in materia di politiche per le giovani generazioni”) ai quali potevano partecipare Unioni di Comuni e Comuni capoluogo di provincia. Continua a leggere →

Condividilo:

Sostegno alle piccole e medie imprese: nuova opportunità dalla Regione

Otto milioni di euro di contributi si aggiungono ai 16 milioni già stanziati

Le piccole e medie imprese emiliane e romagnole hanno una nuova possibilità di partecipazione al bando regionale per l’acquisto di macchinari o attrezzature ad alto contenuto tecnologico, in grado di favorire l’innovazione di prodotti o servizi.

Si tratta di contributi a fondo perduto sul 20 per cento della spesa ammissibile, aumentati di un ulteriore 10 per cento nelle aree montane, oltre ad un ulteriore 5 per cento in caso di incremento occupazionale, imprese femminili o giovanili, imprese con rating di legalità.

L’importo massimo del contributo, che arriva dal bando Por Fesr 2014-2020, è pari a 150mila euro e le imprese potranno fare domanda fino al 28 febbraio 2019 esclusivamente su web, tramite l’applicativo Sfinge 2020. Continua a leggere →

Condividilo:

Disservizi rete Tim nel ravennate, servono soluzioni tempestive

La connessione a Internet è ormai, di fatto, un servizio pubblico di primaria importanza come l’elettricità o l’acqua. Per questo i disservizi patiti da alcune comunità del ravennate, come Casola Valsenio o Punta Marina, non sono semplici seccature, ma un grave danno per i residenti e per il tessuto economico locale.

Ora in Regione è stata presentata un’interrogazione che mira a risolvere una volta per tutte i disservizi della Rete Tim-Telecom: “Chiediamo soluzioni strutturali e organizzative che consentano una più efficace e tempestiva gestione delle emergenze – si legge nell’atto della consigliera regionale Manuela Rontini, prima firmataria del documento – a tutela dei diritti dei cittadini-utenti e dell’economia del territorio emiliano-romagnolo”. Continua a leggere →

Condividilo:

La “Strada europea della ceramica” parte da Faenza

Nell’anno in cui ricorre il 50esimo anniversario dal conferimento del Premio Europa a Faenza, la città manfreda si apre una volta di più al vecchio continente tenendo a battesimo l’associazione internazionale “Strada europea della ceramica”.

L’associazione, che riunisce le più importanti città ceramiche europee e fa parte degli Itinerari culturali certificati dal Consiglio d’Europa, è stata presentata a Faenza il 30 agosto in occasione della sesta edizione di Argillà Italia (mostra mercato e Festival internazionale della ceramica), alla presenza del sindaco Giovanni Malpezzi, della consigliera regionale Manuela Rontini e dell’europarlamentare Damiano Zoffoli.

Gli Itinerari culturali certificati dal Consiglio d’Europa sono nati nel 1987 con l’obiettivo di promuovere concetti culturali, personaggi storici o fenomeni di importanza tale da superare i confini nazionali, per sentirsi appieno europei nel nome della cultura. Nel 2012, dopo un anno di attività e collaborazioni sul versante francese, a questi itinerari si è aggiunta la Strada europea della ceramica. Continua a leggere →

Condividilo: